Mutuo liquidità

  • 1 Confronta 38 banche partner
  • 2 Scegli il mutuo migliore per te
  • 3 Ricevi la fattibilità in 24 ore

I nostri partner

  • Mutuo liquidità BPER
  • Mutuo liquidità Banco Desio
  • Mutuo liquidità Credem Banca
  • Mutuo liquidità CheBanca!
  • Mutuo liquidità ING
  • Mutuo liquidità Intesa Sanpaolo
  • Mutuo liquidità Webank
  • Mutuo liquidità BNL
  • Mutuo liquidità Banco BPM
  • Mutuo liquidità Deutsche Bank
  • Mutuo liquidità Cariparma
  • Mutuo liquidità Avvera
  • Mutuo liquidità Banca Popolare Pugliese
  • Mutuo liquidità Banca Carige

Confronta i mutui per la liquidità

I mutui per liquidità consentono di avere capitali a disposizione da utilizzare come si desidera, senza doverne dichiarare la finalità: questa tipologia di mutuo, infatti, non prevede vincoli sulla modalità di impiego della somma di denaro prestata. Le motivazioni dietro la richiesta di un mutuo liquidità possono essere molteplici, come finanziare l’università dei figli, affrontare spese sanitarie non previste così come per qualsiasi esigenza straordinaria in cui si rende necessario il bisogno di liquidità.

Avere a disposizione una somma di denaro immediatamente impiegabile può far comodo in molte situazioni, ma quali sono le caratteristiche da possedere per poter richiedere questo tipo di mutuo?

I requisiti per richiedere un mutuo liquidità

Uno dei requisiti fondamentali per accendere un mutuo liquidità consiste nel fatto che la prima casa debba essere libera da ipoteca: è necessario, infatti, porre la propria abitazione a garanzia della somma richiesta come in un normale mutuo casa, oltre a dover dimostrare una solida affidabilità patrimoniale ed un buon profilo creditizio che sia in grado di tutelare la banca da eventuali rischi.

Infatti, è molto improbabile che un istituto finanziario possa concedere questa tipologia di mutuo senza opportune garanzie ipotecarie. Il mutuo liquidità, come detto, non prevede infatti la dichiarazione della destinazione del capitale prestato e ciò, oltre alle misure precauzionali già descritte, comporta anche una procedura d'istruttoria più rigorosa.

In ultimo, per tutti i clienti interessati al mutuo liquidità, sarà obbligatorio sottoscrivere la polizza incendio/scoppio sull'immobile in garanzia.

Mutui.it consente di confrontare le migliori offerte di mutui liquidità proposte dalle nostre Banche partner per accendere un mutuo prima casa.

Le migliori offerte di mutuo liquidità a confronto

Banca TAN TAEG RATA MENSILE
BNL 2,10% 2,44% 255,32€
ING 2,89% 3,24% 274,55€
Che Banca! 3,34& 3,77% 285,89€

Simulazione di richiesta mutuo effettuata a Marzo 2022. Importo richiesto di 50.000 euro per una durata di 20 anni per una persona di 40 anni residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

Chi può richiedere un mutuo liquidità

L’importo richiedibile con un mutuo liquidità varia in base alla posizione lavorativa del richiedente (dipendente assunto con contratto a tempo indeterminato, lavoratore assunto con contratto a tempo determinato o libero professionista):

  • un dipendente può richiedere fino al 70% del valore dell’immobile;
  • un libero professionista può richiedere al massimo il 50% del valore dell’immobile.

Per poter procedere con l’ottenimento di un mutuo liquidità, il richiedente non può avere più di 75 anni allo scadere del mutuo e non deve essere incorso in situazioni controverse quali protesti e pignoramenti. Il mutuo liquidità rappresenta spesso un’ottima alternativa all’opzione fido bancario, data la sua natura meno onerosa. È previsto, però, un minimo richiedibile, fissato a 50.000 euro.

I vantaggi principali legati ai mutui liquidità

Tra i vantaggi principali dei mutui liquidità abbiamo:

  • tassi più contenuti, oltre alla possibilità di scegliere tra tasso fisso, tasso variabile e tasso misto;
  • tempi di rimborso più lunghi (massimo 40 anni rispetto ai consueti 20-30) se confrontati con i mutui tradizionali; 
  • costo del finanziamento diluito in tempi più lunghi;
  • rata mensile piccola che non grava più di tanto nel caso in cui le entrate non fossero cospicue.

I costi da sostenere per accendere un mutuo liquidità

Se hai deciso di chiedere un mutuo liquidità dovrai sostenere alcuni costi accessori, in particolare: 

  • pagamento della perizia per quantificare l’importo erogabile
  • spese d’istruttoria
  • atto notarile
  • eventuali assicurazioni a copertura di determinati rischi (es. perdita dell’impiego).

Il rimborso del finanziamento avviene alla stessa maniera dei mutui tradizionali, pagando una rata mensile alla banca che comprenderà oltre la quota capitale anche gli interessi pattuiti.

Una volta che avrai terminato il pagamento delle rate, il debito sarà estinto e l’immobile tornerà ad essere libero dall'ipoteca iscritta in fase di accensione del mutuo.

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Altri prodotti

Tassi d'interesse

  • Tasso fisso La rata del mutuo rimane costante per tutta la durata del finanziamento.
  • Tasso variabile Il tasso varia in base alle oscillazioni degli indici di riferimento Euribor o BCE.
  • Tasso misto Consente di cambiare il tasso, passando dal variabile al fisso (e viceversa).
  • Rata costante Il tasso è variabile ma la rata è costante e cambia solo la durata del mutuo.
  • Tasso variabile con CAP La rata del mutuo varia ma non può mai superare una soglia massima prestabilita.
Visualizza tutti i tassi