Mondo mutui

6 dicembre 2018

News - Gli italiani cercano casa sul web

Il 70% dei futuri proprietari cerca casa su internet

Il 70% dei futuri proprietari cerca casa su internet

Per sette italiani su dieci la casa dei sogni si cerca sul web. Grazie a una maggiore rapidità, alla possibilità di eliminare fin da subito gli immobili ritenuti meno interessanti, il canale on line conquista sempre più ampie fasce di potenziali acquirenti. Ad aver rilevato questa tendenza, destinata a crescere ancora nei prossimi anni, è il report “I servizi immobiliari in Italia e in Europa” di Scenari Immobiliari, che mette a confronto le diverse realtà europee e anglosassoni con il mercato italiano.

L’indagine rivela tuttavia come, nonostante il gradimento per i canali on line - non solo per la ricerca degli immobile, ma anche per la comparazione dei mutui casa - l’agente immobiliare non sia una figura in via di sparizione, bensì di trasformazione: l’intermediario si è gradualmente trasformato in un consulente immobiliare, il cui ruolo prevede anche la capacità di offrire un vasto numero di servizi tecnici, finanziari e assicurativi inerenti al settore. 

I ricavi ottenuti dall’agente immobiliare già oggi infatti non derivano più dalla sola attività di intermediazione ma anche dalla prestazione di altri servizi: secondo le stime il 75% deriva dall’intermediazione mentre il 25% da attività di valutazione e advisoring.

D’altra parte la loro presenza sul territorio si conferma rilevante: in Italia il 55% delle transazioni immobiliari tra privati viene gestito attraverso un intermediario. In Paesi come Francia e Germania, i volumi intermediati sono compresi fra il 60 e il 70 per cento mentre in Francia la percentuale negli ultimi due anni ha raggiunto il 70 per cento. Nel Regno Unito  la quasi totalità delle transazioni (91%) viene gestita dalle società di intermediazione immobiliare mentre solo la Spagna si colloca dietro l’Italia con una percentuale del 52 per cento.

Secondo Scenari Immobiliari negli ultimi tre anni network e agenzie sono cresciuti a livello europeo del 9% circa. Gli addetti in questo settore, sempre in riferimento ai primi cinque Paesi europei, sono invece aumentati di quasi il 10 per cento. Il balzo in avanti maggiore lo ha fatto la Germania: l’aumento delle aperture è stato infatti del 31,4% rispetto al 2016.

In Italia, invece, per effetto della contrazione del mercato negli anni scorsi, si contano solo 39mila agenzie immobiliari contro le 60mila del periodo pre-crisi del 2008. Ma il loro numero dovrebbe continuare a salire: alla fine del 2017 le nuove agenzie sul territorio sono state il 10,5% in più rispetto alla fine del 2016. 
 

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

    In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.