Mondo mutui

9 novembre 2012

News - Mutui solo per due stipendi...

Mutui, solo il 2% dei monoreddito lo chiede

Mutui, solo il 2% dei monoreddito lo chiede

Le famiglie che hanno scelto per il loro mutuo il tasso variabile ora pagano rate convenienti, praticamente al minimo storico, sotto il 2%, grazie all’Euribor che è sceso in maniera consistente ed in un anno è calato di 130 centesimi. In pratica, se a settembre dell'anno scorso, per un mutuo di 100.000 euro a 20 anni si pagava una rata da 560 euro al mese, oggi la rata è scesa a 496 euro, cioè 64 euro in meno.

Chi ha scelto il tasso variabile dunque ha un risparmio assicurato, risparmio che però non si verifica per chi deve ancora accendere il mutuo. Facendo una media tra alcuni dei prodotti sul mercato si nota che  mutui tasso fisso sono quotati al  nominale del 5,29% a 20 anni (per 100 mila euro di prestito la rata media è da 676 euro) e al nominale del 5,5% a 30 anni (rata media da 568 euro). Confrontando questi con altri mutui ma a tasso variabile aventi la stessa durata, la differenza è evidente solo a guardare il mutuo a 30 anni a tasso variabile quota al 3,38% e la rata è da 446 euro.

Queste condizioni vengono applicate dalle banche solo ai clienti “prime”, cioè ai clienti che hanno una buona somma da parte e che vantano un ottimo reddito mensile. Gli istituti di credito infatti ormai favoriscono solo le famiglie con due redditi sicuri: per questo le famiglie monoreddito le quali  chiedono un mutuo per acquistare la prima casa sono ormai solo il 2%. Lo stipendio richiesto i genere dagli istituti di credito è  più elevato rispetto alla media e si aggira intorno ai 2.100 euro al mese, se si vuole sperare di ottenere qualcosa.

                                                                            

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Valerio Mingarelli Valerio Mingarelli, marchigiano, è giornalista professionista fin dall’età di 28 anni.

    Ha cominciato la sua carriera in ambito televisivo (TV Marche e TV 23) per poi passare alla carta stampata nel 2002 scrivendo prima per il Giornale dell’Umbria e poi per il Corriere Adriatico. Dal 2007 è al quotidiano Metro, testata internazionale fra le più diffuse, dove cura le pagine dell’economia scrivendo, fra l’altro, di assicurazioni, risparmio, mutui e immobiliare.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!