Mondo mutui

15 novembre 2010

News - Mutui tasso fisso: Irs ai minimi

Mutui a tasso fisso: irs ai minimi in Italia offerte vicine al 4%

Mutui a tasso fisso: irs ai minimi in Italia offerte vicine al 4%

Secondo dati recenti, agli inizi di novembre sono stati decisamente positivi per gli indici Irs, che sono scesi ai minimi storici stabilendosi sotto il 3%. Questo è un vero vantaggio per chi vuole sottoscrivere un mutuo con la sicurezza di un tasso prestabilito fin dall’inizio.

In Italia sono sempre di più le offerte di prodotti di mutuo a tasso fisso che prevedono un tasso vicino al 4% e molte banche hanno pensato a soluzioni che possano soddisfare le esigenze di clienti vecchi e nuovi,  per gli ultimi ci sono promozioni collegate anche all’apertura di un conto corrente bancario. Bnl, ad esempio, ha creato “Il mutuo 3,99%”: per chi decide di aprire un conto presso l’Istituto entro il 30 novembre c’è la possibilità di richiedere un mutuo ipotecario al tasso annuo nominale del 3,99%, con una durata massima di 30 anni.

Ipotizziamo che si faccia una domanda di un mutuo per  130.000 euro per una durata di 25 anni, se si aggiungono anche le spese accessorie (arrivando così a ottenere il taeg, il tasso annuo effettivo globale), il tasso effettivo e finale sarà pari al 4,15%. Che corrisponde a una rata mensile di 685,47 euro.

Bnl occupandosi prevalentemente di mutui alle famiglie, già da tempo ha deciso di privilegiare mutui a tasso fisso rispetto ai mutui a tasso variabile, erogando circa il 65% dei mutui con tasso fisso negli ultimi due anni. Una controtendenza rispetto agli altri Istituiti bancari, secondo l’indagine condotta dall’Associazione del credito al consumo e del mercato Assofin c’è stata una netta prevalenza delle erogazioni a tasso variabile (più del 60% nei due trascorsi).

Oltre a Bnl anche Intesa Sanpaolo ha attuato una strategia simile, privilegiando il tasso fisso nella sua offerta, in modo da garantire una protezione sicura ai suoi clienti in un contesto di mercato che rileva previsioni  a favore della crescita dei tassi di mercato.

Tra le altre promozioni  attive fino al 30 novembre non possiamo non citare il “Mutuo Last Minute” di Banco popolare: le condizioni del contratto prevedono per i primi 2 anni un tasso nominale del 2,95%, che negli anni a seguire salirà, attestandosi al 4%: Il taeg a regime è del  4,09%,  che  facendo riferimento all’esempio di finanziamento sopracitato è pari a una rata di 680,97 euro (613 nei primi 2 anni). Il mutuo last minute è pensato sia per chi desidera un mutuo per l’acquisto sia per chi desidera la surroga del mutuo.

la Redazione

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Cristina Fumo <strong>Cristina Fumo</strong>, milanese, si è laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità presso l’Università di Lingue e Comunicazione IULM. Inizia la sua esperienza lavorativa in agenzia di comunicazione e si occupa di brand importanti, tra cui eBay Italia.

    Arriva in Assicurazione.it nel gennaio del 2009 per occuparsi dell’attività di ufficio stampa. Dopo un percorso di quasi due anni assume il ruolo di <strong>Web Content Manager</strong> per i siti Prestiti.it, Assicurazione.it e Mutui.it.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

    Le ultime news dal mondo mutui