Mondo mutui

6 settembre 2017

News - Il mattone europeo riparte. E l'Italia va...

Cresce il mercato immobiliare europeo

Cresce il mercato immobiliare europeo

Aumento degli scambi, prezzi medi in salita e fatturato in crescita. Sono questi i driver che, dopo tanti anni di crisi, possono consentire ai mercati immobiliari d'Europa di cavalcare un trend positivo di lungo periodo. Almeno secondo l’European Outlook 2018 presentato oggi da Scenari Immobiliari che prevede, per le cinque principali nazioni europee, una crescita del 6% del fatturato 2017 fino ad arrivare al +9% l'anno prossimo. Dai venti di crisi è uscita indenne solo la Germania, mentre nel resto dell'Ue le conseguenze sono state molto negative.

La crisi alle spalle. La crisi sta passando anche in campo immobiliare. L'Europa dei 28 paesi è destinata, secondo Scenari Immobiliari, addirittura a crescere più degli Stati Uniti, pronta a mettere a segno un +12,9% a fronte di un +8 degli Usa. L'andamento positivo dell’economia, la ripresa della domanda in ogni settore, i tassi dei mutui prima casa e un po’ d'inflazione stanno mettendo benzina sui mercati immobiliari europei, secondo il report. Le poche nuove costruzioni realizzate durante la crisi, poi, hanno sì diminuito il prodotto disponibile ma hanno contribuito ad aumentare sia canoni che prezzi di vendita.

Italia, crisi finita e debolezza. “La crisi è finita anche in Italia, ma la ripresa è più delicata viste le debolezze strutturali del Paese”, spiega Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari. Da noi, il dato medio nazionale parla di un incremento dello 0,3% nel residenziale a fine di quest'anno e di un +1,1% di previsione per il 2018. Due città, Milano e Roma, sono il simbolo della rivalsa del mercato: hanno resistito alla crisi e adesso si trovano ad avere quotazioni medie superiori a quelle di dieci anni fa, cosa che sta avvenendo solo in alcune città del nord Europa che registrano incrementi ancora più alti.

Spazi di crescita per il mattone italiano. L'outlook di Scenari Immobiliari prevede ampi spazi di crescita per il mercato italiano, nella locazione residenziale, nel terziario innovativo (l'esempio è il co-working) e nell’area dei servizi. Attenzione però, perché prima bisogna mettere mano a una serie di criticità da risolvere. Prima di tutto sono necessari investimenti che, secondo Scenari Immobiliari, vadano nella direzione della messa in sicurezza delle abitazioni. Poi non bisogna dimenticare, e quindi tralasciare, il milione di case in costruzione, quelle bloccate dai fallimenti oppure dai concordati delle imprese edili. Infine, ultimo ostacolo da superare per vedersi spianata una bella autostrada in ripresa duratura, occhio alla tassazione, che allontana investitori istituzionali e privati.

 

 

 

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!