Mutui seconda casa

Il mutuo per l’acquisto della seconda abitazione

La prima cosa da capire, quando si sta per richiedere un mutuo con finalità di acquisto, è se l’immobile che si intende comprare sarà adibito ad abitazione principale e potrà quindi essere considerato “prima casa”. Questo dà infatti accesso ad una serie di agevolazioni che possono ridurre sensibilmente il peso economico del mutuo e che, inevitabilmente, vengono meno nel caso in cui l’abitazione sia considerata “seconda casa”.

I mutui seconda casa non beneficiano dell’imposta sostitutiva dello 0,25% ma tassano invece l’importo finanziato al 2%, aumentando di ben otto volte la spesa aggiuntiva. Per non pagare questa onerosa eccedenza è necessario che siano soddisfatti i seguenti requisiti:

  • l’immobile non deve essere catalogato come abitazione di lusso e superare i 160 mq;
  • l’immobile deve trovarsi nel comune di residenza del richiedente o in quello in cui egli risiederà entro 18 mesi;
  • chi richiede il mutuo non deve vantare diritti reali (proprietà, uso, usufrutto, abitazione) su altre abitazioni dello stesso comune;
  • il richiedente non deve beneficiare delle agevolazioni prima casa su un altro immobile.

Quando uno di questi requisiti non è soddisfatto, è necessario stipulare un mutuo seconda casa. La legge, con il decreto 220/2004, stabilisce che il mutuatario deve presentare la richiesta di mutuo indicando tutte le caratteristiche che servono ad identificare l’abitazione come prima o seconda casa: dimensioni, ubicazione e servizi aggiuntivi, oltre ovviamente alla situazione del richiedente. Prima di redigere la documentazione è quindi opportuno informarsi bene sulle condizioni che determinano la differenza tra prima casa e seconda casa, per non presentare richieste non idonee andando incontro a un sicuro rifiuto da parte della banca.

In alcuni casi, tuttavia, è possibile mantenere le agevolazioni fiscali sulla prima abitazione anche se ci si sposta in un’altra casa. Questo accade, ad esempio, quando il trasferimento nella seconda casa avviene per motivi di lavoro, cosa che consente anche di affittare l’immobile senza rinunciare alle detrazioni, o per motivi di salute, anche se in questo caso non è prevista la possibilità di affitto.

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

Altre guide sui mutui prima casa

    Scopri tutti i consigli di Mutui.it sull'argomento dei finanziamenti per l'acquisto della prima casa.

  • 10 consigli per la scelta del mutuo idealeUn elenco delle regole più importanti per non sbagliare nella scelta del finanziamento.
  • Mutui seconda casaTutto ciò che devi sapere sul mutuo seconda casa, se possiedi già un'abitazione principale.
  • Finanziamenti InpdapI requisiti necessari per richiedere un finanziamento prima casa se si è iscritti all'Inpdap.