Per gli italiani la casa è green

16 luglio 2020

Per gli italiani la casa è green

Cresce l'interesse per gli spazi esterni

Cresce l'interesse per gli spazi esterni

Come già avevano rilevato alcune ricerche condotte dalle principali reti di agenzie immobiliari, sta crescendo l’interesse degli italiani per le abitazioni dotate di spazi esterni, possibilmente idonei ad ospitare piante e fiori. L’emergenza sanitaria legata al Covd 19, e il conseguente lockdown, avrebbe di fatto accelerato una tendenza già in corso negli ultimi anni che vede la trasformazione degli spazi esterni in veri e propri locali aggiuntivi in cui trascorrere qualche ora all’aperto.

Il maggior costo richiesto per l’acquisto di un immobile dotato di balcone, giardino, terrazzo, o persino di un orto, e quindi la necessità di ricorrere a mutui di importo più elevato, non sembra scoraggiare la nuova domanda. Secondo i dati GfK Sinottica, raccolti attraverso un’indagine riferita al 2019 e basata su un campione rappresentativo della popolazione, la maggior parte degli italiani gode già almeno di uno spazio esterno “casalingo”: il 74% ha almeno un balcone e quasi uno su due (47%) ha un terrazzo. Il 42% della popolazione vive in una casa con giardino. In questi spazi all’aperto si esprime il desiderio di un maggiore contatto con la natura. Infatti, uno dei trend in crescita negli ultimi anni è quello della cura delle piante: secondo i dati GfK Sinottica il 39% degli italiani ha l’abitudine di dedicare del tempo al giardinaggio. Un dato in crescita del 3% rispetto al 2012 sul totale popolazione e di ben il 13% tra i Baby Boomer. Non solo fiori e piante d’appartamento: un quarto della popolazione italiana (27%) possiede e coltiva addirittura un orto.

Ma il desiderio di avere un’abitazione green non sembra essere l’unico effetto del lockdown sulla nuova concezione di “casa”. A tale esigenza si combina infatti quella di avere degli spazi che consentano di attrezzare una postazione per lo smart working e di poter ospitare gli amici a cena o nel fine settimana.

A causa della forzata permanenza tra le quattro mura di casa è cresciuto il desiderio di condividere con gli altri il momento del pasto sia a seguito della scoperta del food delivery, sia per un ritrovato interesse per la cucina casalinga.

In generale, per gli italiani la propria abitazione dovrebbe essere un luogo caldo, in grado di accogliere in modo confortevole sia chi lo vive, sia i propri ospiti. Il 58% degli italiani desidera una casa dove gli oggetti e gli arredi raccontino la propria personalità. Questa ambizione è particolarmente forte tra i Millennials e la Generazione X. Il 29% invita spesso gli amici a mangiare a casa propria (un’abitudine consolidata soprattutto tra i Millennial) e oltre la metà (55%) dichiara di dedicare molto tempo alla cucina.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

    In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.