La Bce firma la stangata sui mutui

Pubblicato il 12 April 2011

Per la prima volta da due anni a questa parte aumenta il costo del denaro. La Bce ha deciso l'aumento di un quarto di punto del tasso d'interesse portato ora all'1,25% mentre sale al 2% il tasso marginale e allo 0,5% quello sui depositi. La stangata colpisce soprattutto le 2,2 milioni di famiglie che hanno acceso mutui a tasso variabile a rischio di aumento medio da 132,4 euro l'anno. I più colpiti, secondo le statistiche, saranno i residenti di Pescara (+207,7 euro),  Cagliari (+204,9 euro), Roma (+203,4 euro), Sassari (+201,6 euro) e Napoli (+198,7 euro). Gli esperti gettano un po' d'acqua sul fuoco. Niente paura, dicono, se mancano pochi anni alla scadenza: in questo caso non vale la pena pensare a dei cambi (la differenza degli interessi passivi dovrebbe essere minima).

Discorso diverso per chi ha acceso da poco il mutuo: se la rata rischia di diventare eccessiva sul lungo periodo si possono anche prendere in considerazione altri prodotti (per esempio alcuni mutui a tasso fisso ancora in circolazione al 4,5%). Perché nel caso di mutuo da 100 mila euro il rincaro obbligato dalla stretta monetaria è stimato in 12 euro al mese, cioè 144 euro l'anno. Un rialzo del 2,5% se il piano di ammortamento è ventennale, e del 3,5% se invece il mutuo dura trent'anni, ossia 13 euro in più ogni mese, cioè 156 euro in più ogni anno. Il problema è che le previsioni degli analisti avvalorate dalle parole di Jean Claude Trichet lasciano presagire ulteriori rialzi nei prossimi trimestri.

Se, come dicono gli analisti, Francoforte realizza altri due ritocchi al rialzo dello 0,25% ognuno entro fine anno, un single che accenda un mutuo a tasso variabile ventennale da 100mila euro dovrà sopportare un rincaro finale da 37 euro/mese, cioè 444 euro l'anno. Se il mutuo è trentennale l'aumento al mese è di 39 euro, 468 euro l'anno. Se ad accendere il mutuo (ventennale, da 300mila euro) è invece una famiglia con doppio reddito la rata mensile rincara di 110 euro, 1.320 euro l'anno, mentre se il mutuo è trentennale la rata rincara a 117 euro/mese, cioè 1.404 euro/anno.
 

di Franco Canevesio

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo