Il Superbonus 110% si incaglia in Commissione Bilancio

L'agevolazione continua ad avere un iter travagliato

L'agevolazione continua ad avere un iter travagliato

Pubblicato il 29 December 2021

Colpo di scena per il Superbonus, il beneficio fiscale del 110% destinato a chi effettua ristrutturazioni edilizie che garantiscano il miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile non inferiore a due classi. L’Esecutivo, che aveva accettato di togliere il tetto Isee a 25 mila euro per le ristrutturazioni in villetta aggiungendo una nuova determinazione di lavori, ha cambiato idea.

Difficoltà su difficoltà, dunque, per chi magari ha acceso un mutuo prima casa e adesso si ritrova senza poter attivare il Superbonus per intervenire sull'immobile.

Superbonus respinto al mittente

Il testo presentato in Commissione è stato respinto dai partiti in quanto, dicono, difforme da quello concordato. La diatriba potrebbe riguardare il vincolo del 30 giugno 2022 per gli interventi in villetta anche se non è chiaro se vi sia stato un passo indietro del governo riguardo l’allargamento al fotovoltaico e all'allineamento tra i lavori trainati e quelli trainanti.

Nessuna divergenza, invece, sembra esserci sui lavori da completare, con la previsione di discesa dal 60% al 30%.

Braccio di ferro sui costi

Il Superbonus costa caro allo Stato e non è facile trovare nuove risorse per ampliare le maglie del beneficio fiscale. Il Superbonus continua ad avere un iter travagliato: comprese quelle del ddl Bilancio 2022 si è arrivati a undici modifiche rispetto al testo originario di un anno e mezzo fa.

Confusione e incertezza per i contraenti

La situazione comporta confusione sul mercato, visto che si è in presenza di un continuo cambio di rotta che confligge apertamente con la chiarezza necessaria a chi voglia fare investimenti. Nel frattempo, il settore edilizio è in piena impennata di prezzi di beni e servizi e in piena difficoltà a trovare materiali e manodopera.

Poche conferme

Nessun dubbio, invece, per quanto riguarda il Superbonus, sulle altre disposizioni: il beneficio resta per i condomini fino a fine 2023 poi, dal 2024, la detrazione scenderà al 70% e al 65% nel 2025. Tagli importanti che mettono a rischio il ricorso a questo strumento, già caratterizzato dalla complessità delle procedure.

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo