Il 17% dei mutui è sottoscritto da cittadini stranieri

Pubblicato il 15 febbraio 2017

I mutui, soprattutto i mutui prima casa, vengono perlopiù assegnati agli italiani ma aumenta il numero degli stranieri a cui vengono concessi. E' questa la conclusione a cui è giunto l’Ufficio studi del gruppo Tecnocasa dopo aver esaminato le varie peculiarità socio-demografiche dei cittadini non italiani i quali abbiano sottoscritto un mutuo.

Rumeni e peruviani in cima alle richieste. Dall'analisi viene fuori un quadro secondo cui, in Italia, vengono finanziati soprattutto i cittadini italiani: l’83% dei mutui, compresi mutui prima casa, infatti, è stato concesso a persone di origine italiana. Stanno aumentando, però, avverte Tecnocasa, gli stranieri a cui viene erogato un mutuo, che oggi rappresentano oltre il 17% dell'erogato complessivo: il 13% circa è rappresentato da cittadini che appartengono ad altri paesi del Vecchio Continente mentre il 4,1% dei mutui è concesso a immigrati extra-europei. Tra gli europei, le nazionalità più rappresentate sono: rumeni (31,2% del totale stranieri), albanesi (16,5% del totale) e moldavi (10,8%). Per quanto concerne i non-europei, i più presenti sono i peruviani (3,6% del totale stranieri), seguiti dai marocchini (2,5%) e dagli indiani (2,3%).

Quarantenni stranieri a caccia della casa. Le banche, mette in risalto Tecnocasa, tendono a finanziare i cittadini non italiani più nel Nord Italia che nel Sud: nel Nord Est, per esempio, più di un terzo dei soggetti finanziati non è italiano. L'età media dei mutuatari non cittadini italiani è di 38,7 anni: quattro su dieci hanno fra i 35 e i 44 anni mentre gli under 35 sono il 34,2% del totale. Il 95% dei mutui viene erogato per acquistare casa: sostituzioni e surroghe costituiscono solo il 4,5% del totale. Il 40% circa degli stranieri sottoscrive mutui a tasso fisso, poco più della metà, ossia il 52% del totale, sceglie il variabile: il “puro” raccoglie il 36% delle preferenze, il “variabile con cap” il 16,6%. 

Mutui da 50 a 100 mila euro per 24 anni. In media, la durata dei mutui, anche mutui prima casa, sottoscritti da cittadini non italiani è di 24,3 anni: il 71,5% ha durata compresa tra 21 e 30 anni, il 28,5% fra 10 e 20 anni. L’importo medio erogato è circa 96.400 euro: metà dei mutui erogati agli stranieri ha un importo variabile da 50 a 100.000 euro, mentre il 36% va da 100 a 150.000 euro. Soltanto il 7,3% dei mutuatari, ottiene un finanziamento superiore a 150.000 euro.

Le banche pretendono sicurezza economica. Uno degli elementi fondamentali richiesti dalle banche agli stranieri è la sicurezza economica, caratteristica che identifica il 91,2% dei mutuatari che sono, in genere, dipendenti a tempo indeterminato oppure pensionati. Il 7,5% è rappresentato da stranieri che hanno un contratto di lavoro flessibile, come liberi professionisti o lavoratori autonomi o ancora titolari d’azienda mentre i lavoratori a tempo determinato pesano per l’1,3% soltanto.

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo