Covid 19, crescono i timori per i pagamenti

5 maggio 2020

Covid 19, crescono i timori per i pagamenti

Italiani preoccupati dalle conseguenze economiche del lockdown

Italiani preoccupati dalle conseguenze economiche del lockdown

Siamo appena entrati nella fase 2 della gestione dell’emergenza Coronavirus e se da un lato sembra farsi largo la speranza per un ritorno progressivo alla normalità, dall’altro crescono i timori legati all’impatto economico del lockdown. Nonostante gli italiani siano consapevoli della necessità di adottare comportamenti responsabili, e quindi evitare spostamenti non necessari, la mancanza di relazioni sociali e la perdita di molte abitudini, fa sì inoltre che l’umore resti altalenante.

Peggiorano inoltre la forma fisica (lo dichiara il 52% degli italiani) e il benessere mentale (58%). A causare disagio nell’ordine sono: il non poter vedere amici e parenti (32%), l’impossibilità di muoversi liberamente (25%) e avere relazioni sociali solo a distanza (20%). A far emergere queste riflessioni, è l’osservatorio “Lockdown. Come e perché sta cambiano le nostre vite” realizzato da Nomisma in collaborazione con la società Crif su un campione di 1.000 italiani tra i 18 e i 65 anni.

Al malessere fisico e psicologico si aggiungono i timori di natura strettamente finanziaria. A vedere nero per i prossimi sei mesi sono 12,7 milioni di italiani, preoccupati di non riuscire ad affrontare almeno tre voci di spesa tra utenze, acquisti alimentari, uscite destinate alla casa o all’auto, visite mediche o servizi assicurativi.  

Nelle ultime due settimane si è diffusa la percezione di una condizione economica via via più fragile. La situazione economica della famiglia è peggiorata per un nucleo su due (46%).

Sono addirittura 9 milioni gli italiani preoccupati di dover dar fondo ai propri risparmi per fronteggiare il contraccolpo del lockdown e della prolungata chiusura forzata delle attività. Il 13% è in pensiero per la possibile perdita del posto di lavoro e il 12% teme addirittura la chiusura della propria attività.

Timori, questi, che anzi si accentuano per i mesi futuri. Il 32% degli italiani teme che nei prossimi 6 mesi non riuscirà a far fronte alle spese legate alle utenze, il 31% a quelle destinate ai servizi come assicurazioni e spese mediche e il 29% alle spese alimentari. 1 italiano su 4 teme, inoltre, che nei prossimi mesi avrà difficoltà a pagare l’affitto o le rate del mutuo.

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

    In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

    Mutuo casa: trova il migliore Fai un preventivo