Il residenziale perde terreno

Fondamentale tenere conto delle nuove esigenze post pandemia

Fondamentale tenere conto delle nuove esigenze post pandemia

Pubblicato il 17 December 2021

Nel 2022 l'incertezza continuerà a dominare il mercato immobiliare e il lavoro ibrido subirà un'accelerazione, con conseguente impatto sul mattone. Sono questi due dei trend dell'immobiliare italiano indicati dall'asset manager americano Nuveen Real Estate per il 2022. L'anno viene annunciato dall'attuale boom dei mutui prima casa che, secondo Assofin, Crif e Prometeia, hanno registrato nei primi nove mesi del 2021 un +21,3% rispetto allo stesso periodo del 2020 e un +36,85 rispetto a gennaio-settembre 2019.  

Il residenziale perde terreno

Gli asset immobiliari, secondo Nuveen, nel 2022 dovranno adeguare i propri rendimenti. Gli asset logistici e residenziali perderanno posizioni rispetto ad altri immobili: questo perché i venti favorevoli che li hanno spinti finora hanno raggiunto i loro picchi.

La nuova cultura dell'ufficio

La pandemia ha cambiato il modo di lavorare. Per questo, secondo lo studio Nuveen, è alle porte una nuova sfida per il settore degli uffici. Il modello di lavoro ibrido, secondo il report, ridurrà sempre di più l'attività nelle città e la domanda di immobili si indirizzerà verso spazi più piccoli.

Attenti ai trend a sorpresa

Secondo Nuveen il 2022 sarà un anno ricco di sorprese. Il cambiamento climatico, per esempio, è destinato ad accelerare l'impegno per la sostenibilità nell'immobiliare: questo, sia da parte dei proprietari di immobili che da parte di banche e assicurazioni.

Il nuovo trend demografico

Secondo Nuveen, la grande differenza nelle performance del settore immobiliare verrà data dai cambiamenti strutturali in tema demografico, tecnologico e della sostenibilità. Dal punto di vista della demografia, Nuveen sottolinea quanto sarà importante tenere conto delle nuove esigenze emerse dalla pandemia per creare valore negli investimenti immobiliari.

Cresce la tecnologia

In campo tecnologico, cresceranno sia realtà virtuale che proptech, ossia aziende che partecipano al ciclo di vita di un bene, realizzando operazioni di costruzione più efficienti e investendo nelle energie rinnovabili. Chi arriva in ritardo alla sfida del cambiamento tecnologico avrà più difficoltà a raggiungere i propri obiettivi: inquilini e acquirenti, infatti, secondo Nuveen, richiedono strutture sempre più all'avanguardia.

Sostenibilità al primo posto negli investimenti nel mattone

Per quanto riguarda la sostenibilità, secondo Nuveen le strategie che prendono in considerazione l'efficienza energetica degli immobili avranno un prezzo più alto: gli edifici sostenibili, infatti, saranno caratterizzati da "più certezze, rendimenti più alti e meno tasse".

Commenti

Scrivi un commento

Preventivo Mutuo

Calcola un preventivo e scegli il mutuo più adatto a te tra le alternative proposte dalle banche partner di Mutui.it. Bastano 2 minuti!

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

Le ultime news dal mondo mutui

Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo