Il nuovo bonus casa

4 novembre 2019

Il nuovo bonus casa

Sconti per interventi destinati a migliorare il decoro degli edifici

Sconti per interventi destinati a migliorare il decoro degli edifici

In un momento nel quale le domande di mutui, compresi i mutui prima casa, fanno segnare un interessante rimbalzo dopo tre trimestri di frenata (+1% a settembre secondo i dati Crif), il disegno della Legge di Bilancio allarga le sue maglie. Il testo prevede un bonus fiscale extralarge per interventi sul decoro dell'edificio, che riguarda anche singoli fabbricati come villette, per cui sarà possibile usufruire di uno sconto fiscale del 90% anche ridipingendo l'esterno, senza cambiare l'originario colore. Un'agevolazione ad ampio raggio, dunque, in favore del decoro architettonico, che si aggiunge alle altre detrazioni confermate, bonus mobili compreso. Cambi in vista, invece, per il bonus verde di cui sono sparite le tracce, per cui è lecito pensare che sia destinato a scadere alla fine dell'anno.

Il decoro prima di tutto. Per il bonus facciate non è previsto alcun ammontare massimo di spesa e non ci sono vincoli sugli interventi che possono venire agevolati, sempre che riguardino la facciata del palazzo. Nessun dubbio su questo, visto che il testo specifica debba trattarsi di “interventi, anche di manutenzione ordinaria, che siano finalizzati al recupero o al restauro della facciata degli edifici”. Non a caso, l'obiettivo del governo è migliorare l'aspetto estetico delle città, sia in centro che in periferia. Per questo l'agevolazione viene riconosciuta anche agli interventi di manutenzione ordinaria: questo dà la possibilità di ottenere il bonus anche se, per esempio, si ridipinge (dello stesso colore) la facciata della propria villetta.

Ristrutturazioni al 50% anche nel 2020. Per interventi di ristrutturazione vengono confermate aliquote e regole attuali anche per tutto il 2020. Rimane vivo il tetto massimo di 96.000 euro per lavori su singoli immobili e la possibilità di avere detrazioni maggiorate per sismabonus e per interventi che aggiungano il risparmio energetico al consolidamento dell'immobile. Nessuna nuova per il 2020 anche per l'ecobonus, per cui restano intatte le aliquote differenziate al 50% e 65% a seconda del tipo di impianto che si acquista. Restano salvi anche i tetti di spesa, dai 30.000 euro ai 100.000 euro, per chi riqualifichi tutto l'immobile.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.