Glossario

Banca d'Italia

12 agosto 2011

La Banca d’Italia, nota anche come Bankitalia, è l’istituto bancario centrale della Repubblica Italiana e dal 1998, insieme agli altri 26 Paesi membri dell’Unione Europea, fa parte del SEBC (Sistema Europeo delle Banche Centrali). Operando nel settore economico e finanziario, essa persegue obiettivi di carattere generale quali la stabilità dei prezzi e l’efficienza del sistema finanziario, coerentemente con i principi dell’Eurosistema e della Costituzione italiana. La Banca d’Italia è tenuta a svolgere le proprie attività in modo limpido, divulgando dati e informazioni all’insegna della massima trasparenza e conservando comunque una forte autonomia nei limiti delle direttive nazionali.

Istituita nel 1893 con la fusione di quattro banche già esistenti, la Banca d’Italia ottiene in seguito l’autorizzazione esclusiva all’emissione della moneta e le vengono affidati compiti di vigilanza sulle banche italiane. Nel 1936 diviene istituto di diritto pubblico, mentre negli anni successivi vengono consolidati i suoi poteri di vigilanza e ne viene estesa la tutela giuridica in termini di autonomia operativa. Ciò ha contribuito al riequilibrio finanziario e alla stabilità della Lira conquistati dopo i periodi di inflazione (la fase post-bellica e gli shock economici degli anni Settanta) e, insieme al fondamentale rispetto dei parametri stabiliti dal Trattato di Maastricht, ha posto così le basi per l’ingresso dell’Italia nel primo gruppo di nazioni che hanno adottato l’Euro nel 1999.

In seguito allo scandalo finanziario in cui fu coinvolto nel 2005 il governatore di Bankitalia Antonio Fazio, e alle conseguenti dimissioni di quest’ultimo, la nuova legge sulla tutela del risparmio (n. 262) ha destituito la carica di Governatore a vita ed introdotto un mandato della durata di sei anni, rinnovabile una sola volta. L’attuale governatore della Banca d’Italia è Mario Draghi, in carica dal dicembre 2005.

Le attività principali di Bankitalia sono le seguenti:

•    la partecipazione al Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea e ad organismi internazionali quali Fondo Monetario Internazionale e Banca Mondiale;
•    la vigilanza e la regolamentazione delle funzioni svolte da istituti bancari, intermediari finanziari, Istituti di Moneta Elettronica e intermediari non bancari;
•    la sorveglianza sui mercati finanziari e monetari e sul sistema dei pagamenti;
•    l’analisi dello stato economico del Paese e la diffusione delle relative informazioni, anche tramite la Relazione annuale del governatore;
•    il controllo del riciclaggio di denaro (antiriciclaggio).

La struttura della Banca d’Italia ha il suo fulcro nell’Amministrazione Centrale, che ha sede a Roma e detiene le principali funzioni strategiche ed operative dell’istituto. La rete di Filiali – suddivise in Sedi e Succursali – si estende su tutto il territorio nazionale e si occupa, a livello locale, di gran parte delle attività di analisi e vigilanza sopra elencate. Esistono infine tre Delegazioni estere di Bankitalia a Tokyo, Londra e New York, le quali mantengono i rapporti con gli enti internazionali e con le istituzioni finanziare di quei Paesi.

Contatti

Roma
Via Nazionale, 91 – 00184
Tel.: +39 06 47921
Casella di posta elettronica dell'Istituto:
email@bancaditalia.it

Forse ti interessa anche ...

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore.
Bastano 2 minuti!