Mutui under 36 con nuovo modello

Novità introdotta dall'Abi

Cambia la modulistica per accedere al finanziamento con condizioni più vantaggiose per i giovani; ecco le novità da sapere.

Mutui under 36 nuove voci negli importi

Anche spese notarili e imposte possono essere ricomprese nel calcolo delle somme erogate nel mutuo e concorrono al massimale erogabile dall’agevolazione fissato nei 250 mila euro.

La novità è stata comunicata dall’Associazione bancaria italiana (Abi) e recepita da Consapla società pubblica che gestisce il portale e gli adempimenti del fondo garanzia per i mutui per la prima casa.

Il 4 ottobre è stato rilasciato il nuovo modello aggiornato. La novità introdotta dal decreto sostegni bis (dl 73/21) stabilisce che negli oneri accessoriche devono essere compresi nel prezzo d’acquisto dell’immobile ai fini del calcolo del limite di finanziabilità, possono essere ricomprese le spese notarili e le imposte.

Il modello da compilare

l modello è di cinque pagine (due per l’informativa e due da compilare).

Per quanto riguarda le informazioni da inserire sono richiesti dati personali come il documento di identità, il codice fiscale, un’email e il contatto telefonico che devono essere ripetuti se il mutuo è cointestato. Si deve dichiarare poi di non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo a eccezion fatta di quelli ricevuti in eredità e quindi di voler acquistare anche con opere di ristrutturazione una unità immobiliare, riportando i dati catastali dell’immobile.

Inoltre bisogna indicare se si è nelle situazioni che hanno la precedenza nell’accesso del fondo prima casa tra cui essere under 36 e di avere un’Isee inferiore ai 40 mila euro per poter richiedere la copertura della garanzia statale massima, quella dell’80% del mutuo.

Il fondo prima casa

Come spiega anche il sito di Consap, il fondo è rivolto ai cittadini che, alla data di presentazione della domanda di mutuo per prima casa non hanno immobili abitativi anche all’estero, il finanziamento richiesto deve essere entro la soglia di 250 mila euro.

Il Fondo prevede una garanzia pubblica del 50% elevata appunto all’80% se si è under 36 e con una situazione Isee al di sotto dei 40 mila euro.

“In caso di richiesta della garanzia del Fondo” spiega Consap, “parte mutuataria e parte datrice di ipoteca devono sempre coincidere con i richiedenti l’accesso al Fondo poiché, come previsto dalla vigente normativa, non è possibile l'intervento di ulteriori garanzie (terzo datore di ipoteca) in presenza della garanzia statale”.

12 ottobre 2021 di

Altre news

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Ultimi approfondimenti:

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo