Nel 2020 sono calate le richieste di mutuo

Diminuzione importante per le compravendite immobiliari

Diminuzione importante per le compravendite immobiliari

Pubblicato il 25 giugno 2021

La pandemia ha condizionato il mercato immobiliare: nel 2020 sono calate le compravendite, con una conseguente riduzione del numero dei mutui concessi dalle banche.

È quanto emerge dal rapporto “Dati statistici notarili”.

Diminuiscono gli acquisti

Nel 2020 sono calate del 7,8% le compravendite di fabbricati: in particolare le abitazioni acquistate sono state 511.431 (-7,2% rispetto all’anno precedente).

Le variazioni non si sono manifestate in modo uniforme su tutto il territorio italiano. Un immobile scambiato su cinque, infatti, si trova in Lombardia, a conferma di un mercato in rallentamento ma comunque vitale.

Chi acquista casa

Il 60% degli acquirenti ha fruito delle agevolazioni per la prima casa; sembra che a usufruirne siano stati soprattutto i giovani.

Il 27,5% degli immobili è stato infatti acquistato da persone tra i 18 e i 35 anni, spesso alla loro prima esperienza con la richiesta di mutuo.

Il prezzo d’acquisto

Il prezzo medio degli acquisti eseguiti con agevolazione prima casa si è attestato sui 151.382 euro, in aumento rispetto al 2019 (144.921 euro).

Alti sono in particolare i prezzi degli immobili di nuova costruzione: il 33,8% delle nuove abitazioni è stato comprato per una cifra tra i 100 mila e i 200 mila euro, il 31,4% tra i 200 mila e i 300 mila euro.

Fatica ad arrivare ai 100 mila euro invece la maggior parte delle transazioni per immobili che non rientrano tra quelli di nuova costruzione.

Calano i mutui

A causa della pandemia, nella prima parte del 2020 sono state eseguite pochissime operazioni bancarie, tanto che i mutui concessi nel periodo sono calati del 17% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Una caduta ammortizzata solo in parte nel resto dell'anno: guardando all’intero 2020, i mutui sono diminuiti dell’8% rispetto all’anno precedente.

Rimane invece sostanzialmente stabile il valore della cifra richiesta alle banche: circa 170 mila euro.

Nel 33,2% dei casi sono stati erogati mutui per un valore tra i 50 e i 100 mila euro, nel 30,9%, la cifra richiesta è stata tra i 100 mila e i 150 mila.

Aumentano le surroghe

Un altro effetto della pandemia è quello dell’aumento delle surroghe, che nel 2020 hanno segnato un +17,3% rispetto a quelle dell’anno precedente. L’aumento maggiore lo si è riscontrato in particolare nel I semestre del 2020. 

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Paolo Fiore Giornalista professionista e leccese in trasferta: Bologna, Roma, New York, Milano. Dopo la Scuola di giornalismo Walter Tobagi, ha scritto per Affaritaliani, MF-Milano Finanza, l'Espresso, Startupitalia e Skytg24.it. Si occupa di economia e innovazione per Agi, FocuSicilia e collabora con il gruppo Rcs.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo