Mutuando: il blog di Mutui.it

Anche i mutui si fermano per la violenza sulle donne

Anche i mutui si fermano per la violenza sulle donne

3 dicembre 2019

La sospensione può arrivare fino a 18 mesi

Il 25 novembre è stata la giornata contro la violenza sulle donne. Per questa ragione l’associazione bancaria italiana Abi ha approvato un protocollo di intesa che prevede uno stop delle rate del mutuo e del rimborso dei crediti per chi ha subito violenza; la pausa può arrivare fino a 18 mesi.

Vedendo nei dettagli i contenuti del protocollo, si evidenzia che possono avere accesso a queste misure le donne che sono state inserite nei percorsi di protezione relativi alla violenza di genere.

Per dimostrare l’avvio di questo percorso sarà necessario essere in possesso del certificato rilasciato o dai servizi sociali del comune di residenza o dai centri antiviolenza o dalle case rifugio. La banca richiederà anche la compilazione di un modulo dove dovrà essere indicato l’inizio del percorso con la data di presumibile conclusione.

Se il proprio istituto o l’intermediario finanziario ha aderito al protocollo allora si potrà procedere con la sospensione del pagamento della quota di capitale delle rate del mutuo ipotecario o del finanziamento di credito per tutta la durata del percorso di protezione e comunque per un tempo massimo di 18 mesi.

Dal momento in cui è accolta la richiesta del cliente, la sospensione diventa operativa entro i 30 giorni o 45 giorni lavorativi se lo stop riguarda finanziamenti cartolarizzati. Una volta che c’è stato lo stop non si prevedono costi di applicazione e non si prevede la maturazione di interessi di mora nel periodo di sospensione: è come se le rate fossero congelate.

Chi ha presentato la richiesta può comunque richiedere in ogni momento il riavvio del piano di ammortamento. Una volta concluso il processo di sospensione si riprende con il conseguente allungamento del piano di ammortamento che va ad allungarsi per una durata pari al periodo di sospensione.

Il protocollo esclude dall’ambito di applicazione le operazioni di cessione del quinto e i finanziamenti che sono stati classificati deteriorati. Le banche, comunque, possono intervenire nel caso specifico per applicare la misura valutando caso per caso.

di

Altre news

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Mutuando di Cristina Bartelli

    Calabrese, ma da tempo trapiantata a Milano, è giornalista professionista dal 2004. Lavora per ItaliaOggi scrivendo del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione. Modera convegni e tavole rotonde su temi come l’antiriciclaggio, la pianificazione fiscale e gli adempimenti con l’agenzia delle entrate.