Euribor: entro fine anno la riforma

11 gennaio 2019

Nuovo Euribor e Ester: in arrivo i nuovi indici

La BCE sta lavorando alla riforma dell'indice di riferimento dei mutui a tasso variabile

La BCE sta lavorando alla riforma dell'indice di riferimento dei mutui a tasso variabile

L'anno appena iniziato porta con sé una novità di non poco rilievo, ossia l'entrata in vigore del nuovo Euribor. Il d-day non è ancora stabilito con precisione, anche se è probabile che arriverà entro fine 2019. I conti, però, è meglio cominciare a farli da subito, visto che parliamo del tasso a cui sono indicizzati i mutui a tasso variabile, anche mutui prima casa, i quali vedranno cambiare l’algoritmo di calcolo. 

L’Euribor cambia e garantisce maggiore stabilità. Entro fine 2019, dunque, entrerà in vigore la nuova versione dell’Euribor cambiando faccia al calcolo del tasso, finora basato su una media dei tassi richiesti da una ventina di banche sparse per l’Europa. La modifica dovrebbe garantire  maggiore trasparenza e aderenza all'andamento dei mercati. Secondo l'European money markets institute, il calcolo del nuovo Euribor verrà basato sulle transazioni effettivamente avvenute nelle diverse scadenze, con una serie di meccanismi correttivi che possano limitare la volatilità del nuovo indice. Per evitare che il nuovo Euribor possa essere eccessivamente condizionato dall’andamento dei mercati, altalenante e potenzialmente pericoloso, verranno inseriti alcuni meccanismi di calcolo che conferiranno all’indice una maggiore stabilità, a garanzia della sicurezza finanziaria dei clienti che stipuleranno mutui, soprattutto mutui prima casa, e prestiti, indicizzati all'Euribor. 

Cosa cambia per i mutui con il nuovo Euribor. Secondo le simulazioni, lo scarto tra nuovo e vecchio Euribor risulta essere inferiore ai cinque punti base, entità che dovrebbe preoccupare poco i mutuatari. “Secondo le nostre informazioni, il nuovo Euribor, visto che sarà determinato dagli scambi effettivi di mercato, sarà più soggetto a volatilità ma non credo si discosterà di molto dall'attuale rilevazione”, spiega Stefano Tempera, consulente e fondatore di Cercamutuo.com, l'ex Euribor.it. Se, infatti, da un lato il nuovo indice, più soggetto all’andamento delle transazioni di mercato rispetto al vecchio, potrebbe rivelarsi più volatile, con maggiori oscillazioni rispetto a quanto avviene finora, è pur vero che i meccanismi di calcolo pensati per stabilizzarlo dovrebbero poter garantire una certa tranquillità.
“È probabile che chi sottoscriverà un mutuo dopo l'entrata in vigore del nuovo Euribor mostrerà un po' di diffidenza verso un indice di cui non sono ancora noti i dati storici: prevedibilmente, dunque, assisteremo a un'impennata dei mutui a tasso fisso”, sottolinea Tempera.

Via Eonia, arriva Ester. Quello del pensionamento del vecchio Euribor non è l'unico cambiamento in materia che si porterà dietro questo 2019. In autunno, infatti, è prevista anche la sostituzione del tasso Eonia, quello che attualmente si chiama Euro overnight index average: al suo posto, ecco arrivare il tasso Ester, l’Euro short-term rate. Cosa succederà? In sostanza, il tasso utilizzato finora per valutare il costo degli scambi overnight, quelli cioè che avvengono da un giorno all’altro, per mutui e prestiti, verrà sostituito da Ester, che dovrebbe fungere da paracadute nel caso in cui si evidenzi una mancata rilevazione dell’Euribor. 

Entro febbraio le prime rilevazioni tecniche. I consulenti sono già al lavoro per il nuovo Ester: entro febbraio si avranno le prime osservazioni preliminari, di natura tecnica. Quello che bisogna fare è fissare le scadenze delle rilevazioni, capire cioè se verranno fatte a una settimana, un mese, tre mesi, sei mesi e dodici mesi, correggerne i valori, che finora sono inferiori a quelli di Eonia, cosa che avrebbe effetti sia sui mutui, compresi i mutui prima casa, che sui prestiti personali. L’andamento di Eonia, infatti, attualmente è fondamento base per calcolare, tra l'altro, le politiche sullo spread bancario relative a mutui e a prestiti.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.