LTV – Loan to Value

LTV – Loan to Value

30 gennaio 2018

Il LTV, Loan to Value, indica il rapporto fra il mutuo richiesto e il valore dell’immobile ed è calcolato come l’importo del mutuo diviso per il valore della proprietà, espresso in percentuale.

Chiaramente, maggiore è quest’ultimo, più la banca si sentirà tutelata e sarà quindi propensa a concedere il mutuo. A fronte di una richiesta di finanziamento che sia contenuta rispetto al valore dell’immobile, le banche applicheranno spesso tassi di interesse minori al mutuo.

In particolare, nel caso in cui il cliente richiede un prestito vicino al 50% del valore dell'immobile, la banca applica un tasso di interesse favorevole, mentre per un prestito pari all'80%, la banca offre un tasso di interesse standard (oltre all'obbligo di apertura di una polizza assicurativa sul mutuo, che fa aumentare ulteriormente il totale dei costi). In alcuni casi è possibile superare questa soglia, accettando però tassi sempre meno favorevoli.

Generalmente, al diminuire di questo indice le banche tendono a garantire delle condizioni di rimborso più vantaggiose. Un LTV inferiore, infatti, corrisponde spesso a tassi di interesse contenuti e, viceversa, a un Loan to Value più alto corrispondono tassi di interesse più elevati. Questo dipende dal fatto che il rapporto tra l'importo del mutuo richiesto e il valore stimato dell'immobile posto a garanzia del prestito rappresenta un indicatore della rischiosità del finanziamento stesso.

In caso di inadempimento del debitore, la banca provvederà a far valere la sua ipoteca e a soddisfare il suo credito su quanto ricavato dalla vendita dell'immobile stesso. 

Forse ti interessa anche ...

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore.
Bastano 2 minuti!