Nuove linee guida Abi per valutare gli immobili

Pubblicato il 30 September 2015

Un mercato immobiliare sempre più favorevole e la necessità di maggiore trasparenza rendono sempre più importanti le perizie immobiliari, veicolo fondamentale di valutazione degli immobili nel caso, per esempio, di stipula di un contratto di mutuo prima casa. In questi giorni l'Abi, l'Associazione bancaria italiana, ha pubblicato la bozza di aggiornamento delle varie linee guida usate per valutare gli immobili posti a garanzia delle esposizioni creditizie. Le linee guida sono state redatte dalla stessa Abi in collaborazione con i consigli nazionali degli appartenenti alle principali professioni tecniche e con le associzaioni di categoria: sono inoltre state condivise, sulla base di un protocollo d'intesa stabilito nel 2010, dagli ordini professionali dei periti, da Tecnoborsa e dalle più importanti società di valutazione immobiliare.

Le nuove perizie. Con l'obiettivo di ottenere la massima trasparenza valutando immobili che siano dati in garanzia per mutui ipotecari, le nuove disposizioni stabiliscono che tutte le perizie dovranno tenere conto delle caratteristiche degli immobili considerate fondamentali come: classe energetica, parametri sulla sicurezza sismica e idrologica dell'edificio, aree verdi di pertinenza e, inoltre, tutti gli elementi che costituiscano presupposto indispensabile nell'ottica della modernizzazione del settore immobiliare. Tra le nuove disposizioni contenute della bozza, c'è il riferimento a un codice di condotta del perito stesso, il quale redige un rapporto di valutazione che deve rispettare i principi e i concetti di base, rivisti secondo standard internazionali prestabiliti.

Più trasparenza, prima di tutto. Secondo quanto fa sapere l'Abi, la conseguenza diretta di una maggiore trasparenza nelle perizie dovrebbe migliorare, quanto a efficienza, l’erogazione dei mutui prima casa da parte delle banche: non è cosa da poco, visto che stiamo attraversando, pare, un periodo di grazia coi mutui in rialzo dell'82,2% in otto mesi, da gennaio a luglio di quest'anno. Sempre l'Abi fa sapere che la redazione di queste linee guida non è da intendersi come esaustiva delle varie problematiche operative. Il lavoro, sostiene l'associazione, vuole rappresentare un quadro aggiornato delle “norme basilari che sono finalizzate alla redazione di un rapporto valutativo per i soggetti finanziatori”.

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo