Difficoltà nel pagamento del mutuo: cosa fare?

Mutui casa: conseguenze del mancato pagamento

Purtroppo, nel corso dell’esistenza di ciascuno di noi possono verificarsi situazioni sfavorevoli che cambiano radicalmente il nostro tenore di vita e la nostra disponibilità economica. Le condizioni lavorative spesso precarie e la fine dei rapporti di lavoro rappresentano una spiacevole realtà della società attuale e sono le cause principali di queste difficoltà. I problemi si moltiplicano qualora esse sopraggiungano quando è in corso il rimborso di un finanziamento, soprattutto se caratterizzato da un capitale ingente come accade nei mutui casa. Come ci si deve comportare in questi casi?

Il primo passo consiste nel comprendere la natura della difficoltà e la sua possibile durata: se le prospettive di recupero sono buone, vale la pena di posticipare semplicemente il pagamento, accettando lievi interessi di mora e l’eventuale segnalazione a Crif, che ci identificherà come cattivi pagatori e non consentirà l’ottenimento di ulteriori prestiti per un determinato lasso di tempo.

Quando la situazione non sembra destinata a migliorare, può essere utile sfruttare l’eventuale entrata in vigore di una moratoria, ossia un provvedimento emanato in periodi di particolare crisi economica che consente alle famiglie in possesso di determinati requisiti di sospendere temporaneamente il finanziamento. Se ciò non è possibile, conviene accordarsi con la banca per il prolungamento del mutuo (in modo da ridurre la rata) o procedere alla rinegoziazione per ottenere un nuovo mutuo a condizioni più vantaggiose. Un’ottima alternativa è costituita dalla cosiddetta postergazione delle rate, cioè il rinvio del pagamento delle rate “critiche” a fine finanziamento, a fronte di una quota di interessi più consistente.

Qualora la situazione sia irrimediabile, quando ad esempio il ritardo nel pagamento si sia ripetuto un determinato numero di volte o abbia superato il centottantesimo giorno dalla scadenza, la banca può pretendere il rimborso immediato del capitale e quindi la risoluzione del contratto. Ovviamente, se il debitore non può far fronte alle spese la banca eserciterà il diritto di ipoteca e procederà alla vendita forzata dell’immobile. Un triste epilogo che è bene evitare a tutti i costi, avvalendosi delle soluzioni sopra elencate e discutendo apertamente dei propri problemi con la banca.

Preventivo mutui

Fai un preventivo per il tuo mutuo %[H1]% utilizzando il nostro comparatore. Bastano 2 minuti!

Altri consigli utili sui mutui casa