Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione

  • 1 Confronta 38 banche partner
  • 2 Scegli il mutuo migliore per te
  • 3 Ricevi la fattibilità in 24 ore

I nostri partner

  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione BPER
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Banco Desio
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Credem Banca
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione CheBanca!
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione ING
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Intesa Sanpaolo
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Webank
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione BNL
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Banco BPM
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Deutsche Bank
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Cariparma
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Avvera
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Banca Popolare Pugliese
  • Mutuo ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione Banca Carige

Cosa sono i mutui ristrutturazione

Il mutuo ristrutturazione prima casa è un tipo di finanziamento destinato al rinnovo sia degli interni che degli esterni di un'abitazione, così come ad interventi di efficientamento energetico.

Tra le varie tipologie di mutui online e tradizionali, i mutui ristrutturazione sono quelli che possono coprire interventi di varia entità:

  • le cosiddette piccole opere, ossia interventi di manutenzione ordinaria come il rifacimento degli interni, l'installazione di nuovi serramenti, le riparazioni al tetto, ecc.
  • gli interventi di manutenzione straordinaria, che vanno da operazioni più importanti che modificano la struttura dell'abitazione, fino ad arrivare alla vera e propria costruzione o annessione di nuovi edifici (le cosiddette grandi opere). 

La durata di un mutuo per ristrutturazione varia dai 5 ai 30 anni e, come per i tradizionali mutui per l'acquisto della prima casa, può essere a tasso fisso, variabile o misto.

Confronta i migliori mutui ristrutturazione

Mutui.it ti guida nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze confrontando le migliori offerte di mutui per ristrutturazione e acquisto più ristrutturazione per te tra le proposte delle principali banche e istituti di credito.

I migliori mutui ristrutturazione a tasso fisso su Mutui.it

BANCA TAN TAEG RATA MENSILE
Banca Popolare Pugliese 3,05% 3,30% 278,55€
BPER 3,20% 3,61% 282,33€
Banco BPM 3,34% 3,76% 285,89€

Simulazione di richiesta mutuo effettuata a Ottobre 2022. Importo richiesto di 50.000 euro per una durata di 20 anni per una persona di 40 anni residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

I migliori mutui ristrutturazione a tasso variabile su Mutui.it

BANCA TAN TAEG RATA MENSILE
ING 1,74% 2,05% 243,19€
Banco Desio 1,85% 2,22% 249,41€
CheBanca! 1,85% 2,23% 249,31€

Simulazione di richiesta mutuo effettuata a Ottobre 2022. Importo richiesto di 50.000 euro per una durata di 20 anni per una persona di 40 anni residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

Come funziona il mutuo ristrutturazione o acquisto più ristrutturazione

Generalmente, l’importo finanziabile con un mutuo per ristrutturazione può arrivare a coprire fino all’80% del valore dell’immobile e può essere erogato in una sola rata oppure dilazionato in base allo stato di avanzamento dei lavori.

Tuttavia, è importante sottolineare che i mutui ristrutturazione possono essere richiesti sia per intervenire su una casa che è già di proprietà, sia in aggiunta al tradizionale mutuo acquisto nel caso in cui l'immobile che si vuole acquistare sia anche da ristrutturare. In tutti questi casi alla banca andrà richiesto un mutuo prima casa più ristrutturazione, che è, in sostanza, un mutuo cento per 100 e copre il prezzo totale dell'immobile mettendo a disposizione del mutuatario una somma da impiegare subito per cominciare i lavori di ristrutturazione (quest'ultima non deve superare i 50.000 euro).

I requisiti per richiedere un mutuo ristrutturazione

Per richiedere un mutuo per la ristrutturazione della prima casa ad una banca o finanziaria sono necessari alcuni attestati aggiuntivi rispetto alla consueta documentazione richiesta per i mutui acquisto casa, che possono variare in base al tipo di intervento che si intende mettere in atto:

  • per gli interventi di manutenzione ordinaria o “piccole opere”, che riguardano parti limitate di un immobile o che ridanno funzionalità allo stesso, bisogna presentare il preventivo di spesa della ditta o del professionista abilitato che realizzerà i lavori;
  • per gli interventi di manutenzione straordinaria, riguardanti il consolidamento, il rinnovamento e la sostituzione di parti della struttura, servono il preventivo di spesa, il progetto edilizio e la DIA (dichiarazione di inizio attività);
  • per gli interventi di ristrutturazione edilizia con “grandi opere”, che riguardano invece cambiamenti sostanziali nell'interezza dell’abitazione, sono richiesti il preventivo di spesa, il permesso di costruire e, se dovuto, il contributo di costruzione.

I vantaggi dei mutui per la ristrutturazione della prima casa

Il grande vantaggio dei mutui per ristrutturazione è che il valore dell’abitazione preso come riferimento non è quello attuale dell’immobile, ma quello che la casa raggiungerà a conclusione dei lavori di rinnovo o abbellimento. Inoltre, accendere un mutuo per la ristrutturazione di un’abitazione darà diritto a specifiche detrazioni fiscali. 

La detrazione fiscale sarà calcolata sugli interessi relativi alla parte di mutuo effettivamente utilizzato. Ecco perché sarà di fondamentale importanza documentare le spese sostenute per i lavori, perché l’agevolazione non coinvolgerà la parte di mutuo eccedente l’ammontare dei costi di ristrutturazione.

Inoltre:

  • Il contratto di mutuo dovrà necessariamente essere stipulato dal soggetto possessore (proprietario) dell’unità immobiliare.
  • L’unità immobiliare che si costruisce o si ristruttura deve essere quella dove si intende abitare stabilmente.
  • Il mutuo dovrà essere stipulato nei sei mesi antecedenti o diciotto mesi successivi alla data di inizio dei lavori di costruzione o ristrutturazione.
  • Nel caso si opti per un mutuo per acquisto e ristrutturazione prima casa, si potrà godere della doppia detrazione solo nel periodo effettivo di durata dei lavori, dall’inizio fino ai sei mesi successivi.

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Altri prodotti

Tassi d'interesse

  • Tasso fisso La rata del mutuo rimane costante per tutta la durata del finanziamento.
  • Tasso variabile Il tasso varia in base alle oscillazioni degli indici di riferimento Euribor o BCE.
  • Tasso misto Consente di cambiare il tasso, passando dal variabile al fisso (e viceversa).
  • Rata costante Il tasso è variabile ma la rata è costante e cambia solo la durata del mutuo.
  • Tasso variabile con CAP La rata del mutuo varia ma non può mai superare una soglia massima prestabilita.
Visualizza tutti i tassi