Mondo mutui

9 aprile 2013

News - Tasse e mutui troppo pesanti

La casa è un peso per tre milioni di famiglie

La casa è un peso per tre milioni di famiglie

Sembra quasi un paradosso, oppure la cartina tornasole per cui la crisi è diventata insopportabile: è che ormai, in Italia, per molte famiglie la casa sta diventando una spesa insostenibile. E' la Cgil che lancia l'allarme sottolineando come tra bollette, mutuo o l'affitto, abitare in un appartamento sia diventato da investimento rifugio a causa principale della caduta agl'inferi di gran parte degli italiani, destinati alla povertà. Secondo il sindacato, sono più di tre milioni le famiglie che non riescono più a far fronte a costi come questi, famiglie destinate irrimediabilmente ad andare incontro a sfratti o pignoramenti. Tutto questo perché il mantenimento della casa rappresenta la spesa che incide di più sui bilanci famigliari: secondo il sindacato, in media il 31,2% delle spese sono destinate all'abitazione. La percentuale diventa dramma per oltre tre milioni di famiglie per cui le spese per la casa rappresentano invece oltre il 40% del budget a disposizione.

Stando all'analisi del sindacato, le spese che servono ogni mese per mantenere un appartamento in proprietà oppure uno in affitto ammontano attualmente, in media,  a 1.150 euro nel caso della proprietà e in 1.515 nel caso dell'affitto. “Le cifre sono lievitate nel corso degli anni sia a causa degli aumenti continui delle bollette di luce, gas, riscaldamento e acqua che della recente introduzione di tasse come l'Imu”, spiega Laura Mariani, responsabile delle politiche abitative di Cgil. Questi costi, aggiunge al dirigente sindacale, rischiano di lievitare ancora di più a causa dell'introduzione della Tares, la nuova tassa sui rifiuti e a causa dell'aumento dell'Iva che inciderà in maniera forte sui costi connessi alle spese di manutenzione. Negli ultimi dieci anni, fa notare la Cgil, gli affitti sono aumentati del 130% per quanto concerne i contratti rinnovati, arrivando a toccare nel 2012, in media, i 740 euro mensili) e del 150% per quanto riguarda i nuovi contratti (in media 1.100 euro al mese) mentre il costo degli immobili ha registrato nei grandi centri aumenti dal +50% al +100%. L'innalzamento di queste tariffe ha portato con sé un altro dramma: l'incremento esponenziale registrato negli sfratti per morosità, che sono aumentati del 100%.

Lo studio della Cgil ammette che i costi troppo alti legati alla casa hanno concorso in gran parte ad aumentare le morosità, che oggi è pari all'87% del totale degli sfratti emessi nel 2011, toccando la cifra record di 240 mila sfratti totali negli ultimi cinque anni. Al di là della dinamica degli affitti c'è quella della proprietà: in questo settore il report del sindacato segnala l'aumento dei pignoramenti “dal momento che il pagamento del mutuo diventa sempre più insostenibile”. Un dato allarmante: tra il 2008 e il 2011 pignoramenti ed esecuzioni immobiliari sono aumentate del 75%, sfiorando le 38 mila operazioni. Ultimo dato per nulla confortante: secondo una proiezione ricompresa nello studio della Cgil, senza una concreta disponibilità di abitazioni che siano a prezzi sostenibili e senza forme di sostegno dei redditi, nei prossimi tre anni oltre 300 mila famiglie sono destinate a perdere le cause intentate in materia di proprietà o affitto, comportando l'aumento delle esecuzioni immobiliari o degli sfratti.

di Franco Canevesio

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Le ultime news dal mondo mutui