Mutuo cointestato e detrazioni

Si moltiplicano le domande dei nostri lettori riguardo le detrazioni degli interessi passivi dei mutui, in vista della prossima dichiarazione dei redditi. Per maggiore chiarezza, cerchiamo di indicare qui i casi in cui il mutuo sia cointestato: chi detrae gli interessi passivi?

La circolare di riferimento resta la 20/E del 2011, nella quale sono spiegati alcuni di questi casi. In particolare in caso di mutuo cointestato tra coniugi relativo all’abitazione principale, se entrambi risultano intestatari sia del mutuo che della proprietà della casa, il 19% degli interessi passivi detraibile, fino ad un massimo di 4 mila euro, andrà ripartito tra i due (per un massimo, quindi, di 2 mila euro ciascuno). In caso uno dei due coniugi sia fiscalmente a carico dell’altro (ma risulti comunque intestatario di casa e mutuo), l’altro potrà dedurre il 100% degli interessi passivi. Altro caso è quello in cui uno dei due coniugi risulti intestatario del mutuo ma non della proprietà della casa, o viceversa. In questo frangente, a detrarre gli interessi passivi sarà solo quello dei due che avrà entrambe queste caratteristiche, e potrà farlo solo al 50% in caso di contestazione del mutuo, e al 100% se risulta l’unico intestatario del mutuo, anche se proprietario solo di una quota della casa.

Quanto ai casi di separazione o divorzio, in realtà non creano nessun problema né al contratto di mutuo né alla detraibilità degli interessi, che continuano a funzionare come sopra, a meno che uno dei due non voglia smettere di pagare o liberarsi dalla proprietà della casa. Cosa può accadere in questi casi lo abbiamo spiegato qui. Aggiungiamo che, nel caso nella sentenza di separazione sia stato deliberato che ad uno dei due coniugi spetti il pagamento del mutuo (anche se non ne è intestatario), questi ha diritto a detrarre gli interessi passivi.

In caso il mutuo sia servito per l’acquisto della nuda proprietà di un immobile di cui un altro (figlio, coniuge, compagno) è usufruttuario, gli interessi passivi sono detraibili solo dal nudo proprietario. Ciò è vero anche nel caso in cui a pagare parte del mutuo sia lo stesso usufruttuario. Nel caso in cui sia l’usufruttuario a pagare l’intero mutuo – ad esempio un padre usufruttuario che ha intestato la nuda proprietà al figlio ma sostiene il pagamento dell’immobile – nessuno può detrarre gli interessi passivi. Non vale infatti la possibilità di detrarre gli interessi al posto del familiare fiscalmente a carico, norma che vale solo tra coniugi ma non, ad esempio, tra padre e figlio.

In caso il mutuo sia cointestato tra genitori e figli, come anche la proprietà della casa, la detrazione spetta a tutti secondo le proprie quote: ad esempio, se si parla di due genitori e due figli, ognuno potrà detrarre un quarto degli interessi. Se uno dei figli non lavora e non percepisce reddito, non potrà detrarre nulla e nessuno potrà farlo al posto suo; se ciò avviene per uno dei due genitori, come detto sopra, sarà il coniuge a poter detrarre la sua quota. Se i genitori figurano solo come garanti di un mutuo intestato ad un figlio, ma non cointestatari, non potranno detrarre nulla.

Infine, in caso di decesso di uno dei due cointestatari, e in caso subentri nel pagamento l’altro cointestatario o gli eredi del deceduto, sarà possibile per loro detrarre la relativa quota di interessi passivi. Se gli eredi sono più di uno, ma esiste un accordo tra di essi in modo che solo uno di loro paghi le rate del mutuo, sarà solo l’erede che paga le rate a poter detrarre gli interessi passivi.

4 May 2016 di

Altre news

Commenti

  • D Donato2016-06-03 15:33:32

    Buongiorno, volevo cortesemente sapere se in sede di dichiarazione congiunta mia moglie che non supera gli 8000 € lordi la sua quota degli interessi del mutuo e le spese sanitarie possono essere detratte per la percentuale del 19% nel calcolo totale poi del mio credito o debito che sia in quanto sono io marito che presenta la dichiarazione ? Grazie

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-06-09 10:36:19

    Caro Donato, da quel che capisco sua moglie non presenta dichiarazione dei redditi e lei vuol sapere se può detrarre le spese della sua consorte in sua vece. Mi spiace dirle che questo non è possibile. In caso sua moglie sia cointestataria con lei di un mutuo lei può però anche la quota degli interessi passivi di sua moglie.

    Rispondi
  • o olga2016-06-30 18:19:01

    Buongiorno, nel caso in cui ci siano spese per ristrutturazione edilizia con fatture intestate solo al marito, i bonifici fatti cointestati e la moglie non ha sufficiente spazio fiscale (reddito di poco superiore agli 8000€) si può portare tutto in detrazione la moglie? Grazie

    Rispondi
  • d deborah2016-07-13 20:44:03

    Salve sono Deborah da Vicenza volevo chiedere se in sede di divorzio si è obbligati a liquidare l'ex coniuge perché non vuole più pagare metà mutuo cointestato e volevo sapere anche se si poteva vendere l'appartamento una volta finito di pagare il mutuo.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-07-15 10:17:53

    Gentile Deborah, tutto si può fare se trovate un accordo. Legga anche questo articolo per maggiori informazioni: http://www.mutui.it/mutuando/mutui-e-separazione.html

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-07-15 11:27:09

    Gentile Olga, in generale detrae l'intestatario delle fatture. Se la moglie non presenta dichiarazione dei redditi ovviamente non può detrarre nulla.

    Rispondi
  • S Sergio2016-09-18 00:36:56

    Devo fare un mutuo cointestato ma l'immobile sarà intestato solo a mia moglie. Per non perdere la mia quota di interessi passivi è possibile nell'atto notarile dividere il mutuo per quote in modo che a mia moglie spetti una quota del 90% e possa così poi detrarsi il 90% degli interessi invece del classico 50%?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-09-30 12:19:07

    Caro Sergio, se lei non si intesta almeno in parte anche la proprietà della casa, non potrà detrarre nulla in nessun caso.

    Rispondi
  • A Ale2016-11-05 09:01:56

    Ho un mutuo cointestato con mio papà con una quota del 20% sull'immobile; può mio padre accollarsi tutto il mutuo in modo da uscirne per l'acquisto della mia casa?

    Rispondi
  • s sarah2016-11-07 13:57:57

    Salve vorrei sapere prima del 2016 chi poteva detrarre gli interessi passivi di mutuo: solo gli intestatari dello stesso o anche i garanti? Grazie mille

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-11-08 09:16:10

    Caro Ale, se mutuo e proprietà di casa sono cointestati, ciascuno di voi può detrarre al massimo il 50% degli interessi passivi. Detto ciò, se suo padre desidera accollarsi l'intero pagamento del mutuo può farlo, ma continuerà a detrarre il 50% degli interessi passivi; a meno che non desideriate rinegoziare il mutuo con la banca in modo che risulti intestatario del mutuo al 100% solo suo padre. In questo caso lui potrà detrarre il 100% degli interessi passivi.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-11-08 09:16:26

    Gentile Sarah, da sempre a detrarre sono solo gli intestatari del mutuo (non, quindi, il garante, che non è intestatario).

    Rispondi
  • l luigi2016-11-11 16:34:30

    Devo fare un mutuo cointestato con mio padre lui con il 10% io con il 90%. La casa è intestata al 100% a me come prima casa, che percentuale posso scaricare degli interessi passivi?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2016-11-22 16:11:56

    Caro Luigi, suo padre non può scaricare gli interessi passivi in quanto non è proprietario, lei solo può scaricare gli interessi passivi relativi alla sua quota.

    Rispondi
  • a alesia2016-12-13 21:54:48

    Buongiorno, vorrei acquistare la casa con il mio fidanzato, lui ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato, io ho avuto un contratto di tre mesi stagionale, vi chiedo se può essere cointestato sia il mutuo sia l'immobile.

    Rispondi
  • A Alessio 2016-12-19 07:53:43

    Salve volevo sapere in caso di mutuo intestato a tre persone (io, mia moglie e mio padre) chi può detrarre gli interessi passivi dal 730? Da premettere che mia moglie non lavora, ma abitiamo insieme e che l'abitazione è intestata a me e mia moglie. Grazie.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-01-03 16:44:03

    Cara Alesia, in teoria è sicuramente possibile. Quanto al mutuo, però, è necessario che sentiate la vostra banca in modo da capire se le garanzie da voi fornite siano sufficienti o se dovrà rendersi necessaria qualche garanzia in più.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-01-03 16:44:43

    Gentilissimo Alessio, se l'abitazione è intestata solo a lei e a sua moglie ma non a suo padre, solo lei e sua moglie potete detrarre.

    Rispondi
  • G Giulia2017-01-21 17:50:22

    Salve, io e il mio compagno(NON siamo sposati) dobbiamo acquistare casa al 50%.Il limite dei 4.000 euro per la detrazione degli interessi in questo caso è per persona avendo due 730 separati? Possiamo detrarre il 50% degli interessi a testa con un tetto di 4.000? Spero di essermi spiegata bene. Grazie

    Rispondi
  • E Elena2017-01-23 14:24:18

    Salve, vorrei chiedere un'informazione. Io e il mio ragazzo vorremmo comprare una casa e fare un mutuo. I suoi genitori sono stati dipendenti della banca, adesso in pensione. Il mio ragazzo vuole aprire un mutuo con sua mamma perché così le tasse per i figli dei dipendenti della banca sono minime, ma il mio problema è che, facendo una cosa del genere la casa, pur comprata per noi due va intestata solo a lui e alla sua famiglia. Allora noi siamo solo conviventi e dato che io dovrei pagare parte del mutuo se voglio andare in questa casa, come posso fare a risultare anche io sulla casa, premettendo che non vorrei pagare una cosa che non mi assicuri che sia anche mia. Loro dicono che non è possibile se fanno un mutuo a nome loro, risultare sulla casa anche io, ma io non voglio pagare sperando che un giorno tutto andrà bene. Grazie mille dell’attenzione.

    Rispondi
  • F Federica 2017-02-02 20:52:49

    Buongiorno, io e mio marito stiamo acquistando casa, io acquisto il 90%, lui il 10%. Lui è già proprietario di una casa acquistata prima del matrimonio. Ci hanno consigliato di fare la separazione dei beni, di acquistare entrambi l' immobile da adibire a prima casa, ma di intestare il mutuo solo a lui dato che il mio reddito lordo non supera gli 8000 euro. Domanda, essendo mio marito comproprietario al 10% potrà scaricare gli interessi del mutuo dell' abitazione principale?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-02-06 17:14:42

    Gentile Giulia, il tetto di 4.000 euro è totale.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-02-06 17:15:10

    Gentile Elena, le suggerirei, se le è possibile, di pagare la sua parte di casa in contanti, in modo che il suo ragazzo e la sua famiglia possano intestarsi il mutuo a piacimento, ma lei possa comunque intestarsi la sua quota senza equivoci. Condivido la sua considerazione che non sarebbe giusto chiederle di partecipare alla rata di un mutuo tra i cui intestatari lei non risulta; tuttavia, le dico che alla peggio potrebbe farlo, versando volta per volta la sua parte direttamente al suo ragazzo o ai suoi (avendo però cura di segnare volta per volta l’ammontare versato, e di far certificare tale somma davanti ad un notaio in caso di futuri dissapori col suo convivente, perché nessuno possa negare che lei ha partecipato alle spese). Le dico anche che, pur non essendo formalmente intestataria del mutuo, lei può tranquillamente risultare intestataria di una quota dell’abitazione.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-02-07 09:57:29

    Gentile Federica, potrà farlo.

    Rispondi
  • g giuseppe 2017-02-22 15:18:22

    Buon giorno, mio figlio sta comprando casa con la sua fidanzata, dovendo fare un mutuo dove io sarei contestatario, ed essendo già proprietario di un altro immobile, sarei fiscalmente penalizzato? Cioè, dovrei pagare più tasse sulla casa?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-03-07 14:19:39

    Gentile Giuseppe, sicuramente non godrebbe delle agevolazioni prima casa, e pagherebbe le aliquote relative alla seconda casa: https://www.mutui.it/mutuando/case-vacanza-mutui-e-condizioni.html

    Rispondi
  • M MANUEL2017-03-29 14:09:13

    Salve sono proprietario di un immobile del 70%; il 30% è della mia compagna. In fase di 730 quanto posso scaricare avendo il mutuo cointestato? Grazie anticipatamente

    Rispondi
  • A AURORA2017-04-02 13:10:03

    Salve io e mio marito vorremmo fare un mutuo cointestato, però la casa verrà intestata solo a me. Preciso che io sono a carico suo, non avendo un lavoro al momento; volevo sapere se può detrarre le spese essendo lo stesso a carico suo. Grazie

    Rispondi
  • v valentina2017-04-04 07:36:24

    Buongiorno, in caso di immobile intestato ad una persona e mutuo intestato a due persone (fidanzate) quanto si detrae degli interessi passivi? Rientra nello stesso caso dei coniugi? 50% interessi passivi solo per chi è sia intestatario della casa sia del mutuo? Grazie

    Rispondi
  • F Fabio2017-04-06 12:30:50

    Salve, le chiedo gentilmente un'informazione, io e la mia fidanzata siamo cointestatari sia del mutuo che dell'immobile, ed entrambi contribuiamo al pagamento delle rate, ciascuno al 50%. Abbiamo però concordato con la banca che la rata viene addebitata ogni mese nel mio conto corrente personale, e la mia compagna ogni mese fa quindi un bonifico sul conto pari alla metà della cifra. Nonostante questo possiamo comunque entrambi detrarre ciascuno la propria parte del mutuo giusto? Grazie in anticipo

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-04-10 09:15:18

    Caro Manuel, la detrazione degli interessi del mutuo spetta in tagione della quota di intestazione del mutuo, non della proprietà della casa. Quindi, se non diversamente specificato, nel suo caso si tratta del 50%.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-04-10 09:15:58

    Gentile Aurora, se suo marito non risulterà intestatario almeno di una quota minima della casa, non potrà detrarre nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-04-10 09:17:54

    Gentile Valentina, a detrarre gli interessi passivi è solo colui che risulta sia intestatario di almeno una quota di immobile che anche del mutuo.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-04-10 09:18:28

    Caro Fabio, sì è corretto, purchè entrambi risultiate a tutti gli effetti intestatari sia dell'immobile che del mutuo.

    Rispondi
  • A Antonio2017-04-18 16:04:43

    Gent.le Floriana, grazie dell'articolo e delle risposte. Volevo chiedere un chiarimento che mi riguarda e mi interessa. Se la casa è intestata solo alla moglie, si è in separazione dei beni, la casa è stata adibita a abitazione principale da entrambi, il mutuo è cointestato ma lo paga il marito dal suo conto corrente, nessuno è fiscalmente a carico dell'altro avendo entrambi due lavori da dipendenti, mi sembra di capire che solo la moglie può detrarre e solo per il 50%, giusto? Cioè il marito, anche se paga e usa l'abitazione principale scelta dal nucleo familiare ed entrambi hanno un regolare lavoro, non può riportare nulla nella dichiarazione dei redditi? Solo la moglie e solo per metà degli interessi? Ma è da sempre così? E come è possibile che finora, dopo 12 anni, il marito ha detratto anche il "suo" 50% (in ottima fede) E nessuno ha mai corretto la cosa? E' normale? E corre il rischio di un controllo retroattivo? Grazie mille

    Rispondi
  • G Gerardo2017-04-20 09:10:27

    Buongiorno, sono cointestatario al 50% con mia moglie (non fiscalmente a carico) di un appartamento su cui grava un mutuo prima casa di cui sono intestatario al 100%. La mia domanda è: posso dedurre il 100% degli interessi o solo il 50%?

    Rispondi
  • C Carla2017-04-26 22:08:39

    Buonasera, volevo porre un quesito: se la casa di abitazione principale è intestata solo alla moglie, il mutuo è cointestato tra moglie e marito, la moglie è a carico fiscalmente del marito (e casalinga senza nessun altro reddito), gli interessi del mutuo posso essere detratti in qualche modo nella dichiarazione del marito? E la casa deve essere segnata nel quadro b degli immobili?

    Rispondi
  • M Massimimiliano2017-05-05 14:19:24

    Salve vorrei una delucidazione. Ho un mutuo cointestato con mia moglie che è la sola proprietaria dell’immobile. Mia moglie può scaricare solo il 50% degli interessi per un massimo di 2000 euro? Io essendo in militare fuori dal mio luogo di nascita posso scaricarli in quanto abitazione principale? Anche se non intestata a me ?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-09 09:52:36

    Gentile Antonio, esatto, se lei non è contemporaneamente intestatario del mutuo e della casa non può detrarre il suo 50%, solo sua moglie può. E' così da sempre, da quel che mi risulta. I controlli possono sempre avvenire, se finora non ci sono stati buon per lei...

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-09 10:01:59

    Buongiorno Gerardo, lei può detrarre il 100%.

    Rispondi
  • f florina gherghe2017-05-11 12:03:27

    Buongiorno, vorrei sapere se ho il diritto per la detrazione se ho un mutuo cointestato con mia figlia ma la casa è intestata solo a lei, siamo residenti tutti e due nella casa di proprietà di mia figlia, sul 730 precompilato dall'agenzia delle entrate risulta che posso usufruire della detrazione, mi potrebbe consigliare visto che ci sono pareri contraddittori?

    Rispondi
  • D Domenico2017-05-13 14:42:38

    Buon pomeriggio, cortesemente, ho un mutuo cointestato con mia moglie, entrambi intestatari sia del mutuo che proprietà della casa, mia moglie fiscalmente a carico, quanto posso detrarre 4000 o 2000 euro nel 730 compilato solo da me? Grazie e cordiali saluti

    Rispondi
  • F Felice2017-05-16 12:21:55

    Buongiorno, io vorrei alcune delucidazioni su due situazioni in cui mi trovo: Buongiorno, io vorrei alcune delucidazioni su due situazioni in cui mi trovo: ho una casa di mia proprietà in cui non ho la residenza (mi sono trasferito per motivi di lavoro altrove) quindi seconda casa. per questa casa pago un mutuo cointestato al 50% con mia moglie (moglie a carico). ho recentemente acquistato un appartamento (in separazione di beni) intestandolo 1% a me e 99% a mia moglie, mutuo cointestato 50% (per lei è prima casa e per me no). quello che mi chiedo è: posso detrarre gli interessi passivi del 1° e o del 2°appartamento? e se si in che percentuale?. Grazie di cuore. Felice

    Rispondi
  • F Fota Stefan 2017-05-16 18:06:14

    Buongiorno, nel 2012 ho fatto un mutuo dove sono l'unico proprietario della casa però al mutuo ho dovuto includere mio cugino (come cointestatario della rata) per poter facilitare la risposta positiva. Adesso mi trovo che non posso dettare tutti gli interessi passivi perché il mutuo e cointestato e mi dicono che poso detrarre solo il 50% anche se io sono l'unico che paga la rata e la casa è tutta mia . Cosa posso fare per poter detrarre al 100% ? Come posso cambiare la posizione del mio cugino nella banca? Grazie

    Rispondi
  • L Luigi2017-05-16 23:07:56

    Salve, mia moglie ha acquistato casa, non ha reddito, abbiamo quindi fatto un mutuo cointestato grazie al mio reddito. Io e mia moglie abbiamo due residenze diverse e la separazione dei beni. Gli interessi passivi vanno scaricati al 50%?

    Rispondi
  • M Maurizio2017-05-21 06:34:15

    Salve, io nel 2003 ho acquistato casa cointestando al 50% sia casa che mutuo insieme a mio fratello io da oramai tanti anni vivo con mia moglie in un'altra casa e non essendo residente pago IMU (280€ all'anno) perché risulta seconda casa; vorrei sapere perché, visto che io della casa non ne ricavo niente semmai venga venduta cioè ha pagato il mutuo mio fratello da 10 anni a questa parte e quindi mi sento di non chiedere nulla umanamente. Chiedevo, per intestare mutuo e casa al 100% a mio fratello già cointestatario al 50% che spesa dovremmo affrontare? E se è fattibile in modo da non dover più pagare l'IMU perché oramai di detrazioni per gli interessi prendo proprio poco e quindi ci rimetto e basta. Grazie, Maurizio.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-23 09:32:49

    Gentile Massimiliano, se lei non è intestatario sia della casa che del mutuo non può detrarre nulla. Come giustamente ha invece detto, sua moglie può detrarre il 50% degli interessi passivi.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-23 09:39:01

    Gentile Florina, se lei non è intestataria sia della casa che del mutuo non può detrarre nulla, mentre sua figlia può detrarre il 50%.

    Rispondi
  • A Antonino ROMEO2017-05-23 19:55:39

    Sono proprietario di un'immobile (prima casa) e sposato in separazione dei beni. Con mia moglie stiamo acquistando una casa che risulterà essere totalmente di sua proprietà e prima casa per lei (ovviamente porteremo la residenza in questa nuova casa). Mia moglie è casalinga e a carico mio. Il notaio mi aveva consigliato di fare un mutuo con mutuataria mia moglie al 100% ed io garante. Ma in questo caso perderei la possibilità di detrarre gli interessi. L'agente con cui sto facendo la pratica di mutuo mi ha invece consigliato di fare un mutuo cointestato al 50% per poter detrarre il 100% degli interessi in quanto mia moglie è a carico mio. Potrei avere un suo parere a riguardo? Grazie

    Rispondi
  • E Elisabetta2017-05-25 13:01:32

    Buongiorno. Ogni anno ho lo stesso dubbio e rischio di perdere rimborsi dal 730 per un eccesso di prudenza. Io e mio marito siamo cointestatari di un mutuo per la costruzione della prima casa. La proprietà è solo di mio marito. Nel caso della costruzione il limite massimo della detrazione è 2.582,28 euro. Gli interessi sono circa 4.000 euro. Mi chiedo: mio marito può detrarre il 50% di 2.582,28 euro (quindi 1.291 euro) oppure può arrivare al 50% degli interessi realmente pagati (in questo caso circa 2.000 euro), ovviamente stando al di sotto dei 2.582,28 euro?

    Rispondi
  • M Maria2017-05-25 20:38:33

    Buonasera. Ho acquistato una prima casa a me intestata da un anno e dove risiedo, con mutuo cointestato con mio marito poiché io sono disoccupata. Mio marito è già proprietario di altro immobile in altra regione dove per lavoro fa residenza lo ha acquistato prima del matrimonio. Il nostro dubbio è: può lui scaricare le spese notarili e degli interessi del mutuo visto che io sono a carico suo? Se si cosa può scaricare, tutto o 50%? Grazie

    Rispondi
  • p paola2017-05-26 07:57:16

    Sono intestataria di un mutuo con mio figlio; la rata la dobbiamo pagare al 50%? Dopo la morte di mio padre sono comproprietaria con mia sorella e mia mamma dello stesso appartamento. In attesa di risposta la ringrazio.

    Rispondi
  • C Cristina2017-05-26 18:42:14

    Salve, io mio marito e i miei due figli siamo intestatari di un mutuo per l'acquisto della prima casa, noi genitori siamo usufruttuari e i ragazzi proprietari della nuda proprietà, nei 730 lo possiamo scaricare tutti il mutuo?

    Rispondi
  • m marco2017-05-30 14:10:41

    Buongiorno, ho acquistato casa intestata al 50% con mia moglie, però l'atto di mutuo è intestato solo a me. Posso scaricare gli interessi passivi del mutuo al 100%? Grazie

    Rispondi
  • S Serena2017-05-30 22:46:39

    Buonasera. Mio marito è proprietario 100% della casa dove ambedue risiediamo. Mutuo cointestato. Lui è a mio carico poiché non ha reddito. Posso detrarre una quota degli interessi di mutuo? Resto in attesa e la ringrazio

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 13:57:59

    Caro Maurizio, se lei paga imposte su quella casa, come giustamente osserva, è perché risulta seconda casa; per non pagare l'unica via è uscire dalla proprietà. Occorre quindi sia che suo fratello acquisti la sua quota di casa (per il prezzo che concorderete), sia che il mutuo venga sostituito da un altro, in cui suo fratello risulti unico intestatario. Per le spese, in questo caso, può chiedere un preventivo in banca.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 13:59:57

    Gentile Marco, sì può farlo.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 14:00:42

    Gentile Antonino, credo che sia migliore l'opzione del mutuo cointestato, come consigliato dal suo agente, proprio per le ragioni che lei descrive.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 14:01:17

    Cara Elisabetta, la detrazione riguarda gli interessi effettivamente pagati.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 14:01:42

    Gentile Maria, suo marito non può scaricare nulla perché non è proprietario della casa.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 14:02:27

    Gentile Paola, in teoria la rata del mutuo si presume divisa per le quote di intestazione, ma naturalmente se tra voi l'accordo è diverso, e qualcuno decide di pagare l'intera quota anche a nome dell'altro, per la banca non fa differenza (purché si paghi). L'importante è che tra voi intestatari le cose siano chiare, in modo da evitare problemi in futuro.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-05-31 14:03:13

    Gentile Cristina, se lei e suo marito non siete proprietari non potete scaricare nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-01 17:49:04

    Cara Serena, se lei non è proprietaria dell'immobile anche solo per una quota non può detrarre nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-01 17:49:50

    Gentile Domenico, lei può detrarre il 100% degli interessi passivi fino ad un massimo di 4mila euro.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-01 17:50:46

    Gentile Felice, se ben capisco la casa di sua proprietà è seconda casa sia per lei che per sua moglie, quindi su questa non ci sono detrazioni prima casa. Per quanto riguarda l'appartamento, che per sua moglie è prima casa, la detrazione per sua moglie è del 50% (perchè cointestataria del mutuo prima casa e perchè proprietaria almeno di una quota della casa). Verificherei però anche che l'appartamento possa risultare prima casa anche per lei: è infatti possibile che un immobile risulti prima casa se la sua residenza, per lavoro, è spostata altrove (purchè temporaneamente). Se questo fosse il caso anche lei potrebbe detrarre il 50% degli interessi passivi.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-01 17:52:13

    Gentile Stefan, perché lei possa detrarre gli interessi passivi al 100% deve risultare anche sulla carta l'unico intestatario del mutuo. Quindi dovrebbe estinguere il mutuo presente e accenderne uno nuovo che non includa suo cugino.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-01 17:52:58

    Caro Luigi, dipende: se siete entrambi intestatari al 50% potete detrarre entrambi al 50%. Se la casa è intestata solo a sua moglie, può detrarre solo lei al 50%.

    Rispondi
  • P Patrizia2017-06-05 18:37:02

    Buongiorno, ho acquistato casa con mio marito. Casa e mutuo al 50%. La fattura del notaio per il mutuo intestata al 100% a mio marito. La fattura del notaio è detraibile al 50% o tutta da mio marito che è l'intestatario della fattura?

    Rispondi
  • c cinzia2017-06-07 16:40:59

    Buongiorno, sono divorziata e proprietaria al 100% dell'immobile prima casa in cui abbiamo la residenza io ed il mio nuovo compagno. Il mutuo è cointestato al 50%: come ci comportiamo per la detrazione degli interessi passivi versati? Grazie saluti

    Rispondi
  • A AURORA2017-06-21 17:18:37

    Salve, volevo sapere se facciamo un mutuo cointestato e dal notaio un atto intestato solo a me, essendo io a carico di mio marito, può lui scaricare una parte di interessi?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-26 11:29:46

    Cara Patrizia, dal momento che la fattura è intestata a suo marito, sarà lui a poterne detrarre il 19%.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-26 11:31:49

    Gentile Cinzia, se lei è proprietaria al 100% solo lei può detrarre il suo 50%, mentre il cointestatario del mutuo, non essendo proprietario, non può detrarre nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-06-28 10:44:13

    Gentile Aurora, suo marito può detrarre gli interessi passivi solo se è intestatario sia del mutuo che di almeno una quota della casa. Se le cose stanno così, in caso lei sia a carico di suo marito, lui potrà detrarre il 100% (quindi anche la sua parte).

    Rispondi
  • K Katiuscia2017-07-06 10:48:04

    Buongiorno, ho acquistato un appartamento al 100% come prima casa, ma la banca ha preteso che mia madre fosse cointestataria del mutuo. In questo caso posso portare in detrazione solo il 50% degli interessi passivi? anche mia madre può detrarli (nel suo 730 sono inseriti). Grazie infinitamente.

    Rispondi
  • R Rosa2017-07-09 18:53:30

    Mutuo acquisto prima casa cointestato con il coniuge - E' possibile detrarre la mia quota di interessi passivi nel 730 dell'altro coniuge tenuto conto che non sono a carico dello stesso coniuge cointestatario del mutuo? Avendo un reddito di pensione, nei meccanismi di calcolo delle imposte, mi comporta per ogni anno di imposta, la perdita dell'importo del 19%. Ringrazio per la cortese risposta che Vorrete darmi.

    Rispondi
  • R Rosa2017-07-11 10:08:51

    Ripropongo il quesito apportando elementi di valutazione più specifici. Mutuo cointestato tra coniugi relativo all'acquisto abitazione principale entrambi intestatari sia del mutuo che della proprietà della casa. E' possibile detrarre la mia quota di interessi passivi nel 730 dell'altro coniuge tenuto conto che non sono a carico dello stesso coniuge cointestatario del mutuo? Avendo un reddito di pensione e di abitazione principale inferiore ad €.8.000, nei meccanismi di calcolo delle imposte, dopo aver detratto gli oneri relativi al 50% degli interessi di mutuo, mi comporta per ogni anno di imposta, la perdita del suddetto importo del 19% in termini di rimborso. Ringrazio per la cortese ed immediata risposta che Vorrete darmi.

    Rispondi
  • s sabrina2017-07-11 12:38:11

    Salve, io e il mio ragazzo vorremmo acquistare una casa ed esserne proprietari entrambi ma il mutuo intestato solo a lui. A lui risulterebbe acquisto di prima casa quindi gode delle agevolazioni, quest'ultime valgono comunque visto che ho parti di proprietà lasciate in donazione dai miei genitori? Per meglio dire, con tale situazione possiamo usufruire lo stesso delle agevolazioni di prima casa?

    Rispondi
  • F Fulvio2017-07-13 12:06:19

    Buongiorno, devo acquistare casa ed essendo coniugato in comunione di beni, l'appartamento verrà cointestato. Essendo mia moglie fiscalmente a carico mio (in quanto non lavora) volevo sapere se possiamo chiedere la cointestazione del mutuo, oppure se nel caso lo intestassi solamente a me, in quanto unico portatore di reddito, posso comunque detrarre l'intera quota di interessi passivi? Ringrazio.

    Rispondi
  • A Alessia Testa2017-07-15 17:41:16

    Buongiorno, io e il mio compagno vorremmo acquistare casa e intestarla al 30 per cento lui e 70 per cento io. Il motivo è che per lui sarebbe la terza casa e per me la prima. Cosa pagheremmo di aliquote? Casa da 185.000 euro.

    Rispondi
  • O Olga2017-07-18 10:12:13

    Buongiorno, vorrei capire una cosa. Il mio caso è un po’ complicato, io e mio marito quando eravamo fidanzati abbiamo comprato ognuno per sé la prima casa nello stesso terratetto però con unico mutuo intestato ad entrambi. Dopo un anno ci siamo sposati, e viviamo nella mia casa, la sua è chiusa e non vi abita nessuno. Cosa ci spetta a detrarre nel nostro caso?

    Rispondi
  • S Salvatore2017-07-18 11:13:20

    Buongiorno, l'appartamento in cui viviamo è intestato al 100% a mia moglie, il mutuo è intestato a mia moglie al 100%. Mia moglie non ha più un reddito e di conseguenza lo sto pagando io. Ho già per due anni detratto io gli interessi passivi del mutuo, il CAF ha sempre accettato tutti i documenti portati senza mai contestarli. Quest'anno nel precompilato non mi dà più l'opportunità di detrarli dal mio 730. Non posso detrarli più ? Nel caso fosse così perché gli anni precedenti il CAF non mi ha detto nulla? Potrebbero richiedermi i soldi dati negli anni precedenti? Nel caso così fosse entro quanti anni? Dovrei fare poi causa al CAF per averli comunque autorizzati?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:26:50

    Gentile Katiuscia, se sua madre non è cointestataria della casa non può detrarre nulla. Lei invece può detrarre solo il 50%.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:27:41

    Gentile Rosa, se il suo coniuge non risulta a suo carico fiscale lei può detrarre solo la sua parte, non quella del coniuge. In caso contrario, può farlo.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:33:31

    Gentile Sabrina, se il mutuo fosse cointestato solo al suo ragazzo conterebbe la sua situazione, che è tale per cui la casa risulta sua abitazione principale.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:34:03

    Gentile Fulvio, in caso di moglie a carico lei potrà detrarre il 100% degli interessi passivi sia se il mutuo sarà cointestato sia, a maggior ragione, se sarà intestato solo a lei.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:34:49

    Cara Alessia Testa, per domande come questa credo che la sua banca, che costruirà un mutuo apposta per voi, sia la migliore interlocutrice.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:35:45

    Gentile Olga, se il mutuo è unico e garantito da due immobili, di cui uno intestato a lei e uno a suo marito, a mio parere il caso è simile a quello che vede cointestatari sia di mutuo che di casa. Quindi presumo che la quota detraibile sia del 50% ciascuno.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-07-21 11:36:51

    Gentile Salvatore, in realtà non essendo lei intestatario nè di casa nè di mutuo non aveva diritto ad alcuna detrazione, quindi è corretta la posizione del precompilato. Per le eventuali questioni legali le consiglio di sentire l'Agenzia delle Entrate o un avvocato.

    Rispondi
  • g giuseppe2017-07-24 12:45:05

    Buongiorno, ho una casa cointesta mutuo e proprietà con mia moglie al 50% , ma lei non ha reddito ed è fiscalmente a carico mio. Il caf mi ha fatto un 730 congiunto dove vengono evidenziati gli interessi di 2000 euro (tetto massimo per lei) ma non ho ricevuto il rimborso perché non ha reddito ... c’è qualche modo per poter recuperare i 380 euro??

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-08-03 16:13:59

    Gentile Giuseppe, se sua moglie è a carico suo, sua moglie non può evidentemente detrarre nulla perché non dichiara nulla, mentre lei (Giuseppe) può detrarre il 100% degli interessi passivi. Si può presentare una dichiarazione integrativa per recuperare, chieda al Caf (ecco il link relativo: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/730+2017/In+caso+di+errore+730+2017/)

    Rispondi
  • V Valerio2017-08-26 17:56:32

    Buonasera, ho un mutuo cointestato da quasi 10 anni con altre due persone, le rate le ho sempre pagate solo io puntualmente ogni mese, mi posso rivalere e se sì in che modo sugli altri due cointestatari? Grazie Saluti

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-09-01 19:06:52

    Gentile Valerio, dipende quali sono gli accordi presi tra di voi. Se i suoi due cointestatari dovessero rifiutare di riconoscere la situazione e di venire a patti, o non dovessero disporre di fondi sufficienti per risarcirla, le vie legali sarebbero l'unica strada.

    Rispondi
  • Y Yassine2017-10-04 21:52:17

    Salve, mi può aiutare per favore? Ho un mutuo cointestato con la mia ragazza, anche la casa è intestata a tutte e due. Siamo conviventi e basta, lei è disoccupata. È possibile fare le detrazioni per gli interessi passivi al 100% ?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-10-09 15:29:02

    Gentile Yassine, se non siete sposati o uniti civilmente temo che si possa scaricare solo il 50%.

    Rispondi
  • S Stefania2017-10-13 15:20:46

    Salve. Io, mio marito e mia sorella vogliamo comprare una casa insieme, il mutuo verrebbe intestato a mio marito, mentre la proprietà verrebbe divisa 25% a me 25% a mio marito e 50% a mia sorella, in sede di dichiarazione mio marito può detrarre gli interessi passivi al 100%?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-10-25 17:25:30

    Gentile Stefania, suo marito potrà detrarre il 25%, lei il 25%, sua sorella il 50%.

    Rispondi
  • A Antonio2017-11-02 00:50:46

    Buonasera, nel caso di due coniugi in separazione dei beni ed entrambi con lavoro precario a chi conviene intestare mutuo e prima casa? Se ho capito bene sempre solo ad uno dei due in modo che se per un periodo uno dei due non dovesse lavorare può andare a carico dell'altro che va a dedurre il 100%, giusto? Grazie mille

    Rispondi
  • A Assunta2017-11-03 21:47:03

    Buonasera, a seguito di separazione sto diventando proprietaria della casa (abitazione principale) da 50 a 100% tramite notaio, con accollo interno di mutuo dal mio ex marito che comunque per la banca rimarrà intestatario del mutuo stesso con la garanzia che sarò io a pagarlo. Posso a questo punto scaricare io tutti gli interessi del mutuo? C'è una procedura particolare da seguire? Grazie

    Rispondi
  • v vito2017-11-11 18:51:03

    Buonasera; sono separato e ho intestata la quota del 50% assieme alla mia ex. Per il mutuo lo pago totalmente io per sentenza del giudice posso chiedere le detrazioni degli interessi passivi, la mia ex non fa dichiarazione dei redditi grazie

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-11-16 12:28:40

    Gentile Antonio, la detrazione al 100% da parte dell'altro coniuge avviene se i due sono entrambi intestatari del mutuo, ed entrambi proprietari della casa. Chi non è intestatario del mutuo non detrae nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-11-16 12:29:07

    Gentile Assunta, se lei sulla carta non risulta intestataria del mutuo purtroppo non può detrarre nulla.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-11-16 12:29:34

    Gentile Vito, lei è separato o divorziato? E lei risulta cointestatario sia della casa che del mutuo? In caso risulti ancora coniugato e cointestatario sia della casa che del mutuo, la risposta è sì. In caso lei non risulti più sposato, invece, non può detrarre nulla, come anche nel caso in cui casa o mutuo non siano cointestati anche a lei.

    Rispondi
  • v vito2017-11-24 12:12:51

    Sono separato da 6 anni vivo fuori casa. Per ordine della sentenza, 5 anni fa ho donato con atto notarile il restante 50% della casa; il mutuo lo continuo a pagare io come da sentenza. Il mutuo originario è cointestato, la mia ex non fa dichiarazione redditi. Io posso chiedere gli interessi passivi? Sono un pensionato

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-11-27 15:31:06

    Gentile Vito, se lei risulta ancora sposato sì, altrimenti no.

    Rispondi
  • R Roberta2017-12-06 08:12:47

    Buongiorno, io e il mio ragazzo abbiamo un appartamento a testa di proprietà con agevolazione per la prima casa. Nel caso in cui si decida di vendere uno dei appartamenti, può uno di noi due subentrare nel mutuo dell'altro per non perdere i requisiti come prima casa? É necessario rifare l'atto di compravendita e mutuo dal notaio? Quindi estinguere il mutuo in essere e rifarne uno nuovo? Grazie

    Rispondi
  • v vito2017-12-08 18:13:17

    La casa è intestata alla mia ex moglie, il mutuo è intestato a me. Al momento son solo separato, posso chiedere gli interessi passivi nella prossima dichiarazione? Oltre questo non ho nient'altro da dichiarare. La ringrazio anticipatamente buona serata

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-12-21 11:25:27

    Gentile Roberta, il mutuo si può sostituire, riscrivendo, tra le condizioni, anche il nuovo intestatario da aggiungere. Quanto all'atto di proprietà andrà anch'esso rivisto davanti ad un notaio.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2017-12-21 11:26:04

    Gentile Vito, se lei non è intestatario almeno di una quota della casa in ogni caso non può detrarre nulla.

    Rispondi
  • L Luigi2018-01-04 09:12:32

    Buongiorno, l'Agenzia dell'E. mi ha inviato una lettera di rettifica della dichiarazione congiunta dei redditi 730/2015 con conseguente restituzione di 227 € quale eccedenza degli interessi passivi del mutuo della prima casa cointestata con mia moglie. In sintesi, ho inserito l’intera somma degli interessi passivi (2.227 €) nella parte riservata allo scrivente (dichiarante) anziché ripartirla equamente fra dichiarante e coniuge dichiarante. Come posso ovviare all'inconveniente. Grazie

    Rispondi
  • M Marina2018-01-07 12:13:22

    Buongiorno volevo avere un’informazione; se mia mamma è intestataria di una casa e mio fratello intestatario del mutuo, ma mia mamma è disoccupata e il mutuo lo paghiamo a metà io e mio fratello, uno dei due può detrarre le spese? Potrei detrarre anche io che non sono intestataria ma pago le rate? Grazie

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-01-08 12:02:19

    Gentile Luigi, se si trattasse di una integrazione della dichiarazione dei redditi dell'anno precedente, avrebbe dovuto rivolgersi al Caf o al suo commercialista per richiedere il modulo di dichiarazione dei redditi integrativo e presentarlo entro la fine dell'ottobre successivo. Dato che l'errore risale al 2015, e l'AdE richiede la restituzione dell'eccedenza, dovrà quindi recarsi presso un ufficio dell'AdE con la lettera ricevuta, e comportarsi secondo le loro istruzioni.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-01-08 12:10:09

    Gentile Marina, purtroppo per detrarre le rate del mutuo occorre essere intestatari tanto del mutuo quanto della casa, almeno per una quota.

    Rispondi
  • G Gianmichele2018-02-08 22:57:30

    Salve volevo chiedere una delucidazione, io e la mia ragazza abbiamo iniziato la pratica di mutuo cointestandolo ( lavoro solo io mentre lei no) ma poi come faccio a scaricare io il 100% gli interessi passivi ?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-02-19 13:19:48

    Gentile Gianmichele, lei non può scaricare nulla finché non risulta coniugato o unito civilmente alla sua ragazza. Aggiungo: attenzione al passo che sta compiendo. Prima di cointestare il mutuo vi consiglio di trovare tra voi un accordo sul da farsi nel caso la storia tra voi non dovesse andare a buon fine, perché anche in tale caso, che ovviamente non ci auguriamo, il pagamento del mutuo dovrebbe proseguire

    Rispondi
  • M Massimo2018-02-21 17:56:38

    Buonasera, vorrei avere un chiarimento in merito alla detrazione fiscale degli interessi passivi del mutuo. Premetto che anni fa mio padre ha acquistato una casa intestandola a me come nuda proprietà dove i miei genitori hanno l'usufrutto. Ora acquistando una nuova casa andrei a pagare l'imposta di registro pari al 10% non deducibile essendo seconda casa. Per quanto riguarda il mutuo sarà il primo e di conseguenza potrò scaricare gli interessi passivi?Subito dopo il rogito, trasferirò la residenza nella nuova casa e questa effettivamente sarà la "prima casa". Corretto? Grazie per la consulenza.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-02-22 11:33:17

    Gentile Massimo, l'essere titolare di sola nuda proprietà non fa decadere le agevolazioni per la prima casa, quindi lei dovrebbe poterne godere.

    Rispondi
  • M Matteo2018-03-08 18:32:59

    Acquistando casa con mutuo cointestato con una terza persona, attraverso quest'ultimo solo per farlo raffigurare per ottenere il mutuo, la casa viene automaticamente intestata ad entrambe le persone? Oppure può essere intestata solo ad una persona?

    Rispondi
  • G Gian Francesco2018-03-08 18:38:39

    Vorrei richiedere un mutuo per ristrutturazione di un appartamento di cui posseggo nuda proprietà e mia madre l'usufrutto. La banca mi ha detto che per concederlo dovremo sottoscriverlo entrambi (quindi mutuo cointestato). Visto che lo pagherei interamente io, potrei detrarre il 100% degli interessi passivi? Si tratta di un appartamento che dopo la ristrutturazione diventerà mia abitazione principale.

    Rispondi
  • s sara2018-03-13 17:45:35

    Salve. Vorrei avere un’informazione. Mi è stato consigliato, visto che dovremmo farci un mutuo, che lo stesso venga intestato solo a mio marito. in modo tale che lui possa detrarre completamente gli interessi passivi, in quanto con il tipo di lavoro che ho io a 6 ore al giorno perciò un part time, non potrei scaricare la mia parte di interessi passivi che quindi andrebbero persi. Vi risulta questo? Grazie. Se riuscite a rispondermi urgentemente. Grazie.

    Rispondi
  • P Paolo2018-03-13 20:36:56

    Gentile Floriana, approfitto della sua disponibilità per chiederle aiuto a chiarirmi questa situazione: vorrei comprare un’immobile con mutuo cointestato tra me e mio padre. L’immobile sarà invece al 99% mio e prima casa mentre 1% mio padre seconda casa. A livello di imposte

    Rispondi
  • A Angelo2018-03-21 12:41:24

    Buonasera, convivo con la mia compagna in una casa che abbiamo acquistato l'anno scorso con mutuo cointestato. La mia compagna adesso sta usufruendo dell'indennità di disoccupazione e pertanto non è a carico del sottoscritto. Nella prossima dichiarazione dei redditi ci sarà da scaricare la quota-parte di interessi passivi del mutuo (che ovviamente la mia compagna non può scaricare in quanto disoccupata). Posso scaricare tutto io? O posso scaricarne solo la metà? Grazie in anticipo di stipula mutuo cosa mi devo aspettare? E per il 19% detraibile ogni anno invece? Grazie mille

    Rispondi
  • a anna2018-03-21 19:02:12

    Ho pareri contrastanti circa questo argomento: due conviventi hanno acquistato una casa e acceso mutuo, ora purtroppo il ragazzo è deceduto per incidente e la sua quota è andata in eredità ai genitori mentre la compagna ha ancora la sua quota. I genitori quindi aiutano a pagare il mutuo della casa anche se non residenti. Possono detrarre gli interessi per la parte di 2000 euro? Grazie

    Rispondi
  • M Mario2018-03-27 19:25:39

    Buonasera. Sono sposato con mia moglie in separazione di beni. Mia moglie è fiscalmente a mio carico non avendo alcun reddito. Sono già proprietario di un appartamento acquistato prima del matrimonio con agevolazioni prima casa. Volendo acquistare un secondo appartamento, posso intestare l'immobile a mia moglie usufruendo lei delle agevolazioni prima casa? Inoltre potrei intestare a lei l'immobile ed a me il mutuo e scaricare io gli interessi passivi? Grazie anticipatamente per la gentile riposta.

    Rispondi
  • D Domenico2018-04-06 09:39:39

    Buongiorno. Vorrei chiedere come comportarmi nel seguente caso. Io unico proprietario di immobile (prima casa) in comunione dei beni con mia moglie (nessuna proprietà come prima casa), contrarremo un mutuo per l’acquisto della prima casa di nostra figlia. Il mutuo sarà cointestato a tutti e tre. La domanda è: quale sarà l’imposta da versare per il mutuo concesso? Ho dubbi su chi dovrà versare lo 0,25% (agevolazione prima casa) e chi il 2%. Grazie, saluto cordialmente.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:27:30

    Gentile Matteo, l'intestazione della casa può essere del tutto indipendente dall'intestazione del mutuo.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:27:57

    Gentile Gian Francesco, tecnicamente lei è il solo proprietario della casa, quindi se fosse il solo intestatario del mutuo potrebbe detrarre il 100% degli interessi. Dal momento però che il mutuo è in capo a due persone, lei potrà detrarre solo il 50%.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:28:56

    Gentile Sara, lei non potrebbe scaricare gli interessi passivi solo nel caso in cui non presentasse dichiarazione dei redditi e risultasse quindi fiscalmente a carico di suo marito. Quindi, nel caso in cui lei non percepisse sufficiente reddito da presentare la dichiarazione dei redditi. Indipendentemente dal suo orario di lavoro. Se questo non è il caso e lei presenta regolarmente dichiarazione dei redditi potrà tranquillamente detrarre la sua parte di interessi.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:29:20

    Gentile Paolo, credo che la migliore interlocutrice per questo quesito sia la sua banca. Dovrà aspettarsi infatti la tassazione conseguente al tipo di mutuo che andrà a stipulare, mutuo "prima casa" o meno.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:29:47

    Gentile Angelo, dipende se lei è sposato o unito civilmente alla sua compagna. In tal caso, qualora lei fosse a suo carico, sarebbe possibile scaricare tutti gli interessi, altrimenti solo il 50%

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-06 15:30:55

    Gentile Anna, dal momento che i genitori sono subentrati al ragazzo nel pagamento del mutuo e nell'essere intestatari dello stesso, oltre che della casa, dovrebbero avere anche il diritto a scaricare gli interessi passivi. Dal momento però che non si tratta, per loro, dell'abitazione principale tale agevolazione viene meno.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-09 14:18:02

    Gentile Mario, rispondo una domanda alla volta. Per quanto riguarda l'acquisto di un secondo appartamento da intestare a sua moglie come prima casa (per lei) non dovrebbero esserci problemi, non essendo la signora intestataria di altre case. Dovrebbe quindi poter usufruire delle agevolazioni fiscali per l'abitazione principale. Quanto però al mutuo, lei, Mario, non potrebbe scaricare gli interessi passivi primo perchè non le sarbbe possibile nemmeno stipulare un mutuo prima casa in quanto lei è già intestatario di un altro appartamento; secondo, perchè per scaricare gli interessi passivi di un mutuo prima casa lei dovrebbe essere anche intestatario almeno di una quota della prima casa stessa (che dovrebbe essere prima casa anche per lei, quindi perchè ciò sia possibile dovrebbe vendere l'appartamento che già possiede). Allo stesso tempo, se sua moglie non è intestataria anche del mutuo, oltre che della casa, non potrà a sua volta scaricare gli interessi; cosa che comunque non potrebbe fare essendo fiscalmente a suo carico.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-09 14:18:34

    Gentile Domenico, tecnicamente l'imposta per la prima casa la verserà sua figlia, per cui la casa è effettivamente l'abitazione principale, e sua moglie, che ha i requisiti per accedere alle agevolazioni prima casa (come da Circolare n.38/E/2005 agenzia entrate). Lei verserà la percentuale per la seconda casa.

    Rispondi
  • A Antonio2018-04-12 11:34:39

    salve, una domanda spero di non essere ripetitivo: nel caso in cui acquistassi casa al 5% ( ma per me sarebbe seconda casa) e il 95% a mia moglie, per la quale sarebbe prima casa, ed il mutuo intestato interamente a me, che sarei anche la sola fonte reddituale della famiglia, potrei scaricarmi gli interessi passivi del mutuo?? Grazie

    Rispondi
  • E ELISABETTA2018-04-19 13:02:03

    Salve, io e il mio compagno (non siamo sposati) siamo proprietari al 50% di un immobile e abbiamo un mutuo cointestato, lui però ha un lavoro precario per cui non sa se riuscirà ad avere una busta paga da giugno in poi e comunque non ha abbastanza capienza IRPEF. Potrei portare solo io in detrazione gli interessi del mutuo? O siamo obbligati a portarne una metà ciascuno? Grazie.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-04-26 11:28:43

    Gentile Antonio, essendo il mutuo interamente intestato solo a lei, ed essendo quindi un mutuo non prima casa, non è prevista l'agevolazione sugli interessi del mutuo.

    Rispondi
  • N Nicoletta Piovano2018-05-22 09:04:51

    È un caso di scuola il fatto di pagare interessi passivi per 4.000 € l'anno. Se due coniugi sono cointestatari del mutuo e uno solo è proprietario di casa (marito) e pagano interessi per 9.000 € l'anno, solo chi è proprietario di casa può portarsi il mutuo in detrazione al 50%. Ma quanto? (Stando che tra i due il tetto massimo è 4.000€ )il calcolo per il marito sarà : 9.000€ : 2 = 4.500€ a testa Lui con la sua quota raggiunge il massimo stando nella metà (50% del mutuo) quindi si porta in detrazione 4.000€

    Rispondi
  • D Daniele2018-05-24 10:42:23

    Buongiorno, io e la mia compagna(non sposati) abbiamo un mutuo e la proprietà di un'abitazione al 50%. Avendo lei un reddito basso su cui non sono state applicate le ritenute Irpef, quindi non c'è capienza, posso io in fase di dichiarazione detrarre la sua quota di interessi passivi??

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-05-24 14:24:57

    Gentile Nicoletta, come giustamente lei indica, il solo coniuge a poter detrarre gli interessi passivi del mutuo è quello che è anche proprietario della casa oltre che intestatario del mutuo. Dato che la quota complessiva detraibile è di 4 mila euro, ma il coniuge proprietario può detrarre solo una quota del 50%, detrarrà solo un massimo di 2 mila euro.

    Rispondi
  • e emanuele2018-06-15 08:57:47

    Buongiorno, sono proprietario di una casa acquistata prima del matrimonio che è attualmente la mia prima casa. Poi con mia moglie (che non lavora) abbiamo acquistato un’altra casa in un altro paese, in regime di separazione dei beni e con mutuo cointestato. Come posso recuperare il 100% degli interessi passivi a livello di residenza e di proprietà di quest’ultima casa? Non so come ringraziarvi Emanuele

    Rispondi
  • I Irene Adams2018-06-21 23:50:11

    Salve, sono Irene io e mio marito abbiamo un mutuo cointestato, e siamo entrambi proprietari. Il fatto è che lui ha la residenza nel comune dell'immobile mentre io ho solo il domicilio. Volevo sapere se ho comunque diritto a poter detrarre gli interessi passivi del mutuo, visto che è previsto che diventi un’abitazione principale, se ci vive il proprietario o un familiare?

    Rispondi
  • L Linda2018-06-25 16:35:00

    Mia figlia e il suo compagno hanno acquistato al 50% la casa dove hanno residenza. Per ottenere il mutuo sono anche io con loro intestataria, ma non pago né ho residenza con loro. Le detrazioni spettano al 50% ai ragazzi che sono proprietari dell’immobile e pagano da un conto cointestato? Io non posso dedurre nulla è giusto?

    Rispondi
  • M Marco 2018-06-27 23:49:37

    Salve, sono proprietario del 95% dell'immobile e la quota di mutuo a mio carico è del 95% del totale chiesto alla banca. Chiedo se posso considerare il 95% di 4000 (=3800) euro come massimo da detrarre oppure se il tetto è di 2000 euro. In sostanza chiedo se va fatta la percentuale per mutuo cointestato anche per l'importo totale massimo di 4000 euro. Grazie

    Rispondi
  • M Michele Giorgio2018-06-29 15:48:54

    Credo di non aver trovato la risposta al mio quesito, sono pensionato ed in fitto, ho stipulato un mutuo intestato a me mia moglie (casalinga) e nostro figlio non più a nostro carico da un po’, il quale produce un reddito al di sotto dei 15.000€ annui. Acquistata prima casa intestata solo a nostro figlio dove ha la residenza da subito. Possiamo dedurre gli interessi passivi? Se si, chi può farlo? Grazie infinite

    Rispondi
  • E ETTORE2018-07-02 14:55:55

    Buongiorno sono Ettore, la mia convivente ha acquistato una casa, è proprietaria al 100% ed io sono cointestatario del mutuo. In fase di dichiarazione dei redditi se io non posso detrarre la quota di interessi perche già proprietario di un appartamento, lei può detrarre la quota totale di € 4.000? Grazie

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-02 18:22:35

    Gentile Emanuele, in teoria lei potrebbe scaricare gli interessi passivi al 100%, essendo sua moglie a suo carico. Tuttavia non essendo la casa in questione la sua prima casa, la possibilità di farlo non c'è. Per poter detrarre dovrebbe far sì che la sua abitazione principale diventasse quella acquistata con sua moglie.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-02 18:25:00

    Gentile Irene, è così.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-02 18:25:25

    Gentile Linda, esatto.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-02 18:25:58

    Gentile Marco, il tetto resta comunque 2000 euro.

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-02 18:34:31

    Gentile Michele Giorgio, a detrarre gli interessi passivi è solo suo figlio, che a quanto capisco è intestatario sia del mutuo che della casa.

    Rispondi
  • F Franco2018-07-16 11:27:51

    Buongiorno. Mia moglie ha acquistato un appartamento intestato solo a lei come prima casa. Io ho la residenza in un'altra casa. Il mutuo è intestato a tutti e due. Chi usufruisce delle detrazioni fiscali?

    Rispondi
  • F Floriana Liuni2018-07-17 18:07:20

    Gentile Ettore, può detrarre solo il 50%

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-08-09 16:15:01

    Gentile Franco, l’articolo 15, comma 1, lettera b) del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR) fissa i requisiti per fruire della detrazione IRPEF del 19% sui mutui prima casa. Chiarimenti operativi sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate, tra l’altro, con la circolare n. 20/E del 13 maggio 2011. Per poter beneficiare dello sconto fiscale è necessario che il contribuente sia intestatario (anche pro-quota) del contratto di mutuo e dell’immobile. Poiché in questo caso l’appartamento è intestato solo alla moglie, sarà unicamente lei a poter fruire della detrazione. Trattandosi di mutuo cointestato, la detrazione spetta su un importo massimo di 2.000 euro (ossia il 50% del tetto di 4.000 euro previsto dal TUIR).

    Rispondi
  • A Antonio2018-09-23 15:17:52

    Buongiorno, io e mia moglie abbiamo comprato la prima casa con mutuo e proprietà entrambi al 50% (siamo in regime di comunione dei beni). Vorremmo acquistare una casa per nostra figlia che studia ancora, per avere le agevolazioni di un mutuo prima casa pensavamo di intestare la nostra attuale casa al 100% a mia moglie in modo che io possa intestarmi al 100% quella nuova. È possibile farlo anche se in comunione dei beni? Grazie mille

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-09-26 14:20:30

    Gentile Antonio, i casi in cui si cede l’immobile agevolato come abitazione principale e lo si riacquista con i benefici fiscali sono tassativamente previsti dalla legge. Tuttavia, sulla base di quanto emerge dal quesito, senza entrare nel merito (per esempio sarebbe necessario verificare se i due immobili sono ubicati nello stesso comune o meno, quanto tempo è trascorso dall’acquisto dell’immobile, etc.) i vincoli della comunione legale tra coniugi sembrano non consentire di godere del beneficio fiscale anche sul secondo acquisto, ferma restando la necessità di approfondire in dettaglio i requisiti. Mi scriva ancora, se crede, dandomi qualche dettaglio in più.

    Rispondi
  • m massimo2018-10-03 16:23:17

    Buongiorno, sono disoccupato (la società è fallita) da circa 4 anni. Nel 2010 ho comprato casa, ho regolarmente pagato fino adesso le rate del mutuo (con i miei risparmi e con l'aiuto dei miei fratelli). Da 2 mesi soffro di una patologia importante e ho fatto richiesta per ottenere invalidità e accompagnamento. La mia domanda è: posso fare la richiesta di surroga? Grazie Massimo

    Rispondi
  • C Claudia2018-10-10 12:29:12

    Buongiorno, un quesito: nel caso di abitazione e mutuo cointestato al 50% tra 2 soggetti non sposati, in caso di matrimonio in corso d'anno (ad esempio novembre 2018) e quindi con coniuge fiscalmente a carico da data successiva al matrimonio, in che misura è possibile usufruire della detrazione degli interessi passivi sul mutuo? Si può portare l'intera quota per entrambi oppure in base ai mesi in cui è a carico? Grazie

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-10-11 09:40:55

    Gentile Massimo, la situazione rappresentata non ostacola la possibilità di fare richiesta di surroga del mutuo. Naturalmente la nuova banca dovrà procedere a un’istruttoria per poter concedere la portabilità del finanziamento e, qualora ritenesse che non ci sono sufficienti garanzie, potrebbe rifiutare l’operazione. Se la rata è divenuta eccessivamente pesante, in ogni caso, le ricordo che è possibile anche chiedere la rinegoziazione alla banca originaria (la quale ha comunque un interesse a far sì che il mutuo sia rimborsato), al fine di valutare se ci sono le condizioni per modificare tasso, durata o importo della rata, rendendola quindi più sostenibile rispetto all'attuale situazione soggettiva.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-10-11 12:01:20

    Gentile Claudia, intanto le ricordo che per poter detrarre entrambi gli interessi passivi è necessario che entrambi siate cointestatari del finanziamento e comproprietari dell’immobile adibito ad abitazione principale. In questo caso, a prescindere dalle quote di titolarità dell’abitazione, ciascun coniuge può detrarre il 50% degli interessi, calcolando il beneficio su un massimo di 2.000 euro a testa. Venendo al quesito, sembra di capire che per l’anno 2018 uno dei due coniugi (coniuge A) non superi il limite di reddito per essere considerato fiscalmente a carico dell’altro (coniuge B), pari a 2.840,51 euro. Pertanto, nella dichiarazione da presentare nel 2019, relativa ai redditi del 2018, il coniuge B potrà fruire della detrazione sul 50% degli interessi per 10/12, ossia per il periodo da gennaio a ottobre 2018, e sul 100% degli interessi per 2/12, ossia per il periodo post-nozze in cui il coniuge A diventa fiscalmente a suo carico. Per quest’ultimo periodo il coniuge B avrà diritto anche alla detrazione per coniuge a carico, sempre ragguagliata a 2/12. In assenza di redditi imponibili, tuttavia, per il periodo pre-matrimoniale il coniuge A perderebbe di fatto la sua quota di detrazione sul 50% degli interessi.

    Rispondi
  • G Gianandrea Netti2018-10-18 09:31:55

    Situazione fiscale da chiarire: Marito dichiarante con reddito dipendente intestatario del 50% di mutuo per immobile acquistato totalmente a nome della moglie con benefici prima casa. Moglie fiscalmente a carico del marito perché senza redditi da dichiarare tranne la prima casa (rendita catastale 709€). Domanda 1: può il marito portare a detrazione le spese del 50% del mutuo relative alla moglie? Domanda 2: come si fa a dichiarare la prima casa della moglie? Va fatta dichiarazione dei redditi congiunta? Grazie

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-10-31 14:38:21

    Gentile Gianandrea, per poter detrarre dall’Irpef gli interessi passivi, il contribuente deve essere intestatario sia del mutuo sia dell’immobile. Pertanto, come correttamente indicato, lei non può detrarre alcunché, essendo l’immobile totalmente intestato a suo moglie. Venendo alla prima domanda, poiché il coniuge è a fiscalmente suo carico, lei potrà fruire dalla detrazione pari alla quota spettante a sua moglie (calcolata cioè sul 50% degli interessi, fino a un massimo di 2.000 euro annui). Con riferimento alla seconda domanda, se sua moglie non ha altri redditi (oltre all’abitazione principale), non è necessario che presenti la dichiarazione.

    Rispondi
  • a annalisa 2018-11-26 10:42:42

    Buongiorno. Sono cointestataria di un mutuo al 50%. Purtroppo io e il mio convivente ci siamo lasciati. Vorrei sapere se in caso di accollo del mutuo da parte dell'altra persona, la mia parte di detrazioni fiscali va persa o ne potrà comunque usufruire il mio ex compagno?

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2018-11-29 15:23:20

    Gentile Annalisa, attraverso l’accollo il suo ex compagno diventerebbe intestatario esclusivo del mutuo. Pertanto potrà calcolare la detrazione sugli interessi in misura piena (cioè su un tetto di 4.000 euro annui invece che 2.000), fermo restando che dovrà rimanere intestatario in tutto o in parte anche dell’immobile adibito a propria abitazione principale. Come chiarito dall’Agenzia delle entrate con la circolare n. 20/E del 2011, ciò vale anche nel caso del cosiddetto “accollo interno”, ossia quando interviene un accordo di accollo tra gli ex partner senza modificare il contratto di mutuo con la banca erogante (che continuerà a risultare cointestato a entrambi i soggetti). Tuttavia, è necessario che l’accollo risulti da un atto pubblico o scrittura privata autenticata e che le quietanze di pagamento rilasciate dalla banca siano integrate dall’attestazione che l’intero onere è stato sostenuto dal coniuge accollante. Le ricordo infine che per essere liberatorio l’accollo deve avere il consenso della banca, viceversa lei resterebbe obbligata in solido al rimborso del mutuo.

    Rispondi
  • s silvia2018-11-29 15:30:53

    sono d'accordo

    Rispondi
  • g gerardo lopez2018-12-23 09:31:23

    Acquisto prima casa a due figli al 50%. Proprietari al 50% di un negozio da cui percepiscono mensilmente 475 euro cadauno. il mutuo è di 1300 euro mensili con un interesse dell'1% circa da cointestare a me mia moglie, entrambi percettori di reddito, e ai due figli. Può consigliarmi come cointestare il mutuo se i due figli possono detrarre gli interessi passivi dato che comunque hanno un reddito mensile frutto del fitto dei negozi? Grazie Gerardo Lopez

    Rispondi
  • R Roberto2018-12-28 17:13:16

    Buongiorno. Nel 2008 ho acquistato una casa di cui sono proprietario al 100% e stipulato un mutuo cointestato con mio padre. Ho sempre pagato io integralmente le rate del mio mutuo attraverso addebito su mio c/c (intestato solo a me). Tuttavia ho sempre potuto detrarre solo il 50% degli interessi passivi essendo mio padre cointestatario del mutuo. Ora leggo della possibilità di "accollo interno" tra i coniugi (come da circolare 20/E del 2011). Questa possibilità è applicabile anche al caso padre/figlio e quindi al mio caso? Grazie

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-01-10 14:35:05

    Gentile Gerardo, per poter detrarre gli interessi è necessario che il mutuatario sia anche titolare (o contitolare) dell’immobile e che tale immobile costituisca l’abitazione principale. Pertanto, se l’immobile è intestato al 50% a ciascuno dei due figli, saranno solo loro a poter detrarre gli interessi del mutuo cointestato, con la differenza che se il finanziamento è contratto dai due figli ciascuno potrà detrarre gli interessi su un massimo di 2.000 euro, se invece il mutuo è “a quattro” con anche i genitori ciascun figlio potrà detrarre gli interessi su un massimo di 1.000 euro all’anno.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-01-10 14:38:20

    Gentile Roberto, l’accollo è certamente possibile. Ai fini della detrazione fiscale da parte dell’accollante è necessario però che restino rispettate le condizioni di legge (abitazione principale, titolarità sia del mutuo sia dell’immobile, etc.). Resta fermo il potere della banca di opporsi alla liberatoria del debitore accollato, nel caso di specie suo padre.

    Rispondi
  • A Andrea2019-01-23 16:54:45

    Buonasera, io ho un mutuo cointestato con mio padre dove lui è usufruttuario ed io ho la nuda proprietà; possiamo detrarre entrambi l'importo degli interessi passivi? Sino ad ora l'ho fatto solo io al 50%. Nell'eventualità che abbiamo sbagliato, mio padre può accedere alle detrazioni per gli anni passati? Grazie infinite.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-01-24 14:32:23

    Gentile Andrea, è corretto il comportamento fin qui tenuto. Come chiarito in più occasioni dall’Agenzia delle Entrate, per esempio con la circolare n. 20/E del 2011 (punto 1.5), in caso di abitazione principale concessa in usufrutto la detrazione sugli interessi passivi spetta unicamente al nudo proprietario. Poiché in questo caso il mutuo è cointestato, la detrazione compete nella misura del 50%. Fermo restando, naturalmente, l’obbligo di rispettare le altre condizioni richieste dalla legge per godere del beneficio.

    Rispondi
  • G Giulia Chiarelli 2019-03-04 20:15:09

    Buongiorno, se io ho un mutuo cointestato e decido di eliminare l’altro intestatario del mutuo e rimanere unica intestataria, devo pagare delle tasse sulla proprietà acquisita dall'altro intestatario? Grazie Cordiali saluti

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-03-18 12:28:11

    Gentile Giulia, riguardo al suo quesito, la parte relativa al mutuo non è rilevante. A prescindere infatti dal fatto che lei rimanga cointestataria oppure escluda l’altro intestatario del finanziamento (previo, ovviamente, consenso della banca), il trattamento fiscale dell’operazione di acquisto dell’altro 50% della casa non cambia. Tale operazione segue infatti le normali regole previste per gli acquisti immobiliari. Quindi saranno sempre dovute le imposte di registro e ipo-catastali sul valore del trasferimento.

    Rispondi
  • M MARCO2019-03-25 21:45:02

    Buonasera sono Marco, proprietario di un appartamento al 100% (prima casa) e cointestatario con mia moglie (non a carico) di un mutuo su quella stessa casa. Avendo la comunione dei beni, possiamo detrarre ognuno il 50% degli interessi passivi?

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-03-27 17:55:36

    Gentile Marco, per poter fruire della detrazione IRPEF sugli interessi passivi del mutuo sull'abitazione principale è necessario che il contribuente sia contemporaneamente intestatario (o co-intestatario) del finanziamento e proprietario (o comproprietario) dell’unità immobiliare. Nel caso prospettato il requisito congiunto di “acquirente e mutuatario” è verificato solo nei suoi confronti, non anche nei confronti di sua moglie. Pertanto soltanto lei potrà utilizzare la detrazione, da calcolare sul 50% degli interessi del mutuo pagati annualmente alla banca.

    Rispondi
  • G Gianluca2019-04-03 20:29:33

    Buongiorno, io e la mia compagna non siamo sposati, abbiamo acquistato a luglio una casa con mutuo al 50% ciascuno. Le rate del mutuo vengono detratte però solo dal mio conto in banca personale e ci mettiamo "a posto" noi due per risparmiare su un altro conto in banca che avremmo dovuto aprire insieme per pagare il mutuo. Il 730 lo possiamo fare separati o dobbiamo farlo insieme? L'azienda per cui lavoro mi dà la possibilità di fare il 730 con loro, indi per cui la mia compagna lo dovrebbe fare in un caf qualsiasi. Si potrebbero verificare dei problemi se il 730 lo facciamo separati?

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-04-09 12:06:38

    Gentile Gianluca, salvo richieste particolari della banca, gli addebiti delle rate di un mutuo cointestato possono avvenire su un conto non cointestato. Potete presentare il modello 730 disgiunto senza alcun problema. La sua compagna può farsi assistere da un intermediario (Caf o professionista), ferma restando la possibilità di avvalersi del 730 precompilato messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate.

    Rispondi
  • M Marco2019-04-17 15:23:36

    Sono vedovo. Ho stipulato un mutuo ipotecario per ristrutturazione della casa di cui sono usufruttuario, in quanto la stessa è intestata ai miei due figli. Per usufruire di un mutuo a trent'anni ho dovuto stipulare, lo stesso, cointestato con i miei figli. La rata del mutuo è pagata in toto da me stesso. La domanda che volevo porre è la seguente: gli interessi su tale mutuo come vanno detratti in sede di dichiarazione? Grazie.

    Rispondi
  • R RICCARDO LOMBARDI2019-04-18 09:59:10

    Avevo una casa di abitazione al 100% di proprietà e relativo mutuo. A luglio 2018 l'ho venduta e acquistata una nuova al 50% con mia moglie. Chiedo se, visto che sul nuovo mutuo abbiamo il tetto di 2.000 euro ciascuno, gli interessi del vecchio mutuo possono essere detratti entro 4.000 euro. Grazie

    Rispondi
  • E Elio2019-04-24 12:28:06

    Buongiorno, in fase di separazione io sono uscito di casa (cointestata, di cui pago la mia parte di mutuo). Se sposto la residenza, come dovrei, perdo il diritto al rimborso delle detrazioni degli interessi passivi? Grazie. Elio

    Rispondi
  • A Akessandro2019-04-27 15:12:57

    Buongiorno, io e mia moglie abbiamo acquistato la prima casa con mutuo cointestato anche se lei è completamente a mio carico. In sede di separazione consensuale omologata la casa è rimasta assegnata a me, anche perché l’unico a poter sostenere tutte le spese di mutuo e di mantenimento dell'abitazione che è grande. Io se ho ben capito le circolari al momento potrei detrarre il 100% del mutuo (tra l'altro non abbiamo figli). Se anche in sede di divorzio verrò confermato assegnatario della casa, potrò continuare a detrarre il 50% degli interessi passivi (19% sino a 2000,00) mentre mia moglie che risiede un altro comune non potrà detrarre niente?

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-08 14:52:03

    Gentile Marco, poiché il mutuo è intestato a tre soggetti, i quali sono comproprietari dell’immobile, la detrazione potrà avvenire nella misura massima di un terzo degli interessi ciascuno. Non rileva, in questo caso, che le rate siano pagati interamente da lei.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-08 14:52:31

    Gentile Riccardo, in questo caso è necessario calcolare l’agevolazione fiscale pro-quota in rapporto ai mesi del 2018 in cui lei rispettava le condizioni richieste dalla legge per poter detrarre gli interessi (ossia era intestatario, anche in parte, sia dell’immobile sia del finanziamento). Pertanto, con riferimento al primo mutuo, se questo è stato estinto nel mese di luglio congiuntamente alla vendita della casa, il limite di detrazione sarà pari a 7/12 di 4.000 euro, cioè 2.333 euro. Con riguardo al secondo mutuo, ipotizzando che questo sia stato acceso a settembre 2018, il limite detraibile dovrà essere rapportato a 4/12. In tal caso però, come correttamente da lei segnalato, il tetto è pari a 2.000 euro, in quanto il finanziamento è cointestato. Pertanto la detrazione del 19% potrà essere calcolata su un massimo di 667 euro.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-08 14:54:13

    Gentile Elio, in caso di spostamento della residenza perderebbe il requisito dell’abitazione principale. Pertanto non potrebbe più detrarre la sua quota di interessi.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-08 14:55:35

    Gentile Alessandro, se a seguito del divorzio lei resterà titolare esclusivo dell’immobile e si accollerà per intero il mutuo (previo consenso della banca), la detrazione degli interessi potrà essere pari al 100% degli interessi, con un tetto di 4.000 euro. Se invece il mutuo rimarrà cointestato, a prescindere dalla quota di proprietà dell’immobile, la detrazione potrà applicarsi fino a un tetto massimo di 2.000 euro, mentre sua moglie, non avendo più il requisito di residente (e forse neppure di proprietario) nell'immobile, non potrà detrarre nulla.

    Rispondi
  • G Geanina2019-05-15 19:01:14

    Buonasera, ho acquistato una casa al 50% con mio marito, ma solo lui è intestatario del mutuo. Inoltre, sono a carico suo. Che percentuale del mutuo può scaricare mio marito? Ringraziando, saluto cordialmente. Geanina

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-17 14:21:40

    Gentile Geanina, anche se la casa è in comproprietà, poiché il mutuo è intestato a suo marito, è solo lui il soggetto titolato a fruire della detrazione (in questo caso pari al 100% degli interessi passivi, fino a un massimo di 4.000 euro annui).

    Rispondi
  • D Diana 2019-05-21 08:45:42

    Buongiorno sono Diana io vorrei chiederle una informazione; vogliamo acquistare una casa per i miei genitori nazionalità rumena con la pensione rumena che è trasferita in Italia. Io che risulto come intestatario e loro usufruttuari. Il mutuo lo facciamo in 4; i miei genitori, io e mio marito in quota di 25% ciascuno. Io e mio marito siamo proprietari di una casa con un mutuo in corso al 50% per ciascuno dei due. Si può detrarre gli interessi passivi? Per me risulterebbe la seconda casa e mio marito non avrà nessun quota della seconda casa. In caso di ristrutturazione si possono avere le agevolazioni fiscali? Grazie mille spero che mi sono fatta capire.

    Rispondi
  • g gaspare2019-05-22 17:33:11

    Buongiorno ho acquistato con mutuo cointestato una casa, ma ho suddiviso le quote di proprietà 25% a me la mia compagna 75%; nella dichiarazione del 730 interessi passivi la compagna quanto può ricevere di interessi passibili? Per lei prima casa mi dicono che può ricevere solo il 50% è vero? rimango in attesa grazie della risposta

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-28 15:29:39

    Gentile Diana, se comprendo bene il quesito lei e suo marito siete già contitolari di una abitazione principale con mutuo cointestato. Quindi avete diritto alla detrazione degli interessi passivi, nella misura del 50% ciascuno (fino a un massimo di 2.000 euro all'anno cadauno). L’eventuale secondo acquisto di un immobile per i suoi genitori non darebbe diritto alla detrazione, in quanto l’unico intestatario sarebbe lei, che però è già titolare di un’abitazione principale. In caso di ristrutturazione edilizia, al rispetto delle condizioni di legge è possibile richiedere le detrazioni Irpef del 50%.

    Rispondi
  • V Valerio Stroppa2019-05-28 15:30:07

    Gentile Gaspare, essendo il mutuo cointestato, la sua compagna può detrarre il 50% degli interessi passivi pagati ogni anno, fino a un massimo di 2.000 euro annui. Lei potrà fare altrettanto, fermo restando naturalmente il rispetto degli altri requisiti di legge, tra cui il fatto che l’immobile deve costituire anche per lei abitazione principale.

    Rispondi
  • R Romina2019-05-30 12:10:54

    Buongiorno. Ho acquistato una casa dove risiedo e nell'atto è specificato che non rientra nella comunione dei beni con mio marito. Il mutuo però è stato preso al 50% con lui. Nel 2018 non ho avuto redditi superiori a 2.840,51€ quindi sono a carico di mio marito. Può lui portare in detrazione nel 730 la mia quota del 50% degli interessi passivi sul mutuo? Grazie mille

    Rispondi
  • M Marco2019-06-10 21:15:58

    Buongiorno, questo il mio caso che non ho trovato tra i precedenti. Io e mia moglie (nessuno a carico dell'altro) abbiamo un mutuo cointestato su una casa che risulta a catasto 100% intestata a mia moglie, acquistata però quando eravamo già sposati in comunione dei beni (infatti nel rogito notarile è proprio specificato il nome di mia moglie e il suo stato di essere in comunione dei beni). Nel nostro caso possiamo entrambi detrarre gli interessi passivi del 50% oppure può farlo solo mia moglie? Grazie per l'attenzione.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-06-12 17:33:33

    Cara Romina, se, come sembra dal quesito la casa è di proprietà esclusiva della moglie non è possibile portare in detrazione la quota degli interessi del mutuo attribuibili alla signora. Al contrario se la casa fosse cointestata, il marito potrebbe portare in detrazione il 100% in quanto la signora, come scrive, risulta fiscalmente a carico del coniuge. Per fruire della detrazione, è necessario che il contribuente sia contemporaneamente intestatario del mutuo e proprietario dell’unità immobiliare, anche se non deve esserci corrispondenza tra la quota di proprietà e la quota di detrazione spettante per gli interessi passivi (Circolare dell’Agenzia delle entrate 26.01.2001 n. 7, risposte 2.3 e 2.5). La detrazione spetta su un importo massimo di euro 4.000. Per i contratti di mutuo stipulati a partire dal 1° gennaio 1993, in caso di contitolarità del contratto di mutuo o di più contratti di mutuo, il limite di euro 4.000 è riferito all’ammontare complessivo degli interessi, oneri accessori e quote di rivalutazione sostenuti. Tale importo deve essere ripartito in parti uguali tra i mutuatari, ad eccezione del mutuo cointestato con il coniuge fiscalmente a carico, per il quale il coniuge che sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi( Circolare 26.01.2001 n. 7, risposta 2.1).

    Rispondi
  • v veronica2019-06-13 12:51:27

    Buongiorno, ho stipulato un mutuo cointestato al 50% con il mio compagno. Le spese di perizia le ho pagate solo io dal mio conto personale. Posso scaricarle al 100% o devo sempre considerare la mia quota al 50%? Segnalo che il mio compagno non le ha detratte nel suo 730.

    Rispondi
  • S Salvatore2019-06-15 15:03:31

    Salve, io e mia moglie abbiamo acquistato una casa cointestata al 50%, con mutuo ipotecario prima casa anch’esso al 50%. Visto che mia moglie non lavora e quindi non ha reddito ed è fiscalmente a carico mio, per detrarre gli interessi passivi del mutuo al 100% volendo fare la precompilata 730, devo presentarla solo io, specificando il 100% del possesso e andando a modificare la quota degli interessi del mutuo a 4.000 euro, oppure devo farla congiunta?

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-06-20 11:20:57

    Buongiorno Marco, provo a rispondere al tuo gentile quesito: per detrarre gli interessi passivi del mutuo deve esserci la coincidenza di due condizioni titolare dell’immobile e intestatario del mutuo. Pertanto se i coniugi sono entrambi proprietari dell’immobile e cointestatari del contratto di mutuo ipotecario sarà possibile, per il marito, portare in detrazione anche la quota di interessi passivi della moglie, se quest’ultima è fiscalmente a suo carico. Al contrario se la moglie è l’unica intestataria del contratto di mutuo ipotecario (oppure l’unica proprietaria dell’immobile) il marito non potrà portare in detrazione nulla in quanto, per lui, non è presente il doppio requisito di “proprietario” dell’immobile e “cointestatario” del contratto di mutuo. E questo mi sembra rientrare nel caso che hai prospettato nella tua domanda. L’Agenzia delle entrate ha più volte precisato che per fruire della detrazione, è necessario che il contribuente sia contemporaneamente intestatario del mutuo e proprietario dell’unità immobiliare, anche se non deve esserci corrispondenza tra la quota di proprietà e la quota di detrazione spettante per gli interessi passivi (Circolare 29.01.2001 n. 7, risposte 2.3 e 2.5).

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-06-25 13:04:31

    Cara Veronica, le spese di perizia assieme ad altre voci relative alla stipula del contratto di mutuo possono essere portate in detrazione assieme agli interessi passivi nella misura del 19% di un tetto massimo di 4000 euro. L’agenzia delle entrate ha più volte chiarito (se ti va puoi approfondire il tema con la circolare 13/19) che l’importo della detrazione deve essere ripartito in parti uguali tra i mutuatari, ad eccezione del mutuo cointestato con il coniuge fiscalmente a carico, per il quale il coniuge che sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi. E dunque a te spetterà una detrazione del 50% in cui confluiranno le spese di perizia e se sostenute le spese notarili per onorario e contratto di mutuo.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-06-25 13:05:27

    Gentile Salvatore, nella dichiarazione precompilata devono essere inseriti i familiari a carico; il coniuge che non lavora sarà inserito in questo campo secondo le indicazioni risultanti dalla dichiarazione. La procedura che indica, Salvatore, è da ritenersi corretta.

    Rispondi
  • L LUCIA2019-07-03 23:05:46

    Salve il mio caso è questo: acquisto casa al 100% moglie, il mutuo invece è cointestato con il marito. La moglie è casalinga, fiscalmente a carico del marito. Può lui detrarre interessi passivi di competenza della moglie, fiscalmente a carico? Se sì, nel 730 come si collega la detrazione interessi al quadro B, che logicamente non sarà compilato?

    Rispondi
  • R Rodolfo2019-07-12 18:22:52

    Salve, io ho un mutuo per ristrutturazione cointestato con la mia ex moglie e la mia ex suocera di una casa di proprietà della mia ex moglie. Volevo sapere se in questo caso posso scaricare sul 730 la mia parte di mutuo. Faccio presente che la casa ultimamente è stata donata a mio figlio. Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-07-15 10:41:50

    Ciao Lucia, per la detrazione degli interessi passivi sul mutuo la condizione richiesta dall'agenzia delle entrate è che il contribuente sia contemporaneamente intestatario del mutuo e proprietario dell’unità immobiliare, anche se non deve esserci corrispondenza tra la quota di proprietà e la quota di detrazione spettante per gli interessi passivi. Il requisito congiunto di “acquirente e mutuatario” è, pertanto, sempre necessario. Non soddisfacendo il marito il requisito di proprietario non potrà neanche recuperare la quota spettante dalla moglie fiscalmente a carico proprio perché lei non genera Irpef. Nel quadro B dovrebbe essere indicato la rendita del fabbricato che, essendo di proprietà della moglie, dovrebbe essere indicato da lei che però non ha dichiarazione, quindi nulla deve compilare a riguardo il marito.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-07-15 11:15:00

    Gentile Veronica, comprendo la sua puntigliosità e precisione, temo però che questa sia una procedura standard di arrotondamento dell’Agenzia delle entrate e che ci sia poco da fare. Come si sa il Fisco è sempre pronto a prendere e più restio a dare. Battute a parte, la procedura del modello 730 precompilato e il risultato che le dà sono corretti.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-07-19 11:34:02

    I mutui per la ristrutturazione della prima casa sono detraibili con una serie di paletti e un massimale più basso rispetto alla detrazione dei mutui per l’acquisto. Considerato però, caro Rodolfo, che la casa è stata donata al figlio vedo un po’ complicato accedere alla detrazione, in quanto non sei più titolare dell’immobile.

    Rispondi
  • M MARIA CHIARA2019-09-24 14:37:29

    Salve, avrei bisogno gentilmente di un'informazione: io e il mio fidanzato vorremmo acquistare casa; lui è già proprietario di un immobile su cui gode delle agevolazioni prima casa. Per sfruttare l'opzione prima casa anche sul nuovo acquisto, sarebbe possibile intestare il mutuo ad entrambi e la casa solo alla sottoscritta? In caso contrario, ci sarebbero altre opzioni più convenienti? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-10-01 11:49:41

    Si è possibile, ma la quota del suo fidanzato non potrebbe essere portata in detrazione a meno che il suo fidanzato non sposti la residenza nella nuova casa, perdendo però le agevolazioni in quella già di sua proprietà. La legge consente due tipi di agevolazioni per la prima casa: all'acquisto una serie di sgravi legati ai costi notarili e alle spese di compravendita e sono subordinate al requisito che l’immobile sarà quello di proprietà e residenza individuato come prima casa e dunque le altre proprietà saranno tassate a tassazione normale; in questo caso il suo fidanzato comunque non potrebbe fruirne a meno che non vendesse l'immobile e riacquistasse una nuova casa entro 12 mesi. Le agevolazioni fiscali legate al mutuo, invece, consentono di detrarre il 19% degli interessi passivi sul mutuo, ma anche in questo caso con due condizioni: proprietà dell’immobile e contestazione del mutuo devono coincidere. Altrimenti sarà solo lei a portare in detrazione il 50% degli interessi passivi.

    Rispondi
  • S SALVATORE2019-11-27 21:04:05

    Buonasera, sto acquistando un immobile con mia moglie che è casalinga. Io sono già proprietario di una casa e, precisando che la casa che acquisteremo sarà adibita ad abitazione principale, vorrei chiederle delle info: 1. intestando la casa a me come nudo proprietario e mia moglie come usufrutto per quote rispettivamente del 15% e dell'85% (mi è stato consigliato dal notaio visto che sono io che pago il mutuo) e cointestando il mutuo, quanto posso detrarre di interessi? Solo il mio 50% o anche l'altro 50% visto che mia moglie è usufruttuaria e a mio carico? 2. può darmi un consiglio su come intestare la casa in modo dal limitare un po' le spese per le tasse e, allo stesso tempo, tutelarmi da un qualsiasi imprevisto, tipo divorzio, ecc. Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2019-12-12 14:45:47

    Le agevolazioni fiscali sono per la prima casa. Se si è sposati si ipotizza che il tetto coniugale sia uno solo ed è quello dove risiedono entrambi i coniugi. Spostando la residenza nella nuova casa come abitazione principale potrà su quella usufruire dei benefici tipo Imu, ma non gli altri. Dal mio punto di vista, nessuno dei due potrà scaricare perché appunto lei ha già un immobile acquistato e quindi questa non sarebbe una prima casa a meno che l’immobile non sia in un altro comune, ma la rimanderei ad un esperto per maggiori approfondimenti. Le conviene sentire di nuovo il professionista di fiducia perché il confine che ha tracciato è molto labile e potrebbe essere oggetto di rilievo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

    Rispondi
  • M Marcello2019-12-30 20:10:40

    Salve, avrei gentilmente bisogno di un chiarimento. Io e la mia fidanzata stiamo acquistando un immobile come prima casa; sia l'immobile che il mutuo saranno cointestati al 50%. Nessuno è a carico dell'altro quindi entrambi presenteremo la dichiarazione dei redditi. A questo punto, essendo nella condizione di detrarre il 19% delle spese relative all'atto di mutuo notarile, alla perizia e al compenso dell'agenzia immobiliare fino a 1000€, le fatture di queste tre voci devono risultare intestate ad entrambi o basta che siano intestate solo a mio carico? In questo caso, del totale importo delle tre fatture posso detrarre il 19% solo io al 100% e non solo al 50%? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-01-13 09:30:59

    La spesa degli oneri accessori è legata alla quota degli interessi passivi del mutuo; si ritiene che siano detraibili nella misura del 50% per titolare di mutuo e dunque dovranno essere fatturate a entrambi.

    Rispondi
  • F Federica 2020-01-13 20:24:08

    Salve, siamo marito e moglie e stiamo facendo un mutuo cointestato. Mio marito ha un lavoro a tempo indeterminato, io invece stagionale e non posso essere a suo carico; non faccio neanche il 730 perché non ce ne è bisogno. Nella mia condizione posso usufruire delle detrazioni? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-01-23 14:33:55

    Nel caso in cui non si presenti il modello 730 perché al di sotto della soglia di incapienza, non è possibile neanche usufruire delle detrazioni legate alla produzione di un reddito; nel vostro caso, quindi, usufruirà delle detrazioni soltanto suo marito.

    Rispondi
  • G Giuseppina 2020-02-06 14:34:41

    Buongiorno vorrei fare una domanda: se mio marito si intestasse il mutuo, può poi intestare la casa ai miei 4 figli? Non sono figli suoi, ma del mio primo matrimonio. È possibile poi portare al rogito un mio notaio di fiducia o devo prendere per forza quello della banca? La ringrazio vivamente la sua risposta.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-02-18 11:13:42

    Inizio dalla fine: per il rogito può scegliere un notaio di sua fiducia, non è obbligatorio stipulare l’atto di fronte al notaio segnalato dalla banca. In merito al primo quesito, invece, per ottenere la detrazione del 19% sugli interessi passivi occorre possedere un doppio requisito, quello di essere proprietario dell’immobile e intestatario del mutuo; ove fosse una divergenza, nel suo caso, suo marito perderebbe la possibilità di usufruire della detrazione.

    Rispondi
  • S Sharon2020-04-15 19:25:41

    Buonasera vorrei farle una domanda: ho un mutuo cointestato con mia sorella, per me prima casa, per lei seconda casa. Ora io sono in difficoltà economiche e vorrei richiedere la sospensione; vista la situazione Covid-19 anche il marito di mia sorella andrà in cassa integrazione. La domanda è: se io chiedo la sospensione del mio mutuo, poi mia sorella con il marito potrà a sua volta chiedere la sospensione del mutuo? Grazie.

    Rispondi
  • A Anna pia2020-05-03 09:05:21

    Buongiorno, vorrei sapere se posso scaricare sul 730 la somma interessi passivi del mutuo attuale di 120.000 euro, chiesto per l'acquisto di una casa e poi rinegoziato a questa somma, nonostante l'immobile abbia un valore catastale sull'atto di 30.000 euro. Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-05 15:00:30

    L’Abi ha siglato un accordo con l’associazione dei consumatori per poter chiedere la sospensione del mutuo anche per quegli immobili, non di lusso, che non siano prima casa. Provi a verificare con la banca se sussistono le condizioni anche per la parte di mutuo che attiene a sua sorella.

    Rispondi
  • A Alessio2020-05-06 15:41:18

    Buongiorno, in un mutuo cointestato tra due persone la somma degli interessi passivi e oneri accessori è di 7.000 euro. In ciascuno dei 730 quadro E rigo E7 cosa devo inserire? La somma totale (7.000), il 50% del totale (3.500), il valore massimo detraibile totale (4.000) o il 50% del valore massimo detraibile (2.000)? Grazie.

    Rispondi
  • F Fabio2020-05-06 17:40:40

    Buongiorno, volevo sapere se posso sommare e usufruire della detrazione del 19% sugli interessi passivi mutuo prima casa 50% (massimo 2.000€), sulle spese istruttorie del mutuo (1.250€), sulla perizia (320€) e sulle spese notarili per stipula mutuo (3.000€). Grazie.

    Rispondi
  • D Donatella2020-05-07 17:37:34

    Buongiorno, vorrei sapere se, avendo comprato casa intestata al 50% a me e mio marito e al 50% a mio fratello e avendo il mutuo intestato solo a me e mio fratello al 50% ognuno, io posso far scaricare sul 730 di mio marito la mia parte del 25% essendo totalmente a carico. Grazie.

    Rispondi
  • I Ilaria 2020-05-07 23:19:45

    Buonasera, io e mio marito siamo sposati in separazione dei beni; posso acquistare una casa e intestarmi sia il mutuo che la casa? Grazie.

    Rispondi
  • A Antonello2020-05-09 12:55:54

    Buongiorno, come posso detrarre la fattura del notaio per il mutuo e l'interessi dello stesso? La casa è intestata a mia moglie, mentre abbiamo il mutuo cointestato. Entrambe le due somme superano i 2.000 euro. La fattura potrei metterla come codice 99 sul 730? La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
  • R Roberto2020-05-13 09:04:18

    Buongiorno, io e mio fratello abbiamo il mutuo cointestato al 50%, ma lui è il proprietario di casa. Io posso recuperare gli interessi passivi sul mutuo? Grazie.

    Rispondi
  • D Dragan2020-05-13 13:32:32

    Buongiorno, devo fare il mutuo per la prima casa. Lavoro solo io e mia moglie è a carico mio, invalida al 100 per 100. Mia moglie riceve una pensione di circa 280 euro al mese. Volevo intestare il mutuo solo a me, ma la banca, visto che moglie riceve una pensione, chiede di intestarlo anche a lei. È consigliabile? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-15 15:09:24

    Cara Anna Pia, gli interessi passivi possono essere portati in detrazione nel modello 730 se coesistono due condizioni: essere proprietario dell’immobile e intestatario del contratto di mutuo. Spettano nella misura del 19%.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:14:21

    Caro Alessio, nelle istruzioni del modello 730, è riportato che si deve indicare la quota parte spettante. Le riporto il virgolettato delle istruzioni: “Se il mutuo è intestato a più persone, ogni cointestatario può fruire della detrazione unicamente per la propria quota di interessi” per il limite massimo di 2.000 euro per ciascun proprietario, quindi nel vostro caso sarà il 19% della metà dei 7.000 euro.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:15:51

    Caro Fabio, il calcolo è complessivo della somma di queste voci tenendo presente che la soglia totale a cui applicare la detrazione del 19% è pari a 4.000 euro. Nel caso di comproprietà dell’immobile e cointestazione del mutuo a ciascun proprietario spetta il 50% di questa somma.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:23:51

    Cara Donatella, sì la sua parte di interessi passivi potrà portarla in detrazione suo marito.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:28:42

    Sì, Ilaria, lei può comprarsi una casa ed esserne proprietario al 100%, idem per il mutuo. Per usufruire della detrazione però occorre che sia prima casa altrimenti non è possibile.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:30:11

    Caro Antonello, se la casa è intestata a sua moglie lei non può detrarre gli interessi e gli onorari; lo potrà fare solo sua moglie nella misura della percentuale per cui è intestataria del mutuo e cioè il 50%. La possibilità di detrarre gli interessi passivi e le spese notarili è prevista solo se la figura del proprietario dell’immobile e del mutuo coincidono; inoltre, l’immobile deve essere prima casa

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:42:36

    No Roberto, li può recuperare solo suo fratello. Per detrarre gli interessi passivi è necessario che chi detrae sia proprietario dell’immobile e del mutuo. In questo caso suo fratello nella misura del 50%.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:44:04

    Caro Dragan, la banca chiede in questo modo delle garanzie essendo la pensione una entrata fissa rispetto alla busta paga. È un modo per tutelarsi in caso di eventi avversi futuri come la perdita del lavoro. Può provare a chiedere alla banca se esiste una soluzione alternativa se questa cosa vi implica un impegno economico per voi non sostenibile.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-05-25 09:45:16

    Caro Juan, non ho capito però in che percentuale è proprietario dell’immobile. Se è proprietario al 100% i due mesi di accollo possono essere portati in detrazione al 100%, stesso discorso per gli oneri; negli altri mesi per quota parte al 50%.

    Rispondi
  • F Francesco 2020-06-04 00:10:53

    Salve, sono proprietario di un immobile al 100% ed ho acquistato un'altra casa intestandola a mia moglie al 100% come abitazione principale con residenza e un mutuo cointestato; siamo in separazione dei beni e lei non percepisce reddito quindi è completamente a mio carico. Posso detrarre qualcosa sul 730 per questo mutuo? Grazie.

    Rispondi
  • O Olivia2020-06-07 16:13:25

    Buongiorno, io e il mio compagno siamo proprietari di un appartamento rispettivamente al 35% e al 65%. Il mutuo è cointestato al 50%. La quota degli interessi passivi che possiamo portare in detrazione è al 50%? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-06-17 09:42:06

    Caro Francesco, si deve essere contemporaneamente proprietari e intestatari del mutuo; in questo caso, quindi, può detrarre gli interessi del coniuge fiscalmente a carico. Se invece il mutuo è si cointestato, ma proprietario è solo al coniuge fiscalmente a carico, l’altro coniuge non può detrarre gli interessi passivi.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-06-17 09:48:30

    Cara Olivia, il codice civile stabilisce che per i beni in comunione le quote si presumono uguali ma è possibile indicare quote diverse. Le detrazioni per gli interessi passivi spettano per la quota di propria spettanza del mutuo che è cointestato al 50%; per il mutuo, dunque, il discorso non è per quota ma per testa, di conseguenza è possibile portare in detrazione gli interessi riferiti alla metà del mutuo e non sulla base della quota di proprietà.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-06-26 11:27:08

    Io e mia moglie abbiamo un mutuo ipotecario cointestato dal 2008, però sul precompilato esce sempre la quota del 50% nonostante lei è sempre stata a mio carico; come faccio a modificare il precompilato prima di inviarlo? Grazie.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-06-26 20:29:52

    Quest'anno ho effettuato una successione e volevo chiedere se il prossimo anno devo dichiarare il reddito di €10.140, un monolocale del valore di €2.538 e rendita catastale di €21 da ridurre al 50%. Se sì, dove vanno inseriti questi redditi nel 730 precompilato? Grazie.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-06-30 19:19:51

    Ho un mutuo cointestato con mia moglie del quale ho le detrazioni come prima casa al 100% perché mia moglie è a mio carico; quest'anno ho avuto in eredità un monolocale al 50% con mio fratello. Questa abitazione è giù in meridione e volevo sapere se posso ancora detrarre il 19% del mutuo cointestato con mia moglie il prossimo anno. Grazie.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-07-03 18:15:51

    Volevo sapere come mai sul mio precompilato risulta solo la mia quota di detrazione del mutuo di €2.000 nonostante ho sempre detratto anche la quota di mia moglie essendo sempre stata a mio carico; poi dopo avere fatto il prospetto di liquidazione non c'è l'autocertificazione? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-07-16 12:43:30

    Caro Antonio, per le modifiche al precompilato dovrebbe rivolgersi ai canali di assistenza dell’Agenzia delle Entrate.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-07-16 12:47:16

    Caro Antonio, se ha ricevuto l’immobile in successione dovrà completare gli adempimenti ed essendo diventato proprietario di un immobile dovrà indicarlo nel quadro del 730 predisposto per i redditi da fabbricati nel quadro B dove dovrà riportare rendita e eventuale reddito da locazione.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-07-16 12:52:43

    Sì Antonio, diventare proprietario di un nuovo immobile non fa venire meno la condizione di proprietario della prima casa ove risiede. Pagherà le tasse immobiliare sulla casa ricevuta in eredità nella misura del 50%.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-07-16 12:54:00

    Caro Antonio, deve sentire i canali di assistenza del modello precompilato dell’Agenzia delle Entrate.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-07-16 14:24:24

    Io volevo sapere se la rendita di €10.680, il prossimo anno la devo dichiarare al 50% con mio fratello sul 730.

    Rispondi
  • G Gianluigi2020-07-17 22:35:50

    Salve ho acquistato la casa 4 anni fa. La casa è intestata a me e a mia moglie, mentre il mutuo a me a mia moglie e a mio figlio. La banca mi disse che dopo 4 o 5 anni avrebbe tolto mio figlio dal mutuo. Ora che sono passati 4 anni incomincia a crearmi un po' di problemi. Mio figlio tra poco vorrebbe comprare casa ma essendo cointestatario con me non può; allora si può o non si può toglierlo e se non si può cosa posso fare? Grazie mille.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-07-27 17:41:05

    Caro Antonio, sono spiacente ma non ho capito la domanda. Se è una rendita dell’immobile andrà indicata nel quadro previsto con la percentuale di proprietà.

    Rispondi
  • A Antonio 2020-07-30 09:59:45

    Volevo sapere se i soldi ereditati da un libretto postale, il prossimo anno vanno dichiarati nel 730. Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-08-05 09:56:34

    Caro Gianluigi, per “togliere” suo figlio dal contratto di mutuo sarebbe necessario fare un nuovo contratto, una sostituzione del contratto di mutuo modificando i nominativi dei titolari del contratto; con l’occasione, considerato che il contratto si fa davanti a un notaio con i relativi costi, potrebbe tentare di rinegoziare le condizioni con la banca a suo favore.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-08-13 09:01:06

    Caro Antonio, le somme ereditate non vanno dichiarate; se superano una certa soglia si dovrà versare l’imposta di successione e occorre adempiere con la dichiarazione di successione.

    Rispondi
  • A Alessandro2020-09-24 16:20:02

    Salve, la mia domanda è se il mutuo è cointestato con mia moglie, ma la casa è intestata solo a me e mia moglie percepisce reddito e non è fiscalmente a carico, come vengono riparti gli interessi passivi e le spese accessorie? Inoltre il tetto massimo è sempre di 4.000 euro per entrambi o 4.000 a testa di detraibilità? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2020-10-12 09:44:43

    Alessandro, per la detrazione degli interessi passivi sui mutui occorre avere il duplice requisito di proprietario dell’immobile e intestatario del mutuo. In questo caso solo lei porterà in detrazione gli interessi del mutuo per la parte, il 50% di sua proprietà. Il tetto dei 4.000 euro è da considerarsi sul mutuo intero a prescindere dal numero dei cointestatari del mutuo.

    Rispondi
  • A Alvaro2021-05-24 19:25:09

    Salve, nel caso di immobile cointestato a due coniugi e utilizzato come prima casa, ma mutuo intestato ad un solo coniuge, può quest'ultimo detrarre il 100%? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2021-06-01 11:52:01

    No Alvaro, per la detrazione degli interessi passivi sul mutuo occorre rispettare due condizioni: essere comproprietario dell’immobile e essere cointestatario del mutuo. In questo caso potrà detrarre solo il coniuge che soddisfa i due requisiti e per il 50% del valore.

    Rispondi
  • M Martina2021-09-15 14:36:40

    Buongiorno, mia sorella deve acquistare un immobile con il marito in separazione dei beni poiché lei è quella che metterà tutti i soldi iniziali. Volevano intestare la casa al 70% a lei e al 30% a lui, e fare mutuo cointestato al 50% per la parte rimanente. La banca si rifiuta di fare un mutuo al 50% se la casa è intestata al 70 e 30%; la banca si può rifiutare? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2021-09-29 15:24:25

    Certo Martina, non ci sono obblighi di legge per cui la banca debba accettare le condizioni proposte dai clienti, anzi nella maggior parte dei casi è il contrario perché le banche hanno le loro prassi e condizioni. In linea di principio dovrebbe esserci un’equivalenza tra percentuali di proprietà e percentuali di concessioni di mutuo.

    Rispondi
  • E Eleonora2021-11-24 22:40:10

    Buonasera, vorrei se possibile un chiarimento. Il mio ragazzo ed io stiamo comprando una casa intestata al 50% (prima casa per entrambi), il mutuo, però, sarebbe intestato solo a lui. Se ho capito bene gli interessi passivi li può recuperare solo lui e solo fino a 2.000 euro; se invece fossimo sposati potrebbe recuperare il 100% degli interessi passivi (4.000 euro), giusto? Se fra un paio d'anni ci sposassimo lui da quel momento in poi potrebbe scaricare il 100% degli interessi passivi o solo se io fossi a suo carico? Lui ha un contratto dipendente, mentre io sono libero professionista regime forfettario; se fossi cointestataria del mutuo potrei scaricare il 50% anche se in regime forfettario Grazie!

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2021-12-03 16:44:26

    Cara Eleonora, non è il matrimonio a cambiare la possibilità di detrarre tanto il mutuo ma il fatto che sia cointestato per entrambi; sul coniuge fiscalmente a carico il marito può detrarre gli interessi passivi quando anche il mutuo è cointestato. Inoltre chi è in regime forfettario non può utilizzare né meccanismi di detrazioni né di deduzioni avendo, per il legislatore fiscale, condizioni di particolare favore.

    Rispondi
  • D Damiano2022-01-20 10:43:26

    Buongiorno, mia moglie è già proprietaria al 40% di una prima casa ma senza mutuo intestato. Ora diventerebbe cointestataria di un mutuo al 5% con mia suocera, la quale diventerebbe proprietaria al 100% di un altro immobile. Quel 5% di cointestazione di mutuo cosa comporterebbe a livello fiscale e a livello di spese notarili e bancarie? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2022-01-26 12:26:05

    Caro Damiano, sarà trattato come un mutuo ordinario, nessuna agevolazione fiscale né a livello di spese notarili né bancarie. Per usufruire delle agevolazioni legate all’acquisto della prima casa è necessario che si sia proprietario dell’immobile per cui si chiede il mutuo e intestatari dello stesso, condizioni che dal quesito non mi pare siano rispettate.

    Rispondi
  • V VALENTINA2022-06-14 12:18:02

    Buongiorno, sono una casalinga senza reddito, ma comproprietaria al 50% di un immobile acquistato con il mio ragazzo. Posso fare la dichiarazione per recuperare il 50% degli interessi passivi anche se non ho un sostituto di imposta? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2022-06-27 13:01:07

    Cara Valentina, no, se non è capiente fiscalmente e non è fiscalmente a carico perde il diritto alla detrazione anche perché dal quesito ho capito che è comproprietaria dell’immobile ma non ho capito se è anche intestataria del mutuo. Nel caso in cui fosse intestataria del mutuo, ma appunto in situazione di incapienza fiscale, perde il diritto alla detrazione.

    Rispondi
  • A Albert2022-06-29 17:15:25

    Buongiorno, io e mia moglie abbiamo un mutuo cointestato e proprietà casa cointestata (50/50). Vorrei inoltrare la dichiarazione dei redditi in modalità congiunta. Mia moglie ha un reddito basso. La mia domanda è: inoltrando la dichiarazione congiunta, la % degli interessi passivi, sia per la somma dell'intermediario casa sia per le altre spese cointestate, si dividono nel calcolo ancora al 50% o come dichiarante principale ricevo addebito/credito in base ad un calcolo diverso, del 100% delle somme, in base anche al reddito e all'IRPEF più alto di mia moglie? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2022-07-12 17:25:55

    Caro Albert, la percentuale è sempre ripartita al 50% e ammonta al 19% delle somme portate in detrazione con determinati massimali per gli interessi passivi.

    Rispondi

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Ultimi approfondimenti:

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo