Certificato contestuale

Certificato contestuale

Il certificato contestuale è un documento che riunisce informazioni di diversa natura inerenti al medesimo soggetto in un unico certificato. È anche noto con il nome di certificato cumulativo proprio perché con esso è possibile attestare più condizioni contemporaneamente. Più precisamente contiene:

  • nascita, residenza e cittadinanza
  • stato civile
  • stato di famiglia

L'uso del certificato cumulativo può interessare tutte quelle situazioni in cui si ha la necessità di presentare più certificazioni allo stesso tempo. Viene, ad esempio, richiesto dalle banche in fase di istruttoria del mutuo per sveltire la procedura, ma può far parte anche dei documenti necessari per sposarsi e per certificare lo status di cittadino italiano.

I vantaggi del certificato contestuale sono evidenti visto che raccoglie in un unico documento informazioni che dovrebbero essere contenute in più certificati che, se richiesti singolarmente, comporterebbero una spesa onerosa. Si pensi al costo della marca da bollo (16 euro) da apporre su ogni certificato e da moltiplicare per tutte le persone coinvolte. Sebbene i certificati da produrre alle banche non dovrebbero prevedere alcun tipo di esenzione, alcuni istituti, per agevolare i propri clienti, accettano anche i documenti in carta semplice invocando l'art. 15 del D.P.R. 601/73. Se l'istituto lo consente, è quindi possibile chiedere che il certificato venga emesso in carta semplice. In questo caso si pagano solo i diritti di segreteria, ma occorre specificare l'uso e richiamare la norma che autorizza l'esenzione dall'imposta di bollo.

La richiesta per ottenere il certificato contestuale può essere effettuata presso lo sportello Anagrafe esibendo un documento d'identità valido, oppure online collegandosi al portale del Comune. Se si chiede il certificato online i diritti di segreteria non sono dovuti; per quanto riguarda la marca da bollo può essere acquistata da qualsiasi rivenditore, applicata nell'apposito riquadro e annullata mettendoci sopra la firma e la data. Il certificato contestuale vale 6 mesi ma può essere utilizzato anche oltre questo termine se l'intestatario dichiara in calce che le informazioni contenute non hanno subito variazioni.

Forse ti interessa anche ...

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore.
Bastano 2 minuti!