Mutui prima casa: prorogato il fondo Gasparrini

Operativo fino all'esaurimento delle risorse

Operativo fino all'esaurimento delle risorse

Pubblicato il 5 February 2021

Prosegue anche in questo 2021 la moratoria sui mutui prima casa, per chi è in difficoltà con le rate.

Il Fondo Gasparrini, infatti, è stato ripescato col decreto legge di marzo scorso, alimentato per altri 400 milioni di euro: continuerà a operare fino all'esaurimento delle risorse.

Scatta la procedura veloce

Il decreto legge Ristori ha confermato due deroghe che sono state concesse durante la prima parte della pandemia.

Una deroga riguarda i mutui che siano in ammortamento da meno di un anno e per i quali si può richiedere la sospensione, un'altra deroga è la procedura breve della moratoria: fino al 31 dicembre 2021 vale la sospensione immediata del mutuo attuata dalla banca.

La sospensione scatta dalla presentazione della domanda, dalla prima rata che sia in scadenza dopo la presentazione della richiesta.

In pratica, con questa nuova deroga, non è più necessario attendere la valutazione e il consenso di Consap: si potranno, invece, guadagnare 45 giorni, quelli che all’inizio intercorrevano fra l’inoltro della domanda e l’esito (positivo o negativo) del Consap.

Domanda e documenti

Secondo il Consap stesso, dal giorno in cui è stata presentata la domanda con i documenti, la banca interrompe il conteggio del ritardo eventuale nel pagamento delle rate, ritardo che non potrà essere superiore a 90 giorni consecutivi, pena l’inammissibilità della richiesta.

La domanda va inoltrata alla banca che ha erogato il mutuo (tramite il modulo sul sito di Consap) insieme ai documenti elencati che attestano il rispetto dei requisiti. La banca acquisisce la documentazione e ne verifica completezza e regolarità formale, poi la invia telematicamente a Consap.

Un po' di storia....

Istituito nel 2007 con legge 244, il Fondo Gasparrini viene gestito da Consap, società partecipata dal ministero dell’Economia e delle Finanze: si tratta di un fondo di solidarietà per chi abbia stipulato un mutuo prima casa, permettendo di “beneficiare della sospensione dal pagamento” delle rate del mutuo stesso se si verificano “situazioni di temporanea difficoltà” che siano destinate a incidere negativamente sul reddito del nucleo familiare”.

Visto che la sospensione delle rate non comporta l'inesigibilità del credito, non è prevista alcuna procedura esecutiva sull’immobile a garanzia del mutuo stesso.

Inizialmente il fondo Gasparrini era destinato ai lavoratori che si trovavano in condizioni di disagio dopo la perdita del posto di lavoro o la riduzione dell’orario o ancora dopo il decesso o sopraggiunta invalidità.

In seguito, il Fondo è stato aperto anche ai lavoratori che, in relazione alla pandemia da covid, si sono visti ridurre l’orario oppure sospendere il lavoro per 30 giorni consecutivi.

La sospensione del mutuo, poi, è stata allargata ai lavoratori autonomi e ai titolari di partite iva, solo fino allo scorso 17 dicembre.

Come funziona il fondo Gasparrini

La sospensione del mutuo dà modo di congelare le rate nella misura della quota capitale e del 50% degli interessi: il Fondo si accolla le rate e la fermata dei versamenti allunga la durata del mutuo stesso per un periodo pari a quello dell'interruzione.

Il massimo consentito per lo stop delle rate è di 18 mesi, non replicabile per più di due volte: l'ammontare del mutuo, inoltre, non può superare 250.000 euro.

Fino al 17 dicembre il ricorso al Fondo Gasparrini era consentito per massimo 400.000 euro, attivabile anche da cooperative edilizie o da chi avesse già usufruito del Fondo garanzia prima casa, ossia da giovani coppie o da precari.

Commenti

  • M Monica Pegoraro2021-06-24 14:23:42

    Buongiorno, non si menziona mai il congelamento del mutuo; se per chi è cointestatario al 50%, vale la perdita del lavoro per solo uno dei due coniugi? Ovviamente il reddito è dimezzato e non è possibile pagare le rate. Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2021-06-30 16:28:20

    Cara Monica, se il mutuo è cointestato la situazione per cui è riconosciuta la sospensione del mutuo (quindi riduzione o perdita di lavoro ad esempio) vale anche se uno solo dei due mutuatari rientra in queste categorie.

    Rispondi
  • A Antonella2022-02-14 06:52:23

    Buongiorno, sono una lavoratrice autonoma che ha già usufruito della sospensione di 18 mesi del mutuo; posso chiedere ulteriore proroga di 6 mesi? Grazie.

    Rispondi
  • C Cristina Bartelli2022-03-01 11:27:50

    Cara Antonella, ritengo di no. In una risposta a questa domanda, consultabile sul sito di Consap, si prevede che: “è possibile richiedere una nuova tranche di sospensione per il periodo massimo di 18 mesi da usufruire in non più di due volte”.

    Rispondi

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo