Ristrutturazioni edilizie con nuovo calendario

La proroga arriva dalla Legge di Bilancio 2022

Il superbonus, la maxi detrazione fiscale del 110% (con l’opzione di cedere l’intero credito ad altri soggetti o ricevere dalla ditta uno sconto equivalente immediato in fattura) è stato prorogato dalla legge di bilancio 2022.

La novità principale è che le ristrutturazioni edilizie avranno una durata prolungata. La proroga però non è uguale per tutti ma differenziata a seconda della tipologia di agevolazione e dei soggetti a cui si applica.

In sintesi per i condomini, le persone fisiche (al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione) e, secondo una modifica introdotta al Senato, per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale.

Fino al 2025, ma si abbassa l’aliquota di sconto

Inoltre bisogna tenere a mente che il meccanismo arriverà fino al 2025, ma non come adesso con una quota di sconto al 110%. La proroga al 2025 si accompagna a una progressiva diminuzione della percentuale di detrazione (dal 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 che passa al 70% per i lavori fino al 2024 e si conclude al 65% per quelle sostenute nell’anno 2025).

La disposizione, poi, proroga la possibilità di avvalersi della misura per le cooperative di abitazione a proprietà indivisa (fino al 30 giugno 2023). Per gli stessi soggetti, qualora siano stati effettuati lavori (al 30 giugno 2023) per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 (analogamente a quanto già previsto per gli IACP).

Vocazione verde

La detrazione al 110% spetta, poi, per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente per l'installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica ovvero di impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici, eseguita congiuntamente ad uno degli interventi trainanti, in relazione all’anno di sostenimento della spesa e per gli interventi di installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, eseguita congiuntamente ad uno degli interventi trainanti di efficientamento energetico

Villette agevolate

Un argomento che nelle scorse settimane aveva suscitato molte polemiche e confusione era legato all’intenzione di modificare le regole applicabili alle villette o abitazioni unifamiliari.

Ora la legge approvata e definitivamente pubblicata in Gazzetta Ufficiale mette la parola fine alla confusione stabilendo che: per gli interventi effettuati su unità immobiliari dalle persone fisiche, l’agevolazione fiscale spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, a condizione che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell'intervento complessivo (senza più riferimento al valore ISEE). Le proroghe si applicano anche per la realizzazione degli interventi trainati.

Per chi sceglie di mantenere la strada della detrazione, la norma stabilisce che la quota deve essere ripartita in 4 quote annuali.

4 January 2022 di

Altre news

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Ultimi approfondimenti:

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo