Il prestito è verde: a che punto sono i mutui green

Il mercato ha buone potenzialità

Il mercato ha buone potenzialità

Pubblicato il 23 aprile 2021

La sostenibilità è un obiettivo ricorrente in molti settori. E l'immobiliare non fa eccezione: sono sempre più diffusi i mutui strutturati per agevolare chi vuole comprare case ad alta efficienza energetica o eseguire interventi per migliorare quella di proprietà.

I mutui green rappresentano ancora un mercato di nicchia, ma con buone potenzialità.

Che caratteristiche hanno i mutui green

Secondo la definizione formulata da Commissione Ue ed European Mortgage Federation, i mutui green sono prodotti destinati a finanziare l'acquisto o la costruzioni di abitazioni che abbiano elevate prestazioni energetiche (classe A o B) o a sostenere interventi di riqualificazione con un miglioramento di almeno il 30% delle prestazioni energetiche.

Possono essere proposti sia a tasso fisso sia variabile e, in base alle offerte, gli istituti di credito possono raggiungere anche il 100% del valore dell’immobile.

Le proposte per i consumatori italiani

I vantaggi sono diversi: da uno sconto sul tasso d’interesse (normalmente del 10%), a prodotti assicurativi gratuiti, fino a servizi di consulenza ambientale aggiuntivi.

I vantaggi possono essere sfruttati per acquistare immobili non efficienti dal punto di vista energetico: in questo caso lo sconto sarà concesso e applicato a seguito d’interventi di riqualificazione e dietro presentazione delle necessarie certificazioni.

Va infatti ricordato che per i mutui green è sempre necessario allegare alla richiesta l'attestato di prestazione energetica (Ape) che certifichi la classe A o B.

Nel caso delle ristrutturazioni, alcuni istituti potrebbero attendere la fine dei lavori prima di riconoscere le agevolazioni previste.

Il mercato italiano

Secondo una ricerca di Facile.it e Mutui.it, negli ultimi nove mesi circa il 3% delle nuove domande di mutui sono state green.

La richiesta media è di 174.000 euro, un terzo in più rispetto all’importo medio richiesto per un mutuo “generalista”.

La differenza è dovuta al maggiore valore dell’immobile, che aumenta in virtù della classe energetica più elevata.

È il Nord Italia a trainare i mutui green: Trentino-Alto Adige, Veneto e Valle d’Aosta sono le regioni con il maggior numero di richieste.

Perché sono destinati a crescere

La quota di mercato dei mutui green è ancora ridotta, ma con alcune “attenuanti”.

Va, prima di tutto, ricordato che solo il 10% della abitazioni italiane rispetta i criteri che consentono di ottenere questi prodotti finanziari.

Nel caso di immobili a bassa efficienza da riqualificare, l'applicazione dei vantaggi a posteriori rappresenta un'incognita che non tutti sono disposti ad affrontare.

La platea a cui si rivolgono i mutui green è, quindi, ancora ristretta, ma le prospettive di crescita non mancano.

La sensibilità ai temi ambientali cresce e va considerata la gamma di incentivi messi in vigore, a partire dal superbonus al 110%.

Se questo strumento venisse sfruttato, si amplierebbe il bacino di immobili per i quali sottoscrivere un finanziamento verde.

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Paolo Fiore Giornalista professionista e leccese in trasferta: Bologna, Roma, New York, Milano. Dopo la Scuola di giornalismo Walter Tobagi, ha scritto per Affaritaliani, MF-Milano Finanza, l'Espresso, Startupitalia e Skytg24.it. Si occupa di economia e innovazione per Agi, FocuSicilia e collabora con il gruppo Rcs.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo