Sono sempre di più gli immobili italiani venduti agli stranieri

Pubblicato il 14 October 2014

Nel 2013, secondo le rilevazioni di Scenari Immobiliari, società specializzata nelle ricerche sull’andamento del settore, nel nostro Paese oltre 5 mila stranieri hanno comprato un'abitazione. Agli stranieri, quindi, piace il mattone made in Italy. E non sono solo provenienti dalla Germania, come tradizionalmente avvenuto, ma anche da Paesi molto più lontani tra cui la Russia. Ma il dato potrebbe essere ancora più elevato se si tiene conto anche degli immobili acquistati da società.

Rispetto al 2005, anno in cui si è iniziato a tener d’occhio il fenomeno, il numero di acquirenti di immobili provenienti dall’estero è aumentato del settanta per cento, mentre gli investimenti sono aumentati di oltre tre volte, arrivando quasi a 2,5 miliardi di euro.

Nell'arco di questo decennio il tipo di acquirente e le sue motivazioni sono cambiate.

I tedeschi ormai rappresentano la metà dei compratori esteri mentre è in forte crescita l'acquisto da parte dei russi. I nuovi compratori provengono sempre più dall'Asia e scelgono le grandi città. In forte calo sono risultati essere gli storici acquirenti di case nel nostro Paese, come inglesi, francesi o giapponesi.

In passato una fascia ristretta di compratori con elevata disponibilità di spesa indirizzava la propria ricerca di un immobile verso casali nel Chianti o verso castelli, oppure case di lusso a Venezia o nel centro di Roma. Gli altri acquirenti cercavano seconde case al mare (in primis in Veneto) o al lago a prezzi bassi. L'investimento medio era di poco superiore a 240mila euro.

Negli anni più recenti siamo diventati la meta prescelta (dopo la Francia, ma prima di Spagna e Grecia) per  la ricerca di un “buen retiro” per la pensione. La domanda continua a orientarsi verso il modello italiano di vita e i piccoli borghi a misura d'uomo. Ma l’acquisto di immobili si presenta molto più vario e articolato rispetto al passato: non solo quindi casali di alto livello in Toscana, ma anche masserie in Puglia o i piccoli borghi delle Marche, regione salita di recente ai primi posti della classifica del gradimento di molti  acquirenti stranieri.

Perde un po' di fascino il Lazio, pur mantenendosi sostanzialmente stabile in classifica e accreditandosi, con Roma in particolare, come meta classica per gli stranieri in cerca di casa nel nostro Paese. Rispetto al 2005, l'investimento medio è salito e si avvicina oggi a mezzo milione di euro.

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo