Glossario

IRS - Interest Rate Swap

15 settembre 2011

Per IRS, ovvero Interest Rate Swap, si intende il contratto con il quale le parti si scambiano, per un periodo stabilito al momento dell’accordo, i pagamenti degli interessi sui rispettivi prestiti, misurati sulla base dei tassi di interesse differenti (il debitore a tasso fisso pagherà gli interessi a tasso variabile che gravano sull'altro e viceversa). I contratti IRS sono caratterizzati dalla durata superiore ad un anno e sono negoziati su mercati non regolamentati (i cosiddetti Over the Counter). Possono inoltre essere ceduti ad un nuovo soggetto con la rinegoziazione delle caratteristiche.

La parte che si accolla il pagamento del tasso fisso (acquirente) intende diminuire i rischi derivanti dal contratto a tasso variabile, poiché prevede oscillazioni al rialzo; la banca (venditore), ad esempio, spera invece di incrementare i profitti nel breve periodo, aspettandosi rialzi minimi nei tassi. Le finalità di un contratto IRS, perciò, possono essere di copertura o speculative.

L’Interest Rate Swap è il contratto di tipo swap più diffuso, ma non l’unico: oltre allo swap di interessi, due controparti possono infatti accordarsi anche per swap di valute (Currency Swap) o swap di commodities (come i contratti di scambio sul prezzo del petrolio).

Forse ti interessa anche ...

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore.
Bastano 2 minuti!