Mondo mutui

12 settembre 2017

News - Comprare casa: più tutele con il conto di deposito

Obbligo per i notai di aprire un conto dedicato

Obbligo per i notai di aprire un conto dedicato

Comprare casa, si sa, soprattutto per i più giovani rappresenta spesso la conquista dell’autonomia e la realizzazione di un sogno. Per non  trasformarlo in un incubo però occorre fare attenzione sia alla fase di selezione dell’immobile, sia ai vari passaggi che portano dalla richiesta del mutuo casa all’acquisto vero e proprio.

La legge sulla concorrenza, n.124/2017, in vigore dallo scorso 29 agosto, ha introdotto però una novità importante a tutela degli acquirenti: possono infatti chiedere che il prezzo pagato per l’immobile sia depositato dal notaio in un apposito conto corrente fino alla trascrizione del contratto di compravendita.

Nel dettaglio, la legge sulla concorrenza è intervenuta obbligando i notai ad aprire un conto dedicato, su cui, su richiesta di una delle parti della compravendita, andrà depositato il denaro versato per l’acquisto della casa fino alla trascrizione del contratto di compravendita. In questo modo, in caso di imprevisti, se l’acquisto non dovesse andare a buon fine, sarà più facile recuperare la somma anticipata.  La norma assicura dunque una tutela in più a chi non procede, dopo il preliminare di acquisto o dopo il rogito, alla sua trascrizione nei registri degli atti immobiliari. La trascrizione, infatti, è l’unico adempimento in grado di mettere al riparo l’acquirente da diversi rischi.

In sintesi, il deposito della somma su un apposito conto corrente da parte del notaio protegge chi compra casa dall’eventualità che tra la data del rogito e quella della sua trascrizione nei registri venga pubblicato un onere  a carico del venditore (ipoteca, sequestro, pignoramento, domanda giudiziale ecc.); oppure che il venditore venda più volte lo stesso immobile a diverse persona con la conseguenza che tra essi prevale chi ha trascritto per primo il contratto.  In sostanza, fino a quando l’acquisto non venga trascritto, non si ha la certezza che esso sia andato a buon fine.  In caso di imprevisti purtroppo la posta in gioco è alta perché di fatto è praticamente impossibile ottenere la restituzione del denaro consegnato al venditore al momento della firma del rogito.

 

    Scrivi un commento

    Il profilo dell'autore

    Rosaria Barrile Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

    In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

    Preventivo mutui

    Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!