Decreto Cura Italia: la sospensione dei mutui prima casa quali effetti avrà?

Eccole possibili conseguenze sul sistema bancario

Eccole possibili conseguenze sul sistema bancario

Pubblicato il 18 marzo 2020

È stato firmato e approvato l'atteso decreto Cura Italia che prevede interventi a favore delle famiglie in difficoltà per colpa del coronavirus. Una fetta consistente degli aiuti riguarda i mutui prima casa, le cui rate potranno essere sospese per un massimo di 18 mesi, con il potenziamento del Fondo di garanzia e il Fondo solidarietà mutui prima casa, il Fondo Gasparrini. La sospensione delle rate dei mutui e dei prestiti è stata estesa per nove mesi ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti.

Come funziona la sospensione dei mutui prima casa. La sospensione delle rate dei mutui, già prevista dal Fondo di Solidarietà istituito con Legge n. 244/2007, è rivolta a famiglie e soggetti titolari di mutui prima casa che siano in temporanea difficoltà economica a causa di cessazione del rapporto di lavoro o di sospensione o, ancora, di riduzione dell’orario di lavoro, dovuto a decesso o a grave infortunio. La sospensione riguarda il pagamento della quota capitale del mutuo: gli interessi andranno comunque corrisposti. Con il nuovo decreto Cura Italia del 16 marzo è ora possibile chiedere la sospensione del mutuo, al massimo per due volte e per un periodo massimo di 18 mesi, prorogando così la scadenza del mutuo stesso. Il Fondo provvede al pagamento degli interessi compensativi nella misura del 50% di quelli maturati sul debito residuo durante il periodo di sospensione.

Sospensione del mutuo anche per lavoratori autonomi e liberi professionisti. Per 9 mesi possono beneficiare della sospensione dei mutui i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che autocertifichino di avere registrato “in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 o nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data”, una riduzione del fatturato superiore al 33% rispetto a quello dell’ultimo trimestre 2019, a seguito della chiusura o della riduzione del lavoro subentrata dopo l'adozione delle misure varate dall’autorità competente col diffondersi del Covid-19.

Meno rate, meno liquidità per le banche... Quale effetto può avere questa misura lo rivela S&P, secondo cui la sospensione dei pagamenti dei mutui prima casa riduce il flusso di cassa degli emittenti e, contemporaneamente, li obbliga a sostenere i costi della transazione. La riduzione della raccolta, dunque, potrebbe avere come conseguenza una minore liquidità per gli emittenti, cioè per le banche, mentre il mancato o il ritardato pagamento degli interessi potrebbe portare a conseguenze ancora più gravose; secondo S&P, tra queste, si parla di possibile default, anche se, precisa l'agenzia di rating, le transazioni in mutui generano una riserva di cash proprio per evitare eventualità come queste.

… ma ci sono le riserve di liquidità. Un altro problema è quello di capire quanto siano protetti gli investitori da un’erosione di liquidità come questa, dovuta alla sospensione nel pagamento dei mutui. In questo senso, S&P sostiene che le transazioni in mutui italiani contemplano riserve di liquidità che agiscono da protezione contro eventuali cali nella raccolta, proprio come quelli legati alla sospensione dei pagamenti delle rate a causa del coronavirus. Gran parte dei contratti italiani, specifica S&P, grazie anche a tassi d'interesse estremamente bassi, hanno riserve di liquidità sufficienti a coprire due anni almeno di spese e cedole, addirittura anche se la raccolta dovesse andare azzerarsi.

Tutta Europa è paese. E se la sospensione di mutui si estendesse ad altri Paesi europei? L’Italia, finora, è l'unico Paese Ue ad avere attuato la sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui. Se questa decisione venisse adottata da altri Paesi, secondo S&P, la situazione sarebbe simile a quella italiana. Dovunque, infatti, la finanza strutturata prevede delle misure di copertura per i rischi di liquidità, anche se lo fa per periodi che possono variare anche molto da paese a paese.

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo