Guida Mutui

Cosa sono i tassi di interesse?

Il tasso di interesse applicato su un finanziamento rappresenta la misura del costo del capitale prestato dall’ente erogatore (solitamente una banca), ovvero definisce l’importo aggiuntivo che deve essere rimborsato a quest’ultimo. Chiunque sottoscriva un mutuo dovrà restituire al finanziatore la somma versata tramite delle rate periodiche, ognuna di esse composta da una quota capitale e una quota interessi. L’importo complessivamente restituito, comprensivo di capitale ed interessi, si chiama “montante”.

Il tasso di interesse viene calcolato in percentuale su un’unità di tempo che può essere mensile, trimestrale, semestrale o annuale. I mutui immobiliari generalmente utilizzano un tasso annuale.

È importante inoltre sottolineare la differenza tra interesse semplice e interesse composto: il primo è calcolato esclusivamente sul capitale e non è fruttifero nei periodi successivi; il secondo si accumula al capitale di periodo in periodo (capitalizzazione) ed è quindi calcolato anche sugli stessi interessi.

Nel mondo dei mutui, si è soliti distinguere tra due principali modalità di misurazione del tasso: tasso fisso e tasso variabile. Oltre a queste due alternative di base, sono disponibili soluzioni più specifiche per le esigenze di ogni tipologia di cliente. Mutui.it ti aiuta a scoprire questi prodotti, spiegandoti il loro funzionamento e assistendoti nella scelta dell’offerta più adatta per te:

•    Mutuo tasso fisso
•    Mutuo tasso variabile
•    Mutuo tasso variabile con CAP
•    Mutuo tasso misto
•    Mutuo tasso variabile a rata costante

Contenuti della sezione

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!