Tassi d'interesse, problemi in vista per le famiglie italiane

Pubblicato il 6 luglio 2011

Ad aprile lo avevamo preannunciato: l’innalzamento dei tassi d'interesse da parte della Banca Centrale Europea dall’1% all’1,25% crea problemi alle famiglie italiane alle prese col calo del reddito, del potere d’acquisto e di conseguenza in difficoltà con le spese correnti.

E dopo due mesi lo spettro di un salasso è già realtà: chi ha la rata a scadenza semestrale o ancor peggio trimestrale vedrà la propria rata aumentare del 5 o del 7%, per via dell’Euribor che si impenna, per effetto della mossa della Bce, arrivando a 1,54% (parliamo del tasso interbancario a 3 mesi), quota che non veniva raggiunta dal marzo 2009.

L’Istat in settimana ha fornito dati poco edificanti: un mutuatario su quattro nel Belpaese fa fatica a pagare la rata. L’insolvenza rimane bassa (neanche il 6%), ma le famiglie “strozzate” sono destinate a salire, se si considera che la Bce è intenzionata nella seconda parte del 2011 a salire fino a 1,75% a livello di tassi. Non tutto però sembra certo: con la crisi greca, a Francoforte dovranno fare attenzione ad aumentare il costo del denaro altrimenti Atene rischia di tracollare. Ciò potrebbe far sì che l’Euribor vada a stabilizzarsi, evitando sgradite sorprese a coloro che hanno un mutuo acceso.

Secondo le stime degli esperti dunque, nel 2011 gli aumenti medi delle rate dei mutui a tasso variabile dovrebbero assestarsi intorno a un 4-5%, dunque abbastanza limitati. Il problema dell’Italia, ha ribadito l’Istat, è che con redditi familiari medi intorno ai 40 mila euro (stessi livelli del 2008 pre-crisi) anche un aumento minimo può creare problemi a nuclei familiari già fiaccati dal calo dei consumi. Senza contare le famiglie monoreddito, in netta crescita. Dunque i consigli sono sempre i soliti: se c’è modo di rivedere i termini del proprio contratto in termini più vantaggiosi, è il caso di prenderlo in considerazione.

di Valerio Mingarelli

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Valerio Mingarelli Valerio Mingarelli, marchigiano, è giornalista professionista fin dall’età di 28 anni.

Ha cominciato la sua carriera in ambito televisivo (TV Marche e TV 23) per poi passare alla carta stampata nel 2002 scrivendo prima per il Giornale dell’Umbria e poi per il Corriere Adriatico. Dal 2007 è al quotidiano Metro, testata internazionale fra le più diffuse, dove cura le pagine dell’economia scrivendo, fra l’altro, di assicurazioni, risparmio, mutui e immobiliare.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo