Mondo mutui

5 marzo 2013

News - Rate più care d'Europa

Adusbef, mutui italiani più cari d’Europa

Adusbef, mutui italiani più cari d’Europa

I mutui italiani? Tanto, troppo cari. E assai più esosi che nel resto d’Europa. Sono le associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori a fare le “pulci” alle banche italiane: nel nostro paese, chi ottiene credito dagli istituti bancari viene regolarmente salassato. Nella elaborazione Adusbef dei dati forniti da Bce e Bankitalia aggiornati al dicembre 2012 viene fuori che, nonostante impercettibili diminuzioni del differenziale di tasso sui mutui tra Europa e Italia, passato a +119 punti base a dicembre 2012, rispetto a +124 dello scorso luglio, le banche nostrane “continuano imperterrite a saccheggiare le famiglie”.

I dati sono pesanti:  in un anno (novembre 2011 – dicembre 2012) è raddoppiato il differenziale Italia-Eurolandia tra i tassi medi applicati a mutui e altri finanziamenti. A dicembre 2012, il differenziale per i mutui risulta di +119 punti base a nostre spese (era +67 a novembre 2011): troppo. Una famiglia italiana che sottoscrive un mutuo di 100mila euro a 30 anni è costretta a pagare una rata mensile di 69 euro più alta – 828 euro in più all’anno – del mutuatario di Eurolandia. Ciò porterà, a conclusione del mutuo, a un esborso di 24.840 euro in più, secondo i dati incrociati dalle due unioni dei consumatori.

Sempre secondo l’analisi, le banche stanno continuando ad approfittarsi del basso livello dell’Euribor (per i mutui a tasso variabili) ed Eurirs (per quelli a tasso fisso), al fine di imporre spread più alti sui mutui. Per i tassi variabili, gli spread applicati vanno dal 2,70 al 4% con punte oltre il 4,50. Per i tassi fissi, gli spread applicati sono ancora più alti: dal 3,00% ad un massimo del 5,00%. In pratica, l’offerta delle banche per i mutui va dal 3 al 4,5 per cento se a tasso variabile, dal 5,2 al 6,8 se a tasso fisso.

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Valerio Mingarelli Valerio Mingarelli, marchigiano, è giornalista professionista fin dall’età di 28 anni.

    Ha cominciato la sua carriera in ambito televisivo (TV Marche e TV 23) per poi passare alla carta stampata nel 2002 scrivendo prima per il Giornale dell’Umbria e poi per il Corriere Adriatico. Dal 2007 è al quotidiano Metro, testata internazionale fra le più diffuse, dove cura le pagine dell’economia scrivendo, fra l’altro, di assicurazioni, risparmio, mutui e immobiliare.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!