Agevolazione prima casa sull’eredità

L'agevolazione spetta anche in caso di acquisto di una nuova abitazione

Il Fisco riconosce il regime fiscale di favore sulla prima casa anche al contribuente che possiede un immobile ricevuto in eredità e nello stesso comune acquista un nuovo immobile. È necessario il rispetto di una condizione però, quello della vendita del primo immobile ereditato entro l’anno dall’acquisto della nuova prima casa.

È questa l’indicazione che arriva dall’Agenzia delle Entrate, che ha riposto a una richiesta di chiarimento (interpello) il 25 agosto 2021. 

Il caso

Un contribuente eredita per la morte del padre, in comunione con il fratello, un immobile di categoria A/2. Al momento della registrazione della successione ha chiesto lagevolazione prima casa sulla quota indivisa in quanto ha adibito proprio quell’immobile a residenza principale.

Nel 2020 muore anche il fratello, diventando il contribuente l’unico proprietario dell’immobile e in questo caso la successione è ancora in corso di registrazione. Però ora il contribuente vuole acquistare un nuovo immobile, vendendo quello in cui ha la residenza, ma ha bisogno di perfezionare la vendita dell’immobile che ha già, senza attendere il completamento dell’iter burocratico della registrazione della successione. 

Il quesito

Si chiede al Fisco di sapere se il caso esposto può usufruire dell’agevolazioni prima casa per l’acquisto del nuovo immobile senza per questo vedersi applicare le sanzioni previste nel caso di vendita di bene ereditato prima dei cinque anni dalla registrazione della successione, ricorrendo e utilizzando una situazione che è chiamata vendita infrannuale postuma. 

La risposta del Fisco

Risposta affermativa dell’Agenzia delle entrate al primo quesito. È possibile mantenere l’agevolazione prima casa per l’acquisto di nuova abitazione nel caso di possesso dell’immobile nello stesso comune purché, elemento vincolante, si proceda alla vendita entro l’anno dell’immobile ricevuto in eredità.

Sul punto della decadenza e delle sanzioni, nel caso in cui la casa acquistata con le agevolazioni “prima casa” venga venduta prima del decorso dei cinque anni dall'acquisto agevolato in sede successoria, l’Agenzia ritiene che l'istante non decada da quest'ultima agevolazione. Il vincolo anche in questo caso è che venda l’immobile entro l’anno.

Le agevolazioni prima casa di cui si fa riferimento sono quelle di applicazione dell’imposta di registro con una aliquota più bassa del normale, 2%
 

7 settembre 2021 di

Altre news

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Ultimi approfondimenti:

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo