Mondo mutui

6 febbraio 2013

News - Primo: scegliere bene la banca

Mutui nel 2013: il variabile conviene in parte

Mutui nel 2013: il variabile conviene in parte

Avere la sfera di cristallo per dare consigli a chi deve stipulare un mutuo allo stato attuale è cosa complicata. Ma che 2013 vivremo sul fronte dei tassi? E’ preferibile rintanarsi nelle “maglie” più sicure del tasso fisso o aprirsi a quelle spesso più ondivaghe e convenienti del tasso variabile? I pareri sono e resteranno sempre discordanti, ma nell’immediato, qualche suggerimento si può dare. Se si guardano le curve dei tassi, l’Euribor, al quale si legano i tassi variabili, dovrebbe sul breve termine portare una maggiore convenienza: la Banca Centrale europea infatti non dovrebbe alzare il costo del denaro nel primo trimestre dell’anno.

Questo discorso però, si sposa bene per i mutui di durata più breve: fino ai 10 anni, insomma. Per quelli più sostanziosi dal punto di vista della somma e spalmati su più anni, il tasso fisso è comunque da prendere in considerazione: anche se costa di più, protegge da sgradite sorprese sulla singola rata, che non andrà a subire mai impennate improvvise che sul lunghissimo periodo, quindi garantisce più tranquillità.

Ma visto il trend del 2012, la cosa più importante da fare, è ponderare bene la scelta della banca con la quale accendere il mutuo. Proprio nel 2012 si è registrata un’escalation dei livelli degli spread applicati, che quasi sempre sono arrivati sopra al 4%. Gli spread bancari possono, infatti, arrivare ad incidere per anche più del 90% sul tasso finale: ad esempio chi stipula un prestito variabile al tasso del 3,05% paga, in termini di spread, il 2,8% (il 91%). Questo è anche il motivo per cui, nel secondo semestre del 2012, si sono sottoscritti il 41,4% in meno dei contratti firmati l’anno prima (dati Istat). Dunque è impossibile allo stato attuale prevedere che 2013 vedremo, di certo l’impressione è che la situazione possa soltanto migliorare.

di Valerio Mingarelli

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Valerio Mingarelli Valerio Mingarelli, marchigiano, è giornalista professionista fin dall’età di 28 anni.

    Ha cominciato la sua carriera in ambito televisivo (TV Marche e TV 23) per poi passare alla carta stampata nel 2002 scrivendo prima per il Giornale dell’Umbria e poi per il Corriere Adriatico. Dal 2007 è al quotidiano Metro, testata internazionale fra le più diffuse, dove cura le pagine dell’economia scrivendo, fra l’altro, di assicurazioni, risparmio, mutui e immobiliare.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Le ultime news dal mondo mutui