Abi e associazioni dei consumatori insieme per il progetto AbitAzione

23 febbraio 2021

Abi e associazioni dei consumatori insieme per il progetto AbitAzione

Diversi gli obiettivi dell'iniziativa

Diversi gli obiettivi dell'iniziativa

L’associazione delle banche italiane e poco meno di venti associazioni di tutela dei diritti dei consumatori scendono in campo con il Progetto AbitAzioneper migliorare l’accesso al credito delle famiglie e in senso più ampio per fornire supporto in vista della sottoscrizione di un mutuo per acquistare casa o per ristrutturarla.

È stato infatti ufficializzata pochi giorni l’iniziativa che già, a partire dal nome, intende coniugare temi diversi tra loro, ma affini in quanto caratterizzati da un unico comune denominatore costituito dalla casa.

Tra gli obiettivi che il Protocollo di intesa intende perseguire, come indicato da una nota ufficiale dell’Abi, vi è infatti la “promozione di iniziative condivise sulle tematiche dell’accesso al credito, del sostegno alle famiglie in difficoltà e del rafforzamento della consapevolezza del consumatore”.

Ampia la platea delle associazioni dei consumatori che hanno collaborato all’iniziativa: ACU, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Asso-Consum, Assoutenti, Casa del Consumatore, nCentro Tutela Consumatori Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Conf consumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, MovimentoConsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, U.Di.Con, UNC.

Potenziare il Fondo prima casa

Tra gli obiettivi più importanti del Progetto AbitAzione vi è quello di presentare agli organismi istituzionali e al Legislatore proposte per migliorare l’accesso al credito quali:

  • il potenziamento delle disponibilità finanziarie del Fondo prima casa che al 31 dicembre 2020 ha consentito l’accesso ai mutui a oltre 200 mila famiglie per un controvalore in termini di mutui ammessi alla garanzia pari a oltre 23,5 miliardi di euro;
  • l’istituzione di specifici Fondi di garanzia (o di sezioni speciali del Fondo prima casa) per favorire investimenti nella ristrutturazione degli immobili già acquistati;
  • ulteriori misure che possono favorire i finanziamenti e investimenti per la riqualificazione energetica e messa in sicurezza degli immobili.

Sospensione delle rate anche per gli autonomi

Il progetto non intende solo supportare chi vuole acquistare casa, ma anche chi ha già sottoscritto un mutuo prima casa. L’obiettivo in questo caso è quello di prevenire lo stato di insolvenza delle famiglie in difficoltà attraverso misure di sostegno al pagamento delle rate dei mutui garantiti da ipoteche su immobili.

Per questo, verrà chiesta la conferma delle misure in deroga alla ordinaria disciplina del Fondo Gasparrini riguardanti l’importo massimo dei mutui, l’esonero dall’obbligo di presentazione dell’Isee per potervi accedere, la possibilità di chiedere la sospensione del pagamento delle rate anche per i mutui che già usufruiscono della garanzia del Fondo prima casa, e la possibilità di sospendere le rate anche per autonomi e professionisti che hanno registrato riduzioni del loro fatturato a causa dell’emergenza sanitaria.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

    In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

    Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo