Mutuo giovani under 36 e giovani coppie

  • 1 Confronta 38 banche partner
  • 2 Scegli il mutuo migliore per te
  • 3 Ricevi la fattibilità in 24 ore

I nostri partner

  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie BPER
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Banco Desio
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Credem Banca
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie CheBanca!
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie ING
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Intesa Sanpaolo
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Webank
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie BNL
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Banco BPM
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Deutsche Bank
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Cariparma
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Avvera
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Banca Popolare Pugliese
  • Mutuo giovani under 36 e giovani coppie Banca Carige

Cosa sono i mutui per giovani

I mutui per giovani sono finanziamenti pensati appositamente per giovani under 36 che vogliono acquistare la prima casa o ristrutturare quella adibita ad abitazione principale, usufruendo di una copertura finanziaria pari all'80% del capitale dato in mutuo.

Accendere un mutuo prima casa potrebbe non essere un'operazione alla portata di tutti, soprattutto di chi ha un età inferiore a 36 anni, con o senza figli a carico. É proprio l'incertezza economica che spesso frena le giovani coppie nell'acquisto di un'immobile dove stabilirsi, ma c'è una soluzione: il Decreto Sostegni Bis del Governo Draghi.

Decreto Sostegni Bis: cosa prevede per il mutuo giovani under 36

I giovani under 36 potranno richiedere mutui senza anticipo, garantiti dallo Stato: con la proposta i giovani potranno far ricorso al Fondo Garanzia per comprare casa richiedendo un mutuo al 100% del valore dell'immobile, senza dover anticipare neanche il 20%. Con la manovra è previsto anche l'annullamento delle imposte relative a acquisto immobile e stipula del mutuo, lasciando come unico onere le spese di agenzia e di notaio.

Il decreto pertanto estende l'accesso al Fondo di Garanzia ai giovani di età inferiore ai 36 anni, ovvero verrà rivisto l'attuale limite di età da 35 a 36 anni. Fino al 31 Dicembre 2022 è possibile presentare la domanda per farne richiesta. 

Confronta i mutui per giovani 

Su Mutui.it puoi richiedere un preventivo gratuito per un mutuo prima casa per giovani: inserisci i tuoi dati e confronta le migliori offerte di mutui per te dalle migliori banche e finanziarie italiane quali BNL, Banco BPM o ING.

Le migliori offerte di mutuo giovani a confronto

BANCA TAN TAEG RATA MENSILE
BNL 1,35% 1,67% 237,84€
BPER 1,45% 1,80% 240,13€
Banca Carige 1,45% 1,93% 240,13€

Simulazione di richiesta mutuo effettuata ad Aprile 2022. Importo richiesto di 50.000 euro per una durata di 20 anni per una persona di 40 anni residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

Come funziona il mutuo per giovani

Le agevolazioni per il mutuo prima casa richiesto da giovani under 36 e giovani coppie è finalizzato all'accensione di un mutuo ipotecario per la prima casa a prescindere che la finalità sia l'acquisto o la ristrutturazione dell'immobile.

L'importo del mutuo ipotecario non deve superare i 250 mila euro e l'agevolazione del Fondo di Garanzia introdotto dal Governo Draghi ricopre fino all'80% del capitale concesso in prestito. La garanzia consiste nell'evitare le procedure di pignoramento da parte delle banche. 

I giovani o le coppie impossibilitati ad apportare il 20% dell’importo relativo all’acquisto dell’immobile, potranno ora accedere a mutui 100 per cento grazie all’intervento dello Stato che, offrendo maggiori garanzie alle principali banche e agli istituti di credito, fanno sì che questi possano concedere mutui di importo superiore all’80% del prezzo d’acquisto. In questo modo chi ha meno di 36 anni di età, sarà agevolato nell'acquisto della prima casa impiegando solo una minima soma di denaro.

Mutui per Giovani Under 36: vantaggi e svantaggi

I vantaggi dei finanziamenti per giovani si concretizzano in particolar modo nella garanzia di un supporto da parte dello Stato attraverso il Fondo di Garanzia che abbiamo appena menzionato. Solitamente le agevolazioni sui mutui sono:

  • un mutuo agevolato che arriva al 90 o 100 per cento del valore dell'immobile stesso;
  • la possibilità di richiedere una somma più elevata di finanziamento.

Allo stesso tempo c'è da sottolineare come i mutui per giovani, siano essi under 30 o 36, presentano anche degli svantaggi relativi a:

  • destinazione d'uso: è possibile usufruire di tale agevolazione solo per le abitazioni principali;
  • tipologie catastali: non è possibile utilizzare il finanziamento qualora si intendesse acquistare abitazioni di lusso o di categoria A1, A8, A9.

Il Fondo di Garanzia Consap

Lo Stato garantisce ai giovani under 36 fino all' 80 per cento dell'importo richiesto come mutuo per l'acquisto di un immobile. Nel caso in cui il titolare del finanziamento non dovesse riuscire a restituire la metà della cifra finanziata, sarà il Fondo a intervenire come garante e provvedere al rimborso al suo posto. Facciamo un esempio concreto: se il mutuatario richiede un finanziamento di 150.000 euro, ma a causa di sopraggiunte difficoltà legate ad eventi particolari non programmabili, non fosse più in grado di procedere alla restituzione dell'intera cifra (compresi gli interessi), il Fondo di Garanzia andrebbe a coprire 120 mila euro.

Requisiti per richiedere il mutuo per giovani coppie

Le categorie di soggetti che possono accedere ai finanziamenti agevolati per giovani sulla prima casa sono:

  • giovani under 36 con contratto di lavoro atipico;
  • giovani coppie, di cui almeno uno dei due abbia un'età non superiore ai 35 anni (non importa se sposato o convivente);
  • genitori single con figli minori a carico;
  • conduttori di case popolari.

Ovviamente esistono dei requisiti minimi da possedere per poter accedere alle agevolazioni previste dalla legge. L'assenza di un solo elemento potrebbe inficiare l'accettazione della domanda sui mutui agevolati per la prima casa:

  •  il richiedente non deve essere in possesso di immobili adibiti a residenza civile;
  •  l'abitazione che si intende acquistare non deve essere accatastata come immobile di lusso;
  • l'immobile oggetto di mutuo deve essere considerato come prima casa e, quindi, come abitazione principale (fissando domicilio e residenza dei membri);
  • L'ISEE deve essere inferiore ai 40.000 euro.

Mutuo giovani: come ottenerlo anche da precari o disoccupati

I giovani disoccupati, precari o senza busta paga verrebbero considerati ad alto rischio di insolvenza rispetto, ad esempio, ad un lavoratore dipendente. Ecco perché l’accesso ai finanziamenti standard per queste categorie potrebbe essere più complicato, ma non impossibile. Basterà presentare le dichiarazioni dei redditi degli anni precedenti e fornire le garanzie richieste dalla banca, per accendere un mutuo under 36 anche in stato di disoccupazione o di precariato. Spesso a trovarsi in questa situazioni sono proprio i lavoratori a tempi indeterminato, i liberi professionisti e chi ha un contratto di lavoro a termine.

Il mutuo per precari e il mutuo per disoccupati potranno essere richiesti ad una delle banche aderenti al Fondo di Garanzia pubblico. Il fondo, che opera a livello nazionale, regionale o provinciale, farà da garante permettendo l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato, prevedendo anche diversi vantaggi al momento della richiesta di un preventivo.

Per accedere ai mutui prima casa riservati ai giovani basterà informarsi attraverso le principali banche, intermediari finanziari o istituti di credito del territorio che aderiscono al fondo di garanzia.

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Altri prodotti

Tassi d'interesse

  • Tasso fisso La rata del mutuo rimane costante per tutta la durata del finanziamento.
  • Tasso variabile Il tasso varia in base alle oscillazioni degli indici di riferimento Euribor o BCE.
  • Tasso misto Consente di cambiare il tasso, passando dal variabile al fisso (e viceversa).
  • Rata costante Il tasso è variabile ma la rata è costante e cambia solo la durata del mutuo.
  • Tasso variabile con CAP La rata del mutuo varia ma non può mai superare una soglia massima prestabilita.
Visualizza tutti i tassi