Prezzi delle case: Italia in calo, ma aumentano gli affitti

Aumento generalizzato nell'area Ue

Aumento generalizzato nell'area Ue

Pubblicato il 29 aprile 2020

Sono stati pubblicati i dati Eurostat relativi al quarto trimestre 2019. Fotografano l’andamento del settore immobiliare europeo ed evidenziano alcune interessanti peculiarità. Prima fra tutte, il tendenziale aumento dei prezzi delle case, in crescita un po' ovunque, e l'aumento ancora più cospicuo dei canoni d’affitto. Al di là degli effetti dell'emergenza Coronavirus e della situazione dei mutui prima casa, il quadro fornisce un interessante punto di vista su come sta andando, anche in prospettiva, il mercato immobiliare europeo e italiano.

Aumento dei prezzi delle case: Italia sotto la media europea. I numeri italiani si mostrano al di sotto della media europea: nel quarto trimestre 2019, infatti, se i prezzi delle case sono in crescita del 4,2% nell’Eurozona e del 4,7% nell'area Ue a 27 paesi rispetto al quarto trimestre 2018, in Italia, nello stesso periodo, si registra un calo dello 0,2%. Se poi allarghiamo l’arco temporale e confrontiamo il quarto trimestre del 2019 con quello del 2007, notiamo come i prezzi delle case siano aumentati in 21 Stati Ue e diminuiti solo in sei paesi: Spagna, Cipro, Irlanda, Romania e Grecia più l'Italia, dove il calo è intorno al 13%. Nell'arco di oltre dieci anni, le crescite maggiori sono quelle di Austria (+88,4%), Lussemburgo (+84,8%) e Svezia (+80,6%), mentre i ribassi più evidenti sono in Romania (-26%) e Irlanda (-16,9%).

La curva degli affitti è superiore a quella dei prezzi delle case. L'aumento dei canoni d’affitto in Europa, infatti, non ha subito eccessivi contraccolpi dalla crisi del 2008: non si sono registrati picchi considerevoli, anzi, e ancora oggi la curva degli affitti risulta superiore a quella dei prezzi delle abitazioni. Confrontando il quarto trimestre del 2019 e il 2007, notiamo come i prezzi dei canoni d’affitto siano aumentati in 26 Stati membri UE e siano diminuiti solo in uno, la Grecia (-17,5%). I maggiori aumenti sono quelli della Lituania (+101,2%), della Repubblica Ceca (+79,3%) e dell'Ungheria. Per quanto riguarda gli affitti, l'Italia si allinea con gli altri paesi Ue, con una tendenza rialzista che prosegue anche oggi, attestata intorno al +13% in oltre dieci anni. La conferma arriva dai dati del portale specializzato Idealista.it, secondo cui i canoni di locazione nel primo trimestre 2019 in Italia si assestano in media a 9,80 euro al metro quadro: le richieste di aumento dei canoni da parte dei proprietari segnano un +2,6% rispetto a dicembre 2019, prima del Coronavirus, e un +6,5% in termini annuali.

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo