Un mutuo verde contro l'inquinamento

5 aprile 2019

Un mutuo verde contro l'inquinamento

Condizioni agevolate per chi acquista una casa ecosostenibile

Condizioni agevolate per chi acquista una casa ecosostenibile

Mutuo verde e casa verde sta diventando un binomio posibile. È l'Europa che sta spingendo in questa direzione: ottenere mutui, anche, mutui prima casa, che siano collegati all'efficientamento energetico. L'obiettivo? Abbattere l'inquinamento. Un articolo di Wired riporta l’ipotesi di un mutuo verde come risposta alla crisi edilizia e a quella ipotecaria o, meglio ancora, la necessità di inserire nel mercato finanziario i mutui green, in modo da favorire l’efficienza energetica, promuovendo ristrutturazioni e acquisti di case eco-sostenibili. Scelta possibile e, pare, ormai quasi obbligata in base ai risultati di uno studio dell’università Ca’ Foscari Venezia commissionato dalla Emf, la European mortgage federation.
 
La svolta green. Già ora non è più soltanto un’ipotesi: 42 banche  di 14 paesi europei si sono incontrate per far diventare realtà questa che sembra ancora una scommessa. Si tratta di una prima task force (di cui fanno parte anche 9 banche italiane) che però rappresenta già il 55% dei mutui erogati in Europa. Secondo Emf si tratta comunque di un meccanismo valido non solo per acquistare casa, ma anche per ristrutturarla migliorando sia l’efficienza energetica che il valore d’acquisto. E alle banche può convenire. “Se la classe energetica è superiore anche il valore dell’immobile è più alto, non soltanto al momento dell’acquisto ma anche nel tempo. Dai dati raccolti possiamo dire che a un miglior livello energetico corrisponde un minore rischio. In sostanza, meno mutui morosi”, spiega Monica Billio, direttrice del dipartimento di Economia dell’università Ca’ Foscari.

Cosa serve per avere un mutuo verde. Per richiedere un mutuo green serviranno prerequisiti energetici, perché solo con una certificazione tecnica la banca potrà a erogare un mutuo più alto. Oggi, se la casa costa 100, la banca offre 80: con i mutui verdi, visto che dopo i lavori di efficientamento la casa può valere 110, la banca può erogare 88 invece di 80. “Stiamo definendo le linee guida per i mutui green. L'Ue ritiene sia uno dei temi chiave per lo sviluppo dei Paesi e un nuovo input per la filiera immobiliare”, sottolinea Luca Bertalot, segretario generale Emf e coordinatore della Energy efficiency mortgage initiative, finanziata dal programma Horizon 2020.

In Europa edifici vecchi e inquinanti. D'altra parte è anche vero che il tema non può più essere trascurato. Basti pensare che in tutta Europa gli edifici sono ritenuti responsabili del 40% del consumo energetico ma anche del 36% delle emissioni di Co2. Migliorarne l’efficienza significa ridurre di un 5-6% i consumi e di un buon 5% le emissioni. Che l'efficientamento energetico sia in cima alle priorità lo conferma il fatto che il 75-90% di quanto costruito sarà conservato fino al 2050.

Mutui verdi e green economy. Per supportare il mercato dei mutui verdi sono state avviate varie iniziative. In Italia, la legge 63 del 2013 ha reso obbligatorio l’Ape, ossia l'Attestato di prestazione energetica, necessario per la compravendita e la locazione degli immobili. Soltanto 13 regioni su 20 dispongono dei database con le caratteristiche tecniche delle varie abitazioni derivanti dalle informazioni degli esperti Ape. Secondo Ca’ Foscari, comunque, “i risultati provano che le regioni che hanno più alti tassi di efficienza energetica sono anche quelle con i tassi di default del mutuo inferiori. Le stime su un campione italiano fatto di 350 mila mutui dimostra la correlazione tra i due aspetti”, sottolinea Billio.


 

    Scrivi un commento

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Il profilo dell'autore

    Franco Canevesio Franco Canevesio, genovese, è giornalista professionista specializzato in economia e Borsa.

    All'inizio negli anni '90 si è occupato di cronaca su La Repubblica lavorando al contempo come giornalista in alcune televisioni libere liguri. A Milano è stato redattore capo di Italia-iNvest.com, primo sito italiano specializzato in economia. Ha lavorato al sito “Lettera finanziaria” di Giuseppe Turani. Sulla carta stampata ha lavorato con Affari & Finanza ed è stato caporedattore di Finanza e Mercati. Attualmente lavora a MF-Milano Finanza.