In Spagna esiste una vera 'isola felice' senza tasse e senza mutui

Pubblicato il 12 February 2015

Quando l'utopia diventa realtà, si potrebbe dire. Esiste un paese nel mondo senza disoccupati e senza mutui da pagare, dove tutti hanno lo stipendio garantito? Sì, esiste: è un piccolo centro abitato situato in Andalusia, nei pressi di Siviglia. Si chiama Marinaleda, piccolo comune rurale con decine di ettari di terreno coltivabile e con alberi di ulivo: conta 2.700 abitanti più o meno, ognuno col suo lavoro e con la sua casa. Tutto merito della politica economica dell'alcalde, Juan Manuel Sànchez Gordillo, sindaco illuminato che resiste nello scranno di primo cittadino da oltre trent'anni. Il principio ispiratore del sindaco si fonda sulla cooperazione e l'obiettivo da realizzare è proprio un’utopia, come sta scritto sullo stemma della città, che recita: “Marinaleda, un’utopia verso la pace”.

La rivoluzione del sindaco Gordilo. Il rivoluzionario sindaco Sànchez Gordillo, tramite una riforma agraria approvata in passato, ha ottenuto che il governo andaluso affidasse ai cittadini di Marinaleda i terreni di cui è circondato il paese: i cittadini, a loro volta si sono organizzati in una mega cooperativa agricola in modo da poterli gestire e adesso garantiscono la propria sussistenza producendo e trasformando prodotti agricoli come peperoni, carciofi, olive e legumi. In questo modo, i disoccupati, a Marinaleda, sono pari a zero perché tutti impiegati in una vera cooperativa che rappresenta la forza economica del paese, visto che impiega il 70% dei residenti: il 30% restante lavora negli uffici o nelle scuole o ancora in piccole botteghe a conduzione famigliare. Lo stipendio, uguale per tutti, è di 47 euro al giorno per sei giorni lavorativi la settimana, lo stesso stipendio che percepiscono gli operai dei campi e quelli dell’industria della trasformazione, al di là della mansione ricoperta oppure dalle ore di lavoro effettivamente svolte (sei ore al giorno per coltivare la terra, otto ore al giorno per gli operai in fabbrica). I prodotti che vengono raccolti e poi trasformati sono destinati al mercato interno e all’export, nella regione, in tutta la Spagna e anche all’estero: l'olio d'oliva, tanto per citare un esempio, arriva fino al Venezuela.

Il paese senza mutui. Ma le caratteristiche particolari di Marinaleda non finiscono qui. Ce n'è una, soprattutto, che fa di certo invidia al nostro mondo capitalista e consumista visto che riguarda un bene primario come la casa. A Marinaleda, il contributo mensile medio necessario per acquistare un'abitazione, che misura in media attorno ai 90 metri quadri, è di 15 euro. Non esistono mutui da pagare: terreno e progetto sono a carico del municipio, i soldi per realizzare l'edificio li presta il governo andaluso, senza interessi. Una volta ricevuti, i fondi vengono amministrati dal comune direttamente e non finiscono in nessuna banca. Chiunque sia interessato ad acquistare, non deve accendere un mutuo prima casa ma può contribuire con la sua forza lavoro a costruire materialmente l’abitazione. Finora sono state realizzate 317 case, ma molte altre sono in fase di progettazione.

Tasse basse in nome del fai da te. E non è tutto. Nel paese andaluso non esiste la Polizia, semplicemente perché non esiste la criminalità: le cariche politiche sono volontarie, senza compensi, e vengono svolte soltanto per il bene della collettività. Le tasse sono bassissime, il bilancio comunale è pubblico: i conti vengono affissi su una lavagna mobile consultabile in qualsiasi momento dai cittadini. Il servizio di pulizia delle strade e degli spazi comuni è garantito alla domenica, in quelle che vengono comunemente chiamate le “domeniche rosse”: in quel giorno ognuno pulisce la sua zona, compresi aiuole e giardini. Tutti gli altri servizi vengono resi alla cittadinanza a un prezzo simbolico: la mensa scolastica, per esempio, costa 12 euro, la piscina comunale costa 3 euro per tutta l'estate.

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo