Allarme sui mutui e il ponte Morandi

15 febbraio 2019

Alcune banche non applicano le agevolazioni mutui

Famiglie in difficoltà col mutuo dopo il crollo del Morandi

Famiglie in difficoltà col  mutuo dopo il crollo del Morandi

Oltre il danno, la beffa. Se la cosa non riguardasse una città già duramente martoriata come Genova, questa sarebbe la frase più appropriata per descrivere la situazione che si sta creando intorno a quanti siano intestatari di mutui, compresi mutui prima casa, nella zona del tragico crollo. La brutta notizia, come un'ennesima e beffarda tegola, è stata divlugata dagli abitanti della zona pochi giorni fa e racchiusa in un comunicato firmato dai responsabili del Coordinamento ligure consumatori utenti.

Alcune banche non applicano le agevolazioni... “In merito al protocollo firmato con Abi il 4 dicembre 2018 per la sospensione delle rate dei mutui e dei finanziamenti a sostegno dei genovesi colpiti dal crollo del Ponte Morandi - riporta il comunicato -  le associazioni liguri dei consumatori segnalano alcune gravi problematiche. Prima di tutto, non tutte le banche hanno ancora aderito all’accordo migliorativo rispetto all’intervento statale di sospensione del mutuo. In secondo luogo, come esposto dagli utenti alle associazioni, alcune banche, pur aderendo all’accordo, non applicherebbero quelle agevolazioni che sono previste dal protocollo d’intesa”.

… altre banche fanno finta di non sapere. E non è tutto. Come se non bastasse la brutta notizia che alcune banche snobbano i dettami del protocollo da loro stesse firmato in merito a mutui prima casa e mutui in genere, arriva anche la segnalazione, sempre da parte delle associazioni degli utenti, secondo cui “risulterebbe un’informazione lacunosa” da parte delle banche circa “le possibilità di estinzione o di agevolazioni del mutuo per i danneggiati”. In pratica, fuori di metafora, le associazioni sostengono che le banche aderenti al protocollo non solo non applicano lo stesso protocollo (in soldoni, non sospendono le rate del mutuo a chi sia nelle zone previste dall'accordo), ma addirittura fanno finta di non sapere.

I consumatori chiedono di incontrare le banche. A questo punto le associazioni dei consumatori si stanno attivando per chedere “un incontro urgente con le banche per definire le modalità d'informativa specifica alle persone. Chiediamo inoltre - riporta il comunicato -  che le banche non aderenti valutino l’opportunità di fornire comunque agevolazioni ai danneggiati”. Invitiamo i cittadini a rivolgersi ai propri sportelli per ricevere le informazioni e i documenti utili ad ottenere il riconoscimento dei propri diritti”.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.