Sospensione rate del mutuo con nuovo modello

Prorogati gli interventi fino al 31 dicembre 2022

Sono sette le pagine in cui riportare tutti gli elementi e requisiti previsti per legge che consentiranno di accedere ai benefici del Fondo Gasparrini prima casa con la richiesta della sospensione del mutuo al verificarsi di situazione di difficoltà prevista dalla legge.

Cos’è la sospensione delle rate del mutuo

Il fondo è rivolto ai titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa e prevede la possibilità di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà.

Con la legge di bilancio 2022 sono stati prorogati gli interventi fino al 31 dicembre 2022. E si applicano a una platea ampia di contribuenti anche ai lavoratori autonomi/liberi professionisti e cooperative edilizie a proprietà indivisa.

Requisiti

Per l’accesso non è obbligatorio presentare l’Isee, indicatore di situazione economica equivalente. Sono ammessi alla sospensione i mutui di importo fino a 400 mila euro anziché 250 mila; anche i mutui già ammessi alla garanzia del Fondo “Prima casa” possono accedere alla sospensione del pagamento delle rate.

Altra importante previsione: non si tiene conto delle sospensioni già concesse su mutui per i quali, all’atto della presentazione dell’istanza, sia ripreso, per almeno tre mesi, il regolare ammortamento delle rate di mutuo.

Il nuovo modello

L’Abi, con lettera circolare del 14 febbraio, ha aggiornato il modello che gli interessati devono restituire alla banca compilato nelle sue parti per poter usufruire della sospensione della rata dei mutui fino al 31 dicembre 2022. Sarà necessario riportare i propri dati anagrafici, allegando documento di identità, passaporto o documento di soggiorno. Se i titolari del mutuo sono più di uno dovranno essere riportati tutti i dati e documenti dei titolari del mutuo.

Si dovranno autodichiarare una serie di informazioni tra cui i dati relativi al mutuo e all’immobile. Sarà necessario indicare per quale delle condizioni previste dalla legge si chiede la sospensione del mutuo (da esempio la cessazione del rapporto di lavoro subordinato), allegando le documentazioni comprovanti lo stato.

Si esprime la richiesta in merito alla riduzione del numero delle rate e c’è infine uno specchietto da compilare da parte del terzo garante o terzi datori di ipoteca (o eredi subentrati quali cointestatari del mutuo); qualora siano impossibilitati a sottoscrivere il presente modulo di sospensione del mutuo in conseguenza dell’evento epidemiologico da COVID 19, il presente riquadro può essere sottoscritto esclusivamente dal richiedente/i per loro nome e conto.

I dati 2022

Consap in una nota di gennaio 2022 ha evidenziato che sono state 76.916 le domande ammesse al Fondo di garanzia per i mutui prima casa. Rispetto al 2020, dunque, sono state concesse 32.434 garanzie in più.

Quante volte può essere richiesta la sospensione della rata del mutuo?

In una nuova Faq Consap precisa che se il mutuo ha ripreso, per almeno 3 mesi, il regolare ammortamento delle rate, è possibile richiedere una nuova tranche di sospensione per il periodo massimo di 18 mesi da usufruire in non più di due volte; anche solo per il complemento a 18 mesi (esempio 12 mesi nel caso in cui si sia fruito di 6 mesi di sospensione) nel caso in cui il mutuo NON abbia ripreso, per almeno 3 mesi, il regolare ammortamento delle rate.

Ma precisa Consap che la condizione indispensabile per la presentazione di una richiesta di sospensione è che l’evento ipotesi si sia verificato nei tre anni antecedenti la richiesta di ammissione al beneficio.

22 February 2022 di

Altre news

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Ultimi approfondimenti:

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo