Come verificare la cancellazione dell’ipoteca sulla casa

Dove controllare la cancellazione dell'ipoteca

Fino a luglio 2016 per verificare la cancellazione dell'ipoteca sulla casa era necessario recarsi presso una filiale dell'Agenzia delle Entrate del comune di residenza, compilare un modello con tutti i dati richiesti e firmarlo. L'ipoteca sulla casa scatta nel momento in cui viene acceso un mutuo, a garanzia del capitale erogato dalla banca. Anche se su un immobile grava tale vincolo a difesa degli interessi dell'istituto di credito, il debitore può comunque usufruirne e continuare ad abitarlo. Nel caso in cui fosse insolvente per un periodo prolungato o per un certo numero di rate non pagate, interviene il meccanismo alla base dell'ipoteca. Si tratta di difendere gli interessi della banca che non andrà comunque in perdita, in quanto nei casi in cui perdura il non pagamento delle rate, entrerà in possesso del bene a garanzia. L'ipoteca decade, di conseguenza, nel momento in cui il mutuo viene interamente onorato. Ci sono evidentemente ragionevoli motivi del neo-proprietario dell'immobile per verificare se effettivamente la banca ha tolto questo vincolo. Uno di questi è l'intenzione di vendere l'immobile, che non sarebbe acquistato da nessuno, senza le necessarie garanzie. Nel caso in cui la banca non provvedesse in tempi utili a togliere l'ipoteca, il proprietario potrebbe appellarsi al Giudice di Pace. Nel caso in cui riuscisse a dimostrare l'effettivo danno, potrebbe anche richiedere e ottenere un risarcimento. Un esempio di prova da portare potrebbe essere la mancata vendita a un buon offerente.

Come verificare la cancellazione dell'ipoteca sul sito dell'Agenzia delle Entrate

Oggi con i moderni mezzi di comunicazione e il collegamento a internet, controllare la cancellazione dell'ipoteca è facile e veloce. Basta collegarsi al sito dell'Agenzia delle Entrate e usufruire del servizio telematico dedicato del tutto gratuito. L'accesso ai siti di Fisconline ed Entratel sono contestuali all'ottenimento del Pin, che si può richiedere sempre online. La prima parte del codice arriverà tramite sms o email, mentre la seconda sarà recapitata presso il proprio indirizzo di residenza entro 15 giorni. Da ricordare che il Pin dell'Agenzia delle Entrate permette di accedere anche ad altri servizi online, per questioni contributive e finanziarie. L'acceso alle suddette piattaforme consente non solo di verificare che l'ipoteca sia stata effettivamente cancellata, ma anche di farne richiesta e accertarsi dello stato di avanzamento della pratica.

La cessazione di tale vincolo sull'immobile da parte della banca non avviene, però, in modo automatico al momento dell'estinzione del mutuo. Quando l'ipoteca non è decaduta è bene per il proprietario verificarne i motivi. Sul sito sono riportati anche le ragioni per le quali non è stata sospesa e questo permette d'interfacciarsi con la propria banca e chiedere chiarimenti. A volte viene indicato semplicemente lo stato di avanzamento della pratica. Più spesso succede che l'Agenzia delle Entrate non possa procedere, in quanto mancano dati anagrafici e altri documenti, oppure sono stati riportati in modo errato. Anche in questo caso si possono correggere, rimanendo in attesa dell'esisto della pratica stessa. La permanenza o meno dell'ipoteca è iscritta nel cosiddetto Registro delle Comunicazioni, al quale si può accedere soltanto dopo aver ottenuto il Pin ed essersi registrati. Nel caso in cui, dopo qualche giorno, la pratica non risulti evasa, potrebbe essere la banca stessa ad aver comunicato che non è possibile procedere. Ecco un'altra occasione in cui è bene contattare l'istituto bancario o la finanziaria che ha erogato il mutuo e chiedere spiegazioni. Per i casi sopra elencati ci sono delle voci precise, che il sistema evidenzia in base allo stato della pratica.

Come cancellare l'ipoteca di persona

Quando l'ipoteca viene segnalata come cancellata, significa che l'iter si è concluso positivamente, mentre se è contrassegnata da non ricevibile significa che ci sono dei problemi con i documenti. Infine, se compare la dicitura non eseguibile vuol dire che l'ipoteca non può essere tolta per richiesta della banca o per altri motivi di tipo legale. Nel caso si voglia procedere con la verifica della cancellazione dell'ipoteca nel modo tradizionale, basta recarsi di persona presso un ufficio dell'Agenzia delle Entrate, come accennato. Sono necessari alcuni dati che riguardano l'immobile, come la via, il comune dove sorge, la particella, il foglio, ecc. Nel caso non si abbiano tutte queste informazioni, l'operatore allo sportello può risalire attraverso il nome e il cognome e il codice fiscale a tutti gli immobili di cui il richiedente è intestatario. In questo caso si procede facendo la cosiddetta visura ipotecaria catastale. Quest'ultima potrebbe anche essere richiesta dal potenziale acquirente che intende acquistare una casa messa in vendita. Di norma e per trasparenza dovrebbe essere il proprietario ad allegarla, come documento comprovante il fatto che l'immobile è libero da procedimenti giudiziari. Nessuno, infatti, comprerebbe una casa che rischia di perdere e, inoltre, l'ipoteca passerebbe al nuovo proprietario.

Contenuti della sezione

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!