Come sarà la casa del futuro

14 febbraio 2020

Come sarà la casa del futuro

Dalla stampa 3D ai moduli prefabbricati

Dalla stampa 3D ai moduli prefabbricati

Case stampate in 3D, case riciclate, smart, a emissioni zero. Sono questi gli scenari delle abitazioni del futuro rappresentati dalle start up protagoniste dell'ultimo Future Hub di Klimahouse 2020 di Bolzano. Non si sa se saranno acquistabili con mutui prima casa o, se anche in questa materia, avremo nuovi scenari. Resta il fatto che, di sicuro, daranno nuovo impulso al mercato immobiliare.

La prima tendenza è relativa all’utilizzo dei materiali edili alternativi. Per le costruzioni verranno utilizzati materiali sempre più durevoli ed ecosostenibili in modo da combattere il cambiamento climatico andando incontro alle politiche climatiche più severe. Il secondo trend dell'immobiliare del futuro riguarda, invece, l’uso della stampa 3D nelle costruzioni. Oggi, secondo gli studi, viene scartato anche il 30% del materiale edile, che diventa un onere economico per l’azienda e un grosso problema per l’ambiente. La tendenza (in rapida ascesa) della stampa 3D mira a minimizzare gli sprechi e a creare soluzioni su misura.

Emissioni zero. Va forte anche lo sviluppo delle abitazioni a emissioni zero, quelle che consumano, in media, il 50% in meno di energia grazie al fatto che quella consumata in loco è pari a quella prodotta. Una tendenza in crescita è anche quella dei moduli prefabbricati: si prevede che entro il 2023 cresceranno del 6,9% l'anno nel campo dell’edilizia abitativa. Questo perché, dicono gli esperti, le costruzioni modulari generano un mercato immobiliare flessibile: le costruzioni sono facili da riciclare e da ristrutturare, richiedono il minimo di risorse e di energia e, proprio per questo, sono adatte per edificare uffici, ospedali e hotel.

L'efficienza energetica applicata al design. Quattro delle sturt up che hanno partecipato al Klimahouse Future Hub (Eneren, FBP-Future is a Better Place, Glass To Power e Radicsol) sono al lavoro per aumentare l’efficienza degli edifici diminuendo lo spreco di energia. Come? Con lo sviluppo di pareti, di facciate, di tetti e finestre intelligenti, per esempio. Un altro trend che sta prendendo piede è quello delle case smart: si tratta di abitazioni intelligenti, automatizzate, autonome, che mostrano un ecosistema allineato nelle funzionalità della casa, dalla temperatura dei vari ambienti alla deumidificazione. Ogni cosa viene controllata attraverso devices e applicazioni. Una startup come Graffiti for Smart City, per esempio, ha creato un mosaico da muro da cui si può controllare tutta l'abitazione.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.