Mutuo tasso variabile con CAP

Perché scegliere un mutuo a tasso variabile con CAP

Il mutuo tasso variabile con CAP è un mutuo il cui tasso d’interesse varia in base all’andamento del parametro di riferimento (l’Euribor) ma non può superare una soglia prefissata (il CAP), che determina l’importo massimo delle rate. Si tratta di un compromesso tra la formula a tasso fisso e la formula a tasso variabile, che permette al mutuatario di tutelarsi da eccessive oscillazioni al rialzo dei tassi grazie alla presenza di un tetto massimo determinato a priori.

Questa protezione per il cliente corrisponde ad un rischio per la banca, che a sua volta cerca di tutelarsi contro l’eventuale mancato guadagno fissando un tasso di base leggermente più alto rispetto ai mutui variabili standard. Insieme al CAP viene spesso stabilito anche il floor, ovvero la soglia minima al di sotto della quale il tasso non può scendere.

Per scoprire le offerte di mutui a tasso variabile con CAP delle principali banche italiane puoi utilizzare il comparatore di Mutui.it. Confronta gratuitamente i tassi di interesse e le rate, calcola il preventivo di mutuo e invia la richiesta!

I migliori mutui a tasso variabile con CAP su Mutui.it

BANCA TAN INIZIALE TAN MASSIMO TAEG RATA
BNL 2,35% 3,95% 2,44% 234,84€
Crédit Agricole 2,50% 4,68% 3,17% 264,95€
BPER 2,85% 3,50% 3,24% 273,56€
Credem 2,74% 4,00% 3,46% 270,81€
CheBanca! 3,32% 3,95% 3,75% 285,28€
Intesa Sanpaolo 3,20% 4,25% 3,76% 294,12€

Simulazione di richiesta mutuo effettuata a Ottobre 2022. Importo richiesto di 50.000 euro per una durata di 20 anni per una persona di 40 anni residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

I vantaggi di un mutuo a tasso variabile con CAP

Con un mutuo variabile con CAP, si conosce sin dall’inizio l’importo massimo che può raggiungere la rata da versare. Al tempo stesso si possono sfruttare i benefici del tasso variabile e la sicurezza garantita dal tetto massimo, che diminuisce i rischi legati all’eccessivo rialzo dei tassi di mercato. La copertura garantita dal CAP si traduce in un tasso di base leggermente più alto del normale mutuo a tasso variabile, poiché lo spread applicato dalla banca è maggiore, ma rimane comunque inferiore a un tasso fisso. 

I mutui a tasso variabile con CAP si rivelano particolarmente vantaggiosi quando il tetto massimo fissato è paragonabile al tasso dei mutui fissi. In questo caso inizierai il piano di ammortamento a un tasso inferiore del fisso, e se anche i tassi dovessero rialzarsi, non pagherai mai più di un valore simile a quello del tasso fisso. Compara le offerte per mettere a confronto i tassi delle diverse proposte di mutuo e richiedi la fattibilità per la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Mutui variabili con CAP: le tipologie

L’opzione del tasso variabile con CAP può essere applicata a differenti tipologie di mutuo per acquistare o ristrutturare un immobile a seconda delle proprie necessità. Le principali finalità sono:

Chi può richiedere il mutuo con CAP

Il mutuo a tasso variabile con CAP è consigliato a chi cerca una forma di finanziamento ibrida tra la stabilità del tasso fisso e i possibili vantaggi economici del tasso variabile. Chi sceglie un mutuo di questo tipo può sfruttare a suo beneficio le oscillazioni al ribasso dei tassi di mercato (che si traducono in rate minori), accollandosi al contempo un rischio limitato grazie alla presenza di una soglia massima prestabilita.

Il mutuo variabile con CAP è dunque indicato per chi ha una propensione al rischio limitata e desidera una garanzia aggiuntiva sul rimborso del finanziamento, senza perdere però tutti i vantaggi tipici del tasso variabile.

Con Mutui.it puoi calcolare i mutui variabili con CAP offerti dalle banche italiane e richiedere un preventivo di mutuo gratuito.

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Altri tassi d'interesse

  • Mutuo tasso fisso L'interesse da corrispondere alla banca è uguale per tutta la durata del mutuo.
  • Mutuo tasso variabile La rata da pagare segue le oscillazioni di alcuni indici di riferimento.
  • Mutuo tasso misto E' possibile cambiare il tasso tra variabile e fisso a cadenze prefissate.
  • Mutuo rata costante La rata è costante, ma la durata del mutuo varia in base all'andamento dei tassi di interesse.